Compleanno di Ford Mustang: 56 candeline per la muscle car di razza

Compleanno di Ford Mustang. Quando un’auto arriva ad avere un percorso di 56 anni mai interrotto significa fare la storia. Oltre mezzo secolo per Ford Mustang. Ma anno in più anno in meno adesso conta poco. Età della maturità già ben superata. Ma è il futuro quello che conta. Perché Mustang guarda avanti. E Ford non molla la presa sul suo “cavallo” di battaglia. La muscle car per antonomasia non solo festeggia il compleanno celebrando ben due incoronazioni. Bensì inizia a far parlare di se in una visione elettrica. Sia chiaro. L’Ovale Blu non ha nessuna intenzione di toglierci il piacere del roboante 5.0 V8 o dell’europeizzato 2.3 EcoBoost. Però giusto allinearsi al progetto di elettrificazione della gamma. E nel 2022 chissà mai arrivi dopo la SUV 100% elettrico ispirata a Mustang Mach-E anche una Mustang a zero emissioni.

Ma ora è il compleanno di Ford Mustang e veniamo alle celebrazioni. Nel corso del 2019, secondo i dati elaborati da IHS Markit sulle immatricolazioni nel segmento delle auto sportive, sono stati immatricolati 102.090 esemplari di Mustang, rendendola la più venduta al mondo del particolare segmento. Il 2019 è anche il quinto anno consecutivo di Mustang come leader nelle vendite del segmento delle coupé sportive, definite da IHS Market, come modelli a due porte e convertibile. Nel 2019 Ford ha venduto 9.900 modelli di Mustang in Europa, con un aumento del 3% rispetto al 2018. 

Qualche cenno storico di Ford Mustang

La Ford Mustang originale debuttò il 17 aprile 1964 al prezzo di 2.368 dollari. I concessionari furono inondati di richieste per il nuovo veicolo dallo stile elegante. Ford inizialmente prevedeva un produzione annua di circa 100.000 unità. Solo il primo giorno, i rivenditori avevano preso in carico 22.000 ordini di Mustang. Poco dopo la sua introduzione, il successo del nascente veicolo fu ufficiale quando fu presentato in pista come macchina da corsa per la Indianapolis 500 del 1964. I primi 12 mesi di mercato per Ford Mustang furono sorprendenti. La sportiva americana raggiunse le vendita in maniera esponenziale fino a raggiungere 417.000 unità. In due anni le vendite si catapultarono ad un milione di unità.

Una Ford Mustang GT350 Shelby del 1965

Il 1965 è il debutto per un modello mito di Ford Mustang. La GT350 Shelby. Sperando di iniettare alcune credenziali prestazionali nella Mustang, Lee Iacocca, manager statunitense di origini italiane, andò da Carroll Shelby, allora ex pilota e fondatore di una propria azienda, la Shelby-American. Gli chiese di fare una macchina da corsa con Ford Mustang. Fu la prima auto prodotta in serie stradale ufficialmente pronta per la pista poiché fu approvata dallo Sports Car Club of America. Shelby e Mustang da allora divenne un binomio imprescindibile. Impossibile disconnettere i due nomi. Tanto che Shelby produttore della Cobra usava motori Ford. Ed è così che nel 1967 nasce la Shelby Mustang GT500 equipaggiata con il motore “Cobra Le Mans”. Di questi esemplari ne sono stati prodotti poco più di 2.000 rendendola una delle Mustang più preziose e leggendarie in circolazione.

La seconda generazione di Mustang

Una Ford Mustang Cobra II del 1976

La seconda generazione di Mustang arrivò a cavallo degli anni ’70, chiamata Mustang II. Un periodo difficile per molti appassionati della muscle car. A causa della crisi petrolifera e dell’aumento dei prezzi del carburante, l’attenzione era molto più rivolta al risparmio di carburante che alle prestazioni. Ma il tutto si sistemò nel 1975 quando la potenza del V8 tornò sulla Mustang. Il pacchetto Cobra II si unì alla gamma nel 1976. Disponibile in bianco con strisce blu, blu con strisce bianche e nero con strisce dorate, Cobra II è stato progetto ancora oggi ricordato da molti appassionati.

Compleanno di Ford Mustang il 20° anniversario e tanti cambiamenti

Una Ford Mustang 5.0 V8 cabrio del 1987

Nel 1984 Mustang compiva 20 anni e questo anniversario speciale garantiva un veicolo commemorativo e distintivo. Una Mustang GT speciale con motore V8 creata per commemorare il 20 ° anniversario della Mustang. Era un’edizione limitata realizzata in Oxford White con un interno Canyon Red.

Nel 1994 siamo alla quarta generazione.  Un aspetto completamente nuovo più moderno. E nel 1999 arriva il 35esimo anniversario. Migliaia di persone si sono radunarono al Charlotte Motor Speedway nella Carolina del Nord sabato 17 aprile 1999, per salutare il 35° compleanno dell’icona americana.

Ford Mustang GT convertibile del 2005

La quinta generazione di Mustang è stata presentata al North American International Auto Show del 2004. La Mustang del 2005 presentava uno styling con un cenno ai modelli “fastang Mustang” della fine degli anni ’60 soprannominati “retro-futurismo” dal vicepresidente senior del Design, J. Mays. Da quando è stata soprannominata la generazione S197, la quinta generazione ha attratto sia le persone che erano cresciute con Mustang di prima generazione sia i giovani che amavano il look retrò ma con funzionalità di sicurezza più moderne e funzionali.

La sesta generazione e i 50 di Mustang

Una moderna Ford Mustang 5.0 V8 convertibile del 2018

Il compleanno di Ford Mustang più atteso era chiaramente quello dei 50 anni. Mezzo secolo di storia e una muscle car nuova di zecca in quasi ogni centimetro di carrozzeria.  Molto più elegante e dall’aspetto europeo. Appropriato, dal momento che la Ford Mustang del 2015 era destinata a vendere all’estero. In Europa, Giappone e Australia.

Forse una delle aggiunte più non-Mustang è stato il motore EcoBoost. A quattro cilindri turbo, l’EcoBoost veniva fornito con pacchetti di prestazioni opzionali che lo rendevano competitivo con motori e con cilindrate significativamente più grandi. Ford si stava espandendo sulle sue nuove idee per consentire alle prestazioni e al risparmio di carburante di evolversi di pari passo, a beneficio di tutti.

Una Ford Mustang Bullitt del 2019

Nel 2018 arriva il primo restyling della sesta generazione con alcuni cambiamenti entusiasmanti e tecnologici. Quadro strumenti digitale, frontale aggressivo e paraurti posteriore rivisto con punte di scarico quadruple. Il cluster LCD completamente digitale da 12 pollici consente personalizzazioni con tre diverse visualizzazioni: Normale, Sport e Pista.