Lavoro in sicurezza: Ford realizza protezioni facciali per i dipendenti di tutta Europa

Lavorare in sicurezza e tutelare i propri dipendenti. Ford torna in pista con la ripartenza delle attività produttive fornendo implementando all’interno delle sue strutture l’approvvigionamento di mascherine e schermi facciali in tutti i siti europei nell’ambito delle misure applicate a tutela della sicurezza dei dipendenti di ritorno al lavoro durante l’emergenza del COVID-19.

La produzione di dispositivi di protezione individuale è già in corso negli stabilimenti Ford in Germania, Romania, Spagna e Regno Unito. L’obiettivo è quello di garantire che la ripartenza delle attività produttive, nella maggior parte dei principali impianti di veicoli e motori Ford in Europa, non aumenti la domanda globale di tali produzioni.

L’Ovale Blu prevede di aumentare la produzione dei dispositivi per soddisfare la completa ripresa delle attività europee, combinandosi con una struttura simile negli Stati Uniti, per fornire una copertura globale per i dipendenti Ford in tutto il mondo.

“Vogliamo che i nostri impianti di produzione siano pronti e che il nostro personale sia protetto, ma siamo determinati a garantire che ciò non abbia alcun impatto su coloro che affrontano la crisi del COV/D-79 dall’ottenerei dispositivi di protezione di cui hanno bisogno”, ha affermato Rene Wolf, Director of Manufacturing, Ford dell’Europa.

Lavoro in sicurezza, la sfida di Ford

Produzione mascherine Ford, Picture credit: Spencer Griffiths

Il Dunton Campus di Ford, nel Regno Unito, ha raccolto la sfida installando due nuovi macchinari appositamente costruiti, in grado di produrre tra le 60 e le 90 mascherine usa e getta al minuto. Tre team di dieci persone lavoreranno 24 ore su 24 per produrle.

In Germania, il Rapid Prototyping Center, a Merkenich, gestirà l’intera produzione di schermi facciali, utilizzando macchine per lo stampaggio a iniezione per produrre fino a 5.000 schermi facciali al giorno, da utilizzare in tutte le strutture Ford in Europa.

In Spagna, a Valencia, Ford utilizza la stampa 30 per produrre 300 schermi facciali al giorno, 5.500 unità sono già state donate ai professionisti del settore sanitario. Saranno donati altri 1.500 schermi, mentre il team continuerà a produrre quelli per uso interno.

Gli schermi facciali vengono prodotti anche in Romania, a Craiova. Ne sono già stati prodotti circa 10.000 per i dipendenti Ford e la rete di rivenditori locali. Il team è anche in attesa delle necessarie autorizzazioni delle autorità rumene per iniziare a donare protezioni agli ospedali e ad altre istituzioni.

L’iniziativa per la produzione di mascherine e schermi facciali rientra nel Progetto Apollo di Ford, un impegno globale per la realizzazione di dispositivi di protezione individuale, assistenza con iniziative locali e nazionali e l’aumento della disponibilità di respiratori, il tutto per contribuire a ridurre la diffusione del COVID-19.