Urbanizzazione avanzata e sostenibile che punta a una forte integrazione fra Auto e Città, è questo il cardine attorno al quale ruota il progetto Milano Future City. In partnership con Volvo Car Italia, il progetto Milano Future City è stato presentato in anteprima alla Design Week 2019, al Volvo Studio Milano, nell’ambito del ciclo di incontri Innovation Design District.

Preview Milano Future City 2019

Milano Future City

Il progetto Milano Future City, curato dall’architetto-urbanista Andrea Boschetti (una delle principali firme internazionali del settore nonché direttore scientifico di Innovation Design District), costituisce un’affascinante risposta al tema The Hospitable City sul quale è centrato quest’anno il ciclo di conferenze e dibattiti legati a Innovation Design District.

Il coinvolgimento di Volvo mira a concentrare l’attenzione sul tema assai significativo dell’integrazione fra auto e città. Un’integrazione che può rendersi possibile grazie alle moderne tecnologie e ai servizi digitali che il settore automotive sta sviluppando e implementando a vantaggio della user experience. L’approccio human-centric di Volvo costituisce poi un evidente parallelo con la “città ospitale”.

Milano Future City: Crescita in chiave sostenibile

Milano Future City costituisce infatti un’importante visione strategica per il futuro di Milano e anche una ricerca concreta a favore della città e della sua crescita in chiave sostenibile a vantaggio delle persone. L’obiettivo ultimo del progetto è quello di restituire, rinnovati e vivibili, ai cittadini di Milano, alcuni dei più importanti assi viari carrabili ad intenso scorrimento, concepiti in un recente passato ed oggi per lo più anacronistici, enormemente inquinanti e ostili nei confronti della città più lenta e gentile, vale a dire quella destinata a pedoni e biciclette. L’obiettivo del progetto è ritrovare una nuova armonia tra auto e città digitalizzando e automatizzando i flussi e le infrastrutture e riportando il verde in città ovunque possibile.

Quali soluzioni concrete si ipotizzano? Si pensa ad auto e mezzi puliti per favorire la transazione alla completa mobilità elettrica, a sistemi di illuminazione e segnaletica intelligenti in grado di comunicare con tutti i mezzi in scorrimento o a pavimentazioni progettatine come tappeti tecnologici. E il ruolo della tecnologia nella ‘città ospitale’ appare determinante. Automazione, elettrificazione, connettività e servizi telematici semplificano la relazione fra auto e utente e fra auto e ambiente circostante, richiedendo al tempo stesso l’adeguamento delle infrastrutture. Così Auto e Città cessano di essere antagoniste e cooperano a un obiettivo comune, stabilendo un dialogo virtuoso che contribuisce a un’evoluzione in senso sostenibile.

Volvo Vision 2020

Ma la città accogliente deve essere anche Sicura. In tal senso, la Volvo Vision 2020, che punta all’azzeramento delle vittime per incidente stradale, costituisce una sorta di dichiarato impegno ai fini di una efficace realizzazione del progetto.

Abbiamo e ci teniamo ad avere un rapporto stretto con la città di Milano” afferma Michele Crisci, Presidente Volvo Car Italia. “Per noi Milano è esempio di urbanismo avanzato e per questo abbiamo realizzato proprio a Milano il primo Volvo Studio, un progetto innovativo che parla di mobilità sostenibile. Attraverso le attività in programma quest’anno e il progetto Milano Future City al quale abbiamo deciso di dare sostegno intendiamo raccogliere i frutti di quanto seminato lo scorso anno. Nel 2018 gli incontri ospitati al Volvo Studio hanno sottolineato la necessità di cooperazione fra auto e ambiente urbano come esempio di pensiero avanzato per un futuro sostenibile; ora passiamo a mostrare nella pratica come questo possa avvenire.”

Il progetto Milano Future City permette dunque di ribadire i temi che corrispondono ai tre pilastri del nuovo obiettivo strategico globale della Casa, sintetizzato con la formula Freedom To Move: Safe, Sustainable, Personal.

Volvo Studio Milano

Il Volvo Studio è un concept globale di Volvo Car Group che trova a Milano la prima applicazione. Il Volvo Studio Milano è stato inaugurato nel corso del 2017 ed è concepito come un raffinato ed elegante ambiente di ispirazione scandinava nel quale il pubblico incontra Volvo e i suoi valori entrando in un mondo fatto di tecnologia innovativa, sicurezza e attenzione all’ambiente, design, eleganza e lusso scandinavo. Attraverso la sua programmazione di attività e di eventi il Volvo Studio Milano intende parlare a un pubblico ampio e affine ai valori del marchio Volvo stabilendo al contempo una relazione stretta con la città di Milano, da sempre simbolo del gusto, del design e della moda e oggi anche esempio di sviluppo urbanistico efficace. Il luogo ideale nel quale raccontare il viaggio di Volvo verso la mobilità del futuro.

