Piazzale Loreto Milano: ecco LOC, il progetto ecosostenibile

Il progetto Loc – Loreto Open Community– ambisce a trasformare Piazzale Loreto a Milano da grande snodo del traffico a spazio verde pubblico e collettivo, finalizzato a realizzare le necessità ma anche i desideri della “community”, progettando un ambiente da vivere e sfruttare pienamente.

I lavori partiranno nel 2023 per terminare nel 2025, un anno prima rispetto all’inizio delle Olimpiadi Milano-Cortina e vengono considerati come il più importante attuale progetto di rigenerazione urbana della città.

Loreto tra aree pedonali e traffico modificato

Ad aggiudicarsi il concorso internazionale bandito dal Comune di Milano insieme a C40 è stato un team multidisciplinare guidato dallo studio Ceetrus Nhood con la collaborazione di Arcadis Italia, Metrogramma Milano (coordinatore del Design Team), Mobility in chain, Studio Andrea Caputo, LAND, Temporiuso e Squadrati.

Il nuovo progetto trasformerà il piazzale in un’ area verde e pedonale, con alberi, fontane e panchine, rendendola luogo di inclusione e socialità e sarà totalmente ecosostenibile.

Piazzale Loreto diventerà quindi uno dei nuovi simboli della Milano smart e contemporanea e ne possiamo percepire l’ entusiasmo nelle parole del Sindaco della città Giuseppe Sala: . “Molti progetti, un tempo solo sulla carta, stanno prendendo forma dando alla città una nuova fisionomia nata dalla visione innovativa e green dei migliori studi internazionali di architettura. Piazzale Loreto senza perdere la sua identità di snodo viario diventerà un luogo di socialità e incontro dove su più livelli i cittadini troveranno una grande area pedonale con alberature, sedute e fontane. Così stiamo cambiando il volto di Milano, rigenerando aree dismesse dove il passato deve lasciar posto al futuro o intervenendo su ciò che esiste creando bellezza e funzionalità e verde. È questo il nostro modo di reinventare la città”.

Immaginiamo il progetto

A Piazzale Loreto rimarrà il ruolo di snodo per la viabilità, che sarà però modificata. Il traffico verrà spostato marginalmente alla piazza in modo tale da agevolare gli spostamenti ciclabili e pedonali all’interno dell’area; rimarrà peró connesso alle otto arterie principali della viabilità cittadina (Corso Buenos Aires, Via Padova, Viale Monza, Viale Brianza e Viale Abruzzi, Via Andrea Costa, Via Antonio Porpora e Via Andrea Doria).

La grande novità nonchè attrattiva principale sarà il centro della piazza, una grande agorà verde con gradoni, percorsi ciclopedonali, giochi d’acqua, colonnine di ricarica elettrica, rastrelliere e stazioni di bike sharing, a supporto dell’ indirizzo green preso a cuore dal progetto.

Ci sarà anche una sorta di anfiteatro che potrà ospitare concerti, manifestazioni, mercati e attività sportive, rendendo l’area luogo di aggregazione, socialità e cultura per tutti i cittadini.

Della riqualificazione farà parte anche la costruzione di 3 nuovi edifici, con giardini pensili sui tetti, e con destinazioni d’uso varie: da quella commerciale, a quella residenziale, per arrivare a comprendere anche uffici, spazi per coworking e un asilo di quartiere.

Foto tratta da comune.milano.it

Post correlati

Dutch Design Week 2021

Dutch Design Week 2021: Isola torna ad Eindhoven

L’idea è di concentrarsi sul meno, ovvero meno consumo, meno produzione e quindi meno rifiuti, trovando il “più prodotti” più sostenibili e con più valore, per cambiare le prospettive e i comportamenti dei consumatori e dei produttori. E’ con questo tema che Isola torna ad Eindhoven per il terzo anno consecutivo in occasione della Dutch

Leggi tutto
Gruppo Autogrill ospita Sal De Riso

Motta Milano 1928 al Mercato del Duomo accoglie Sal De Riso

Il bar all’italiana. Così è conosciuto lo storico marchio Motta Milano 1928 del Gruppo Autogrill. Quell’italianità che punta sull’eccellenza della tradizione gastronomica ammirata in tutto il mondo, rivisitata in chiave contemporanea. Di questo immaginario ora farà parte anche Salvatore De Riso, presente al Mercato del Duomo con la sua offerta di dolci rigorosamente made in Costiera Amalfitana. Gruppo Autogrill e prodotti premium Prosegue così il

Leggi tutto
tram passerella

Tram Passerella, l’anti Covid-19 futuristico di stile e design

Progettare un tram anti Covid-19 reinterpretando in chiave moderna lo storico convoglio milanese tram ATM Classe 1500 introdotto per la prima volta in città nel 1929. A pensarci l’architetto italiano Arturo Tedeschi. Dalla sua mano nasce Tram Passerella, l’erede del nuovo millennio, un concept tram che recupera e reinterpreta lo stile e le proporzioni del primo modello

Leggi tutto