Opel Grandland X: come usare Android Auto con IntelliLink

Opel Grandland X
Il SUV Opel GrandlandX offre completa compatibilità con gli smartphone. Come usare Android Auto

Oggi è sempre più difficile rinunciare allo smartphone; ma se fino a qualche anno fa l’attenzione era rivolta soprattutto verso le funzioni telefoniche, ultimamente la parte internet è salita al vertice delle esigenze. Parliamo della miriade di applicazioni, anzi di app, alle quali ci affidiamo sempre più spesso. Al punto che vorremmo continuare ad utilizzarle anche quando saliamo in auto. A tal proposito lo stato odierno della tecnologia offre due standard che coprono la quasi totalità dei telefoni in circolazione, vale a dire Android Auto di Google e CarPlay di Apple.

Come usare Android Auto su Opel Grandland X

Da qualche anno i costruttori automobilistici hanno cominciato a rendere compatibili con tali sistemi i loro apparati di bordo dedicati a multimedia e comunicazione (riassunti in una brutta parola inglese, infotainment). Naturalmente il SUV Opel Grandland X è ben carrozzato sotto questo punto di vista, proponendo di serie su tutta la gamma la connettività con entrambi i sistemi. Ma come fanno l’auto e lo smartphone a “parlarsi” attraverso queste interfacce? Come si usano? Vediamo brevemente come fare, soffermandoci in questa sede su Android Auto.

L’app Android Auto è installabile attraverso Google Play su qualsiasi dispositivo mobile con Android 5.0 Lollipop o superiore; per prestazioni ottimali è consigliato almeno Android 6.0 Marshmallow.  Descriviamo il collegamento con una Opel Grandland X equipaggiata con l’apparato multimediale di base, chiamato R 4.0 IntelliLink. Innanzitutto dalla schermata iniziale di IntelliLink si deve selezionare la voce impostazioni, quindi trovare e attivare la voce “abilita Android Auto”.

Per quanto riguarda i veicoli col sistema Navi 5.0 IntelliLink, l’unica differenza nell’utilizzo è che come prima cosa si deve premere il pulsante “app” posto sulla plancia sotto al display, sulla destra tra il pulsante “set” e quello col simbolo dell’auto.

Opel GRANDLAND X e ANDROID Auto

Opel Grandland X
La schermata iniziale di Android Auto su Opel Grandland X

Ora è il momento di collegare fisicamente lo smartphone all’auto tramite un cavo USB. Quindi dal sistema di bordo, schermata home, si seleziona l’icona Android Auto, apparsa subito dopo il collegamento; prima era invece l’icona “proiezione”.

Per attivare il controllo vocale delle funzioni telefoniche, si deve tenere premuto per qualche secondo l’apposito pulsante sul volante; la semplice pressione breve invece attiverà l’interfaccia telefonica nativa della vettura. Tutto qui; da questo momento il display dell’auto ed eventualmente i pulsanti del volante saranno i terminali per inviare comandi allo smartphone.

Per esigenze di sicurezza nella guida, non è possibile usare direttamente il telefono (cioè impartendo comandi a mano sul suo schermo) mentre Android Auto è in esecuzione. In ogni momento è possibile tornare all’infotainment dell’auto premendo il tasto home. Lo stesso tasto va tenuto premuto per qualche decimo di secondo per passare invece nuovamente da IntelliLink ad Android Auto. Va evidenziato che, una volta collegato il cavo, viene automaticamente attivata anche la connessione bluetooth; questo per consentire di eseguire telefonate.

A questo punto non si deve fare altro che scegliere l’app desiderata. Quali app si possono usare su Android Auto? Questo dipende direttamente dall’applicazione. Google Maps, Waze o Spotify sono solo alcune delle possibilità. Google Play Music o You Tube Music sono altre; Audible (audiolibri), Pandora, Amazon Music, Facebook Messenger, Skype, oltre ad una miriade di radio internet: le opzioni sono veramente numerose. In generale, tutte le tipologie di applicazioni che non comportano distrazioni pericolose dalla guida. Per sapere quali sono le app compatibili tra quelle installate sul telefono, è sufficiente premere il pulsante desiderato: ad esempio selezionando “audio” (il simbolo della cuffia), apparirà l’elenco di tutte le app compatibili. (Visita anche il sito ufficiale Opel)

In collaborazione con Opel Italia

Visualizza questo post su Instagram

🔶Oggi ho fatto visita al Salone delle auto di Torino nella splendida cornice del @parcovalentino. ⏩ Ho avuto modo di scoprire tutti i segreti di OPEL GRANDLAND X, terzo componente e modello al vertice della serie Opel X, che comprende Mokka X e Crossland X. • Illuminante la splendida chiacchierata con Stefano Virgilio, responsabile comunicazione di OPEL ITALIA. • Linee moderne, eleganti e sportivamente dinamiche, fascino offroad e seduta rialzata per un’eccellente visibilità, numerose tecnologie avanzate, tanto spazio e comfort per cinque passeggeri amanti dell'avventura e dotazioni di sicurezza ai massimi livelli assicurano a GRANDLAND X tutte le qualità per competere in un segmento così vitale come quello dei SUV. • Vi aspetto al Parco del Valentino per toccare con mano GRANDLAND X! 📍 #DEROwithOPEL – project with @opelitalia ⏩ #opelgrandlandx #automotive #automotivegram #bloggerlife #derogram

Un post condiviso da Silvio De Rossi (@silvioderossi) in data:

Post correlati

40 anni opel corsa

Opel Corsa: una storia italiana lunga 40 anni

“Opel Corsa è la piccola della Opel” recitava la campagna pubblicitaria con cui quando, 40 anni fa, nell’Autunno 1982, la prima generazione di Opel Corsa fu lanciata il Italia, debuttando in un segmento di mercato che negli anni seguenti avrebbe avuto un ruolo primario. In realtà però tanto “piccola” quella prima Opel Corsa non doveva

Leggi tutto
Airbag di Opel full size

Airbag di Opel, il full-size compie 30 anni

L’airbag di Opel compie 30 anni. Era infatti il 1992 quando il brand tedesco proponeva un inedito airbag della capacità di 67 litri, ovvero circa il doppio di quella del contemporaneo Eurobag, che proprio per questo suo grande volume d’impatto era in grado di proteggere il guidatore anche in caso di collisioni laterali. In queste

Leggi tutto
Opel-Corsa-Spider

Opel Corsa Spider: la cabriolet che anticipò l’iconica utilitaria

In attesa che la prima generazione di Opel Corsa facesse la sua apparizione sulla ribalta internazionale, quaranta anni fa, al Salone di Ginevra del marzo 1982 la casa tedesca presento la Opel Corsa Spider, uno studio stilistico di una piccola cabriolet con carrozzeria in fibra di vetro equipaggiata con la meccanica della Opel Kadett 1.000

Leggi tutto