Il “Diario di volo” della Digital Transformation

Qualche giorno fa ho partecipato con piacere alla presentazione di “Diario di volo – Come guidare la trasformazione digitale tra innovazione e sostenibilità”, libro di Paolo Gallo, AD Italgas. Un incontro molto interessante che ha chiaramente visto come argomento caldo la Digital Transformation.

Presenti nella splendida cornice della Microsoft House anche Silvia Candiani, Country Manager di Microsoft Italia, Paolo Boccardelli, Direttore Luiss Business School e Nicoletta Romanazzi, mental coach di Marcell Jacobs e molti altri. Moderatore Federico Ferrazza, Direttore di Wired Italia.  

Tantissimi gli spunti tra i quali spicca una frase molto interessante di Paolo Gallo: “La trasformazione digitale ha chiaramente un inizio, ma non può avere una fine. L’evoluzione e le innovazioni devono essere costanti”. Parole che riassumono al meglio il percorso che molte aziende stanno facendo e che è stato sicuramente accelerato dalla pandemia.

Per chi ancora non lo sapesse, mi sembra giusto rispondere ad una domanda:

Cos’è la Digital Transformation

Com’è intuibile dalla traduzione letterale del termine, la Digital Transformation consiste nella trasformazione digitale delle aziende, sia private sia pubbliche, che avviene attraverso l’applicazione di strumenti e tecnologie digitali impiegate nel normale svolgimento del lavoro.

C’è da fare una precisazione però: la Trasformazione Digitale non consiste nell’inserire le tecnologie nello stesso processo lavorativo bensì nel ridisegnare i processi e accompagnarli in un percorso di cambiamento manageriale, in modo tale da superare le normali resistenze al cambiamento da parte delle persone.

Trasformazione Digitale nelle Imprese

Le aziende che riescono ad avere successo nella Digital Transformation sono quelle che si dimostrano capaci di attuare il cambiamento di strategie, mentalità e cultura. Comprendere quanto sia importante stare al passo con le nuove esigenze consente infatti di ottenere risultati rilevanti, come quello di digitalizzare le proprie attività e produrre innovazione incentrata sul cliente e sulla sua esperienza.

Tra le best practice che sono in grado di rendere più probabile il successo dei progetti di Trasformazione Digitale figurano la leadership, la modernizzazione dell’IT, la comunicazione trasparente e capillare verso tutti i dipartimenti. L’elemento distintivo per tutti i progetti di Trasformazione Digitale è ovviamente l’uso di un elevato numero di soluzioni hi-tech.

Si tratta, in particolare, di servizi quali Big data, cloud, tradizionali tecnologie web, tecnologie di mobile internet, intelligenza artificiale, tecniche avanzate di machine learning neurale, robotica e realtà aumentata. Le aziende che sono risultate vincenti nella Trasformazione Digitale hanno impiegato soprattutto le tecnologie più sofisticate quali l’intelligenza artificiale, il machine learning e IoT.

Diario di volo – Il libro di Paolo Gallo

Parlando del libro di Paolo Gallo, “Diario di volo – Come guidare la trasformazione digitale tra innovazione e sostenibilità”, c’è molto da dire. Già dalle prime pagine si capisce il concetto di base: un’impresa può definirsi digitale non soltanto se impiega tecnologie ma anche se è in grado di pensare con la mentalità tipica del mondo digitale.

Si parla anche dell’obiettivo 2050: l’impegno globale per il raggiungimento del target della neutralità climatica al 2050 richiede la messa in opera di un sistema articolato e complesso che poggia su pilastri quali l’innovazione tecnologica, la sostenibilità, la formazione continua e la capacità di leadership, di anticipazione e di messa a terra del cambiamento. L’innovazione tecnologica, in particolare, rappresenta il principale alleato di governi, imprese e singoli cittadini.

Avrò modo di parlarne ancora nelle mie Instagram Stories. Nel frattempo auguro buona lettura a tutti.

Post correlati