Indossare la mascherina con gli occhiali: i consigli per non farli appannare

Occhiali appannati con mascherina. Già. Uno dei problemi insorti con l’obbligo di indossare la mascherina di protezione da COVID-19 è quello dell’utilizzo abbinato ad occhiali. Perché cosa succede abitualmente? Si appannano. Respirando all’interno della mascherina si crea condensa. Questa sale e va a formare una fastidiosissima patina che impedisce una normale visibilità. Sia che siano occhiali da vista o occhiali da sole.

Per chi abitualmente indossa occhiali questo fenomeno è noto da tempo. Ci sono varie situazione dove le lenti si possono appannare. Passare da un ambiente freddo ad uno riscaldato, bere bibite calde, avvicinarsi all’acqua che bolle. Tutte situazione dove il rischio c’è e si può manifestare. Del resto sappiamo benissimo quanto spesso possa accadere anche in auto costringendoci a far partire il ventilatore sul parabrezza onde evitare il rischio di scarsa visibilità. Ma in virtù di una circostanza obbligata, gli occhiali appannati con mascherina meditano una soluzione.

Occhiali appannati con mascherina, trucchi e consigli

Innanzitutto fondamentale indossare una mascherina che si adatti correttamente alla dimensione del viso. Una maschera troppo ampia consente un passaggio d’aria maggiore verso l’alto che può facilmente raggiungere gli occhiali e, dunque, appannarne le lenti. La mascherina deve poggiare bene sul naso e abbracciare il resto del viso. Importante utilizzare mascherine dove nella parte alta ci sia il rinforzo rigido che poggia sul naso chiudendo così bene il passaggio di aria. Sono fatte con materiali appositi per la respirazione quindi tranquilli non si soffoca.

mascherina con rinforzo rigido sul naso: fonte foto Amazon.it

Se utilizzate questo tipo di mascherine e le lavate, attenzione. Perché perdono di consistenza e il rinforzo rigido perde aderenza. Passerà sicuramente più aria dall’alto e gli occhiali appannati con mascherina diventeranno un leit motiv. Inoltre sostituire la mascherina ogni giorno è una soluzione gradita, sia per evitare le impurità del nostro utilizzo giornaliero, sia per sicure capacità della nuova mascherina di rimanere più aderente.

Un altro metodo per prevenire l’appannamento degli occhiali è quello di utilizzare dei prodotti appositi. Gel e spray anti-appannamento per occhiali sono spesso utilizzati da sciatori, ciclisti e nuotatori per evitare questa problematica in movimento. Sono facili da applicare e possono essere reperiti nei negozi specializzati.

Altra soluzione è quella di pulire gli occhiali con acqua e sapone prima di indossare la mascherina, e poi far asciugare le lenti all’aria o tamponandole delicatamente con un panno. L’obiettivo è creare una specie di strato protettivo di sapone che manterrà le lenti trasparenti ma impedirà l’appannamento per un paio d’ore.

Uno dei metodi più classici per evitare gli occhiali appannati con mascherina è quello già utilizzato per altre situazioni sopra analizzate. Ovvero quello di un panno in microfibra per pulire le lenti. In commercio ci sono degli speciali panni in microfibra impregnati di una sostanza anti-appannamento. La stoffa, in combinazione alla sostanza, fornisce un effetto a lungo termine e può essere utilizzato per la pulizia quotidiana delle lenti. Questi panni vanno generalmente sostituiti dopo tre mesi di utilizzo.

Infine c’è la soluzione che non ti aspetti. La schiuma da barba! Ebbene. Se strofinate una piccola quantità di schiuma da barba su entrambi i lati della lente e poi risciacquate risulta efficace. Un trucchetto ritenuto