Peugeot 3008 GT e GT Line: per gli amanti della sportività

Con l’esordio della nuova generazione avvenuto nel 2016 la Peugeot 3008 si è trasformata in un vero e proprio SUV, questa è storia nota.

Questo modello viene proposto in diverse configurazioni: i quattro allestimenti base chiamati, in ordine crescente di equipaggiamento, Access, Active, Business e Allure; poi troviamo due allestimenti che strizzano l’occhio agli amanti della sportività, vale a dire Peugeot 3008 GT e Peugeot 3008 GT Line. Soffermiamoci sugli ultimi due.

Peugeot 3008 GT

Peugeot 3008 GT

Peugeot 3008 GT

La Peugeot 3008 GT costituisce il top di gamma. Non presenta solo caratteristiche estetiche dedicate; dispone anche di un motore esclusivo e di una particolare configurazione della catena cinematica (l’assetto).

Se usiamo la sigla GT, che significa Gran Turismo, quindi sportività, allora è lecito e auspicabile partire dal motore. Si tratta del potente turbodiesel 2.0 BlueHDi da 180 cavalli. Questo motore eroga appunto una potenza massima di 180 cavalli a 3.750 giri. Molto generosa di conseguenza la coppia massima, che arriva a 400 Newton metri a 2.000 giri. Dalla coppia dipende sostanzialmente l’accelerazione, misurata in 8.9 secondi. La velocità massima ammonta a 211 Km/h. Tutto ciò in un peso in ordine di marcia di 1.540 Kg.

Nella 3008 GT questo motore è abbinato al nuovo cambio automatico EAT6 a sei rapporti; esso è dotato di un convertitore di coppia di ultima generazione che consente una risposta molto rapida. (Qui tutte le news dello Speciale Peugeot di Stylology.it)

Grazie anche al contributo del dispositivo Start&Stop di serie, i consumi sono contenuti, nonostante la potenza elevata e il peso non certo indifferente (non esistono SUV leggeri). Questi sono i dati comunicati dalla casa: ciclo urbano 5,5 litri per 100 Km; ciclo extra-urbano 4,4; ciclo combinato 4,8.

Passando alle emissioni, ricordiamo che i motori diesel Peugeot utilizzano il filtro antiparticolato FAP, nome registrato che indica esclusivamente la tecnologia usata dal gruppo PSA, differente nel funzionamento dai filtri usati dagli altri costruttori, genericamente racchiusi sotto la sigla DPF. Al FAP è associata la tecnologia Selective Catalytic Reduction, SCR; insieme contribuiscono ad abbattere le emissioni di anidride carbonica e ossidi di azoto, indicate dai simboli chimici CO2 e e NOx. Le emissioni di CO2 dichiarate dalla casa in base ai test sul ciclo combinato ammontano a 124 grammi per Km.

Peugeot 3008 GT

Peugeot 3008 GT

Chiudiamo la descrizione della meccanica parlando dei pneumatici da 19 pollici di serie e, se si sceglie il Driver Pack, di un assetto calibrato per esaltare il piacere di guida.

Design

Passiamo al design. Fra le caratteristiche esterne che differenziano la Peugeot 3008 GT dalle altre versioni, notiamo una calandra esclusiva, in cui la cornice non è cromata ma ha un aspetto bicolore e racchiude il simbolo del leone al centro di una griglia a scacchi cromata. Anche il fascione paracolpi è differente. La panoramica dell’anteriore è completata dai fari full Led.

Nella vista di profilo sono evidenti i passaruota allargati, oltre all’acciaio inox per le finiture ai bordi dei vetri, ai pannelli posteriori e alla modanatura lungo il padiglione. Spicca sul parafango anteriore la scritta GT in rame. Non può sfuggire la vernice bicolore della carrozzeria, che in casa Peugeot viene declinata col suggestivo nome di Coupe Franche. I cerchi sono bicolore e diamantati. Completano il tutto, al posteriore, i due terminali di scarico cromati e il monogramma GT sul portellone. Il tetto è in doppia tonalità Black Diamond.

Anche negli interni la 3008 GT offre un ambiente dedicato. Innanzitutto l’ormai celebre i-Cockpit, cioè la postazione di guida, è configurato in uno stile “da pilotaggio”: lo schermo digitale ha una tonalità ramata, l’illuminazione ambientale e il suono del motore sono opportunamente adattati per assecondare chi ama la guida. Poi ci sono tutti quei dettagli irrinunciabili, come l’acciaio inox per pedaliera, poggiapiedi, soglia delle porte e altri particolari; un tocco di classe ed eleganza è dato dai pannelli delle portiere rivestiti in vero legno di quercia; i rivestimenti dei sedili sono in Tep e Alcantara; volendo, si può scegliere l’opzionale pelle Nappa Mistral. Dappertutto ci sono le caratteristiche doppie cuciture in color rame.

Peugeot 3008 GT Line

Chi preferisce mantenere una meccanica meno performante ma allo stesso tempo circondarsi dell’estetica di stampo sportiveggiante può scegliere l’allestimento GT Line, disponibile su tutte le motorizzazioni tranne, appunto, il 2.0 BlueHDi da 180 cavalli.

Peugeot 3008 GT Line

Peugeot 3008 GT Line

Parte da Allure e aggiunge una serie di dettagli fra i quali: le sigle sui parafanghi anteriore e il portellone; le finiture dei bordi dei vetri e le modanature dei pannelli laterali in acciaio inox; i doppi terminali di scarico cromati; tetto Black Diamond (in opzione la Coupe Franche); cerchi in alluminio da 18 pollici diamantati opachi.

Peugeot 3008 GT Line

Peugeot 3008 GT Line

Interni

Negli interni troviamo la stessa configurazione della GT, tranne i sedili in Alcantara e i pannelli in quercia.
Chiudiamo con i prezzi. La Peugeot 3008 GT Line con equipaggiamento di serie è venduta in una fascia che va, a seconda della motorizzazione, da 30.150 a 33.500 euro, parliamo di prezzo di listino chiavi in mano (Iva e messa in strada comprese, Ipt esclusa). La Peugeot 3008 GT costa invece 37.800 euro.

LEGGI ANCHE: Peugeot i-Cockpit cos’è: ecco tutto quello che devi sapere.