Volvo e le partnership tecnologiche

Per preparare i futuri scenari proiettati dalla rivoluzione in atto nel mondo dell’auto, Volvo Cars ha attivano nel corso degli ultimi due anni una serie di partnership con aziende di punta nelle tecnologie strategiche qual Intelligenza Artificiale, Guida Autonoma, Elettrificazione e Servizi Digitali destinati a migliorare la user experience. Ecco, di seguito, le principali iniziative intraprese da Volvo:

Gennaio-Aprile 2017

Nasce Zenuity, joint venture per lo sviluppo di software per la guida autonoma e i sistemi di assistenza al guidatore.

Volvo Cars e Autoliv, leader mondiale nei sistemi di sicurezza automobilistica, annunciano la creazione di una joint venture denominata Zenuity focalizzata sullo sviluppo di software per la guida autonoma e i sistemi di assistenza al guidatore. Zenuity rappresenta il primo caso di collaborazione fra una Casa automobilistica leader nel segmento delle vetture di lusso e un fornitore di primo livello finalizzata allo sviluppo di nuovi sistemi avanzati di assistenza alla guida (ADAS) e di tecnologie di guida autonoma (AD).

La ‘mission’ di Zenuity è servirsi del know-how più innovativo in ambito ADAS/AD per creare soluzioni affidabili e flessibili con contenuti tecnologici d’avanguardia per il mercato di oggi e del futuro. Per realizzare questo obiettivo si attinge a una vasta esperienza specialistica e si utilizzano soluzioni collaudate in condizioni reali.

Giugno 2017

Parte la collaborazione con NVIDIA per lo sviluppo di sistemi avanzati per vetture a guida autonoma.

Volvo Cars, Autoliv e NVIDIA, società specializzata in AI e visual computing, iniziano a collaborare allo sviluppo di sistemi e software avanzati per automobili con guida autonoma. Le tre aziende lavorano insieme a Zenuity per sviluppare tecnologie di prossima generazione per la guida autonoma. L’accordo prevede che Volvo Cars, Autoliv e Zenuity utilizzino la piattaforma informatica supportata da intelligenza artificiale specifica per automobili di NVIDIA come base per lo sviluppo del loro software avanzato.

Volvo Cars, Autoliv, Zenuity e NVIDIA iniziano a collaborare allo sviluppo di sistemi in grado di utilizzare il deep learning – una forma di intelligenza artificiale – per riconoscere gli oggetti nei rispettivi contesti, prevenire i pericoli potenziali e navigare in completa sicurezza. Tali sistemi sono in grado di confrontare la conoscenza situazionale in tempo reale con una mappa nota ad alta definizione, consentendo la pianificazione di un percorso sicuro che viene poi seguito con precisione dal veicolo e le eventuali modifiche necessarie per l’adeguamento a circostanze in continuo mutamento. Essi riescono inoltre a svolgere altre funzioni critiche come, ad esempio, collegare le immagini rilevate dalla telecamera per creare una vista a 360 gradi dell’area attorno al veicolo.

Settembre 2017

Volvo Cars acquisizione Luxe, azienda di servizi digitali per il consumatore.

Volvo Cars annuncia l’acquisizione della piattaforma di Luxe, società di servizi esclusivi di concierge e di ritiro e riconsegna auto con sede negli Stati Uniti. L’acquisizione dà un forte impulso alle attività di Volvo Cars nell’ambito dello sviluppo di servizi digitali in grado di semplificare l’esperienza del consumatore. L’avanzata piattaforma tecnologica e il software di Luxe consentiranno a Volvo di sviluppare prodotti e servizi digitali con l’obiettivo di contribuire a un futuro in cui la tecnologia semplifichi la vita di tutti i giorni. Con l’aumento del numero di veicoli Volvo con connessione Internet, la disponibilità di servizi digitali diventa un aspetto sempre più importante nel processo di scelta di un’auto.

La tecnologia di Luxe fornisce a Volvo algoritmi avanzati per il calcolo dei percorsi, la pianificazione logistica e la previsione dei tempi d’arrivo. Il servizio offerto da Luxe consente agli automobilisti di lasciare la propria vettura in qualsiasi punto della città, dove viene poi prelevata da un addetto incaricato di parcheggiarla in un luogo adeguato e sicuro, ed eventualmente di rifornirla di carburante e lavarla, se richiesto.

