Sergey Brin: ecco chi c’è dietro Google

Sergey Brin Google Pop Art
Chi c'è dietro Google? Ecco chi è Sergey Brin, una delle menti che ha creato il motore di ricerca capace di cambiare il modo di usare internet.

Ecco chi è uno degli uomini più potenti del mondo. Ha inventato Google, si chiama Sergey Mikhaylovich Brin e nasce il 21 agosto del 1973, a Mosca. Sergey Brin all’età di sei anni emigra verso gli Stati Uniti dall’ex Unione Sovietica, insieme alla sua famiglia composta da Mikhail ed Yevgenia Brin (di origini ebraiche). Sergey è un ragazzo che studia molto, segue le orme del padre e del nonno studiando matematica e informatica all’università, laureandosi però nel Maryland. A seguito dell’esperienza formativa, Brin si trasferisce a Stanford per guadagnare un dottorato di scienze informatiche: qui conosce Larry Page, suo futuro amico e compagno nella fondazione di Google. Essi condividono la stessa stanza al dormitorio studentesco e lavorano insieme con dei computer universitari di scarsa qualità quando decidono di realizzare un motore di ricerca (BackRub) nel 1996. Page e Brin si rendono presto conto di poter costruire qualcosa di grande insieme: abbandonano in seguito gli studi, affittano un garage e si dedicano alla programmazione del futuro Google.

LEGGI ANCHE: La storia di Big G: Come nacque Google

Ha investito nel progetto Space Adventures

Nel 2004 insieme a Page, è stato nominato “Uomo della settimana” da ABC World News Tonight. Nel Gennaio 2005 Sergey Brin è stato eletto tra gli “Young Global Leaders” del World Economic Forum. Nel giugno del 2008, ha investito ben 4,5 milioni di dollari nel progetto “Space Adventures” mirato ad inviare turisti nello spazio (fino ad ora 5 fortunati ne hanno approfittato). Sergey Brin è sposato dal 2007 con Anne Wojcicki, ed il suo personale patrimonio è stimato intorno a 29,1 miliardi di dollari. (qui la sua pagina Google Plus)

Sergey Brin è un filantropo

Sergey Brin è sicuramente uno degli uomini più famosi e ricchi del pianeta, ma anche un uomo con interessi importanti. La sua società pone tra i suoi obbiettivi anche la risoluzione dei problemi legati ai cambiamenti climatici ed energetici del pianeta; pare infatti che Google, stia investendo nel settore delle energie alternative per poter trovare sempre più ampie fonti rinnovabili: nel mese di ottobre 2010 Google ha investito denaro in un importante progetto di sviluppo dell’energia eolica off-shore, per supportare la rete elettrica della costa orientale degli Stati Uniti. Brin e Page, hanno inoltre presentato una macchina dotata di “intelligenza artificiale” che ci permettà in futuro di guidare attraverso sensori e radar. Come se non bastasse, il genio russo naturalizzato americano è uno tra i finanziatori della Tesla Motors, società produttrice di veicoli dotati di autonomia elettrica.

[Photo by Stylology.it]

Post correlati

migliori marchi al mondo del 2020

I migliori marchi al mondo: la classifica dei primi 100 nel 2020

Come ogni anno Interbrand stila la classifica dei migliori marchi al mondo.  E nel 2020 la graduatoria, il Best Global Brands, regala una fotografia del mondo produttivo alle prese con il coronavirus. La classifica viene stilata prendendo in considerazione il valore e il ritorno economico più elevato. Non si tratta quindi di una panoramica dei

Leggi tutto
lockdown del 5 novembre spostamenti italiani

Ricerche su Google 2020: le domande degli italiani durante la pandemia

Quali sono state le ricerche su Google nel 2020 degli italiani? Quali i termini di tendenza che hanno caratterizzato il burrascoso anno del “coronavirus”, con domande e particolari parole chiave inserite nel motore web più importante della rete? Come ogni anno è proprio Big G a rivelarci cos’ha attirato l’attenzione degli internauti. E se lo

Leggi tutto