Gennaio 2018

Volvo Cars lancia il Tech Fund per investimenti e partecipazioni in start-up tecnologiche.

Il Tech Fund di Volvo Cars viene creato per investire in start-up tecnologiche a elevato potenziale. Il fondo concentra i suoi investimenti sulle tendenze tecnologiche strategiche che stanno trasformando il settore automobilistico come l’Intelligenza Artificiale, l’elettrificazione, la guida autonoma e i servizi in mobilità digitale. Volvo Cars conferma così il proprio forte impegno nello sviluppo di rapporti strategici con società terze al fine di promuovere l’introduzione di nuove tecnologie nei propri prodotti, affrontando così in maniera proattiva i profondi cambiamenti in corso nel settore automobilistico.

Giugno 2018

Volvo Cars Tech Fund investe in Luminar per lo sviluppo di sensori avanzati per auto.

Volvo Cars porta a termine il suo primo investimento strategico attraverso il suo fondo d’investimento Tech Fund acquisendo una quota di partecipazione in Luminar, una start-up di punta specializzata nello sviluppo di tecnologia sensoristica avanzata con sedi a Palo Alto, in California, e a Orlando, in Florida. La tecnologia LiDAR, che utilizza segnali laser a impulsi per la rilevazione degli oggetti, costituisce un elemento fondamentale per la realizzazione di veicoli autonomi sicuri. Il rilevamento LiDAR è essenziale per consentire alle auto con guida autonoma di muoversi in sicurezza in contesti di traffico complessi e a velocità elevate, dotando queste automobili di capacità di percezione a lunga distanza affidabili.

Le nuove capacità di percezione cui Luminar sta lavorando in collaborazione con Volvo Cars consentono al sistema di rilevare il corpo umano individuandone persino i singoli arti – un livello di dettaglio prima non raggiungibile con questo tipo di sensore. La nuova tecnologia è in grado di individuare la presenza di oggetti fino a 250 metri di distanza, di gran lunga superiore a quanto gestito dalle attuali tecnologia LiDAR. Lo sviluppo della tecnologia LiDAR e di capacità di percezione avanzate è uno dei modi attraverso cui Volvo Cars si sta impegnando per realizzare vetture completamente autonome e sicure. 

Luglio 2018

Volvo Car Mobility lancia M, nuovo marchio per servizi di mobilità personalizzati.

Volvo Cars annuncia l’introduzione di M, un nuovo marchio che amplia le attività della Casa nell’ambito della mobilità fornendo un affidabile accesso on demand a vetture e servizi mediante una app intuitiva. M raccoglie informazioni su esigenze, preferenze e abitudini dei suoi utilizzatori per poi personalizzare la relazione con il cliente. Volvo Cars si evolve da Casa automobilistica a fornitore diretto di servizi ai clienti. I consumatori che risiedono nei centri urbani stanno rivedendo il tradizionale concetto di possesso dell’auto. M è parte della risposta di Volvo a questo cambiamento nell’ambito di una nuova mission chiamata Freedom to Move.

M sviluppa una tecnologia di apprendimento in grado di analizzare come le persone utilizzano la propria auto per fornire soluzioni che soddisfino le loro esigenze sfruttando al meglio il tempo a disposizione. M fa affidamento su 20 anni di raccolta di dati e di esperienza di Sunfleet, la società di Volvo Car Group che ha anticipato la tendenza verso il car sharing. Sunfleet, con le sue 500.000 transazioni annue e una flotta di 1.700 vetture, è la principale società di car sharing in Svezia.

Ottobre 2018

Volvo Cars e NVIDIA annunciano lo sviluppo di un nuovo computer per AI destinato a SPA2

Volvo Cars e NVIDIA annunciano lo sviluppo di un avanzato computer di bordo abilitato all’Artificial Intelligence per la prossima generazione di automobili Volvo. Il nucleo del microprocessore sarà basato sulla tecnologia DRIVE AGX Xavier di NVIDIA e consentirà a Volvo Cars di implementare una piattaforma informatica avanzata per le sue nuove vetture basate sulla sua Architettura di Prodotto Scalabile 2 (SPA 2). La nuova piattaforma informatica sfrutterà i progressi fatti da NVIDIA nell’ambito della AI, consentendo a Volvo Cars di implementare sistemi di supporto alla guida avanzati, tecnologie per la gestione dei consumi energetici e opzioni di personalizzazione a bordo auto. Grazie all’aggiunta di avanzate funzionalità di percezione a 360° e di un sistema di monitoraggio del conducente, il nuovo computer di bordo sosterrà Volvo Cars nei suoi sforzi volti all’introduzione di vetture a guida autonoma sicure. La prima automobile dotata del nuovo computer di bordo verrà introdotta all’inizio del prossimo decennio.

L’accordo consolida il rapporto di collaborazione e partnership già esistente fra Volvo Cars e NVIDIA per lo sviluppo di sistemi avanzati e di software per vetture con funzioni di guida autonoma.

Ottobre 2018

Volvo Cars Tech Fund investe in FreeWire per studiare soluzioni di ricarica rapida per auto elettriche.

Il Volvo Cars Tech Fund acquisisce una quota di FreeWire Technologies, società specializzata in sistemi di ricarica di auto elettriche. Volvo Cars rafforza così il proprio impegno sul fronte dell’elettrificazione. FreeWire ha sede a San Francisco ed è pioniere nella tecnologia di ricarica rapida flessibile per auto elettriche, essendo specializzata in tecnologia di ricarica veloce fissa e mobile che consente l’installazione rapida e su ampia scala di soluzioni di ricarica per vetture elettriche. L’installazione di stazioni di ricarica di tipo tradizionale costituisce un processo costoso che richiede una serie di potenziamenti a livello elettrico a supporto del collegamento fra le stazioni di ricarica e la rete elettrica principale. Le stazioni di ricarica di FreeWire eliminano questa complicazione e utilizzano un’alimentazione a bassa tensione, consentendo ai gestori di usare le semplici prese di corrente esistenti. Ciò in prospettiva consentirà agli acquirenti di veicoli Volvo di semplificare la propria esperienza di clienti godendo di tutti i vantaggi della ricarica rapida.

Novembre 2018

Annunciata la collaborazione fra Volvo Cars e Baidu per sviluppo di automobili con guida autonoma.

Volvo Cars raggiunge un accordo con Baidu, società cinese che detiene il principale motore di ricerca del Paese, per lo sviluppo congiunto di automobili elettriche compatibili con la tecnologia di guida autonoma e per la successiva produzione delle stesse per il mercato cinese. Volvo Cars è la prima Casa automobilistica straniera a collaborare a stretto contatto con Baidu per sviluppare congiuntamente vetture completamente elettriche a guida autonoma personalizzate. La collaborazione con Baidu è la prima di questo tipo avviata da Volvo in Cina e Volvo Cars è stata scelta come partner da Baidu per le sue credenziali in fatto di sicurezza. Baidu metterà a disposizione la sua piattaforma di guida autonoma Apollo, mentre Volvo offrirà l’accesso alla sua competenza e alle sue tecnologie avanzate in ambito automobilistico. L’accordo con Baidu è un’ulteriore indicazione della strategia di Volvo Cars sul fronte della guida autonoma. La Casa intende dare servizi di mobilità diversificati e vede nella guida autonoma un elemento fondamentale di tale strategia. Entro la metà del prossimo decennio Volvo prevede di generare un terzo delle vendite annue complessive grazie alle vetture a guida autonoma.

Febbraio 2019

Volvo Cars Tech Fund investe in Zūm, società di servizi di ride sharing per bambini.

Il Volvo Cars Tech Fund acquisisce una partecipazione nel capitale di Zūm, società californiana specializzata nell’offerta di servizi di ride sharing su richiesta riservati ai bambini. Zūm dispone di una rete fiduciaria di migliaia di autisti selezionati nell’area della Baia di San Francisco, a Los Angeles e in altre aree urbane in California. Gli autisti vengono messi a disposizione di genitori e scuole per il trasporto su prenotazione dei bambini a/da scuola, a eventi dopo l’orario scolastico e altre attività. Viene inoltre offerta la possibilità di aggiungere un servizio di baby-sitting prima o dopo il trasporto. Si tratta dunque di una soluzione che aiuta i genitori molto impegnati a far fronte in modo sicuro ai diversi impegni dei figli durante la giornata.

Poiché il modello di business snello ed efficiente di Zūm si basa su algoritmi intelligenti e sul machine learning, il servizio può arrivare a competere con lo scuola-bus e va comunque ad ampliare le alternative a disposizione di genitori e distretti scolastici. Zūm utilizza algoritmi avanzati e tecnologie di machine learning per individuare i percorsi più efficienti e per assegnare gli autisti alle corse. Una app mobile e un cruscotto online consentono sia ai genitori sia alle scuole di seguire in ogni momento il viaggio del bambino durante il trasferimento in auto.

Il target di clienti di Zūm, vale a dire le famiglie con bambini, si sovrappone in modo significativo con la base clienti di Volvo Cars. Per questo Volvo Cars intravede una possibilità di collaborazione con Zūm, che può essere, ad esempio, aggiunta ai servizi digitali offerti nell’ambito del pacchetto Care by Volvo.