Kia Niro Plug-In Hybrid

La strategia di Kia, orientata verso la progressiva riduzione dei consumi e delle emissioni, si concretizza anche attraverso l’introduzione in gamma di modelli che vantano sistemi di propulsione alternativi, tecnologicamente sempre più avanzati.

Le due novità che vengono ora proposte sul mercato italiano sono: Kia Niro Plug-In Hybrid e Kia Optima SW Plug-In Hybrid. Questi due gioielli pongono Kia in una posizione di avanguardia nel mercato delle propulsioni alternative a basse emissioni.

Kia Niro Plug-in Hybrid

Il progetto di Kia Niro, concepito fin dall’origine per veicoli con propulsioni alternative, ha avuto uno sviluppo mirato alle necessità tecniche dei sistemi di propulsione “green” di oggi e di domani. L’adozione di un sistema di propulsione non convenzionale Plug-in Hybrid, non ha nessuna influenza sull’architettura del veicolo, sulla sua versatilità e sugli spazi disponibili. Modello del tutto originale, senza precedenti nella gamma Kia, Niro esprime una personalità davvero unica. Il design, sviluppato dai centri stile Kia in California e in Corea, sintetizza la praticità e la personalità estetica di una crossover compatta, con l’aspetto slanciato e finemente scolpito. Il profilo aerodinamico, il classico frontale a naso di tigre e il terzo montante robusto, assieme a molti altri dettagli, rendono Niro immediatamente riconoscibile come una vettura Kia.

L’attenzione all’efficienza aerodinamica è dimostrata dal valore di Cx particolarmente basso, 0,29, mentre il passo lungo (2.700 mm) e gli sbalzi contenuti (anteriore e posteriore di 870 and 785 mm, rispettivamente) consentono di avere uno spazio a disposizione dell’abitacolo molto ampio rispetto alle dimensioni esterne.

Kia Niro è lunga 4.355 mm, larga 1.800 mm e alta 1.535 mm, valori intermedi fra quelli di cee’d e quelli di Sportage. Il pacco batterie è collocato sotto il sedile posteriore e il vano di carico che conserva una capacità di 324 litri (secondo il metodo di misura VDA) mentre non c’è nessuna limitazione negli spazi interni all’abitacolo. La larghezza di 1800 mm assicura anteriormente uno spazio alle spalle di 1423 mm e di 1402 mm dietro. Lo spazio per la testa è ai vertici della categoria per tutti i passeggeri, con fino a 1.018 mm di altezza nei posti anteriori e 993 mm di altezza per quelli posteriori, misure superiori a quelle di molti crossover concorrenti.

Il cuore termico-elettrico

Il cuore del sistema PHEV di Niro è il pacco batterie al litio di alta capacità (8,9 kWh); questo alimenta un nuovo e più potente motore elettrico da 44,5 kW (32 kW nel caso della normale versione ibrida). Il motore termico 1.6 GDI a benzina della famiglia Kappa, da parte sua eroga 105 CV e la coppia massima di 147 Nm e complessivamente il sistema dispone di 141 CV e 265 Nm di coppia, con la possibilità di accelerare da 0 a 100 km/h in soli 10,8 secondi (0,7 secondi meno della normale Niro). L’aumento della potenza del motore elettrico e della capacità delle batterie conferisce a Niro PHEV un’autonomia solo elettrica fino a 58 km e di conseguenza le emissioni di CO2 secondo le normative.

NEDC sul consumo combinato (1,3 litri/100km) sono omologate a 29 g/km (contro gli 88 g/km delle normale Niro ibrida). La potenza è trasmessa alle ruote anteriori attraverso il cambio DCT a doppia frizione a 6 marce, interamente sviluppato da Kia. Per la Niro PHEV la logica di funzionamento è stata adattata al sistema ibrido in modo da offrire una sensazione di guida unica e una risposta più immediata rispetto agli altri sistemi tipici dei modelli ibridi. Lo schema TMED (Transmission-Mounted Electric Device) creato appositamente per la Niro, assicura che la potenza dei due sistemi di propulsione venga trasmessa alle ruote in parallelo con le minime perdite di energia. In questo modo l’efficienza è superiore rispetto al più diffuso sistema “power split”, nel quale parte della potenza del motore viene trasmessa per via elettrica (prodotta e trasferita al motore elettrico).

Efficace recupero di energia e sistemi “predittivi” di assistenza alla guida

Kia Niro Plug-in Hybrid è equipaggiata con le più avanzate tecnologie per migliorare l’efficienza della batteria e aumentare l’autonomia sia con il motore termico in funzione sia in modalità totalmente elettrica a emissioni zero. La frenata rigenerativa permette al sistema di recuperare energia e ricaricare le batterie durante i rallentamenti o nella marcia in discesa; inoltre il nuovo sistema Eco DAS (Eco Driving Assistant System) fornisce al pilota le indicazioni per adattare lo stile di guida al percorso nel modo più efficace.

Il sistema Eco DAS incorpora il Coasting Guide Control (CGC) e il Predictive Energy Control (PEC) che rispettivamente consigliano (sulla base del percorso e dei dati presenti nel navigatore) quando è utile rilasciare il pedale dell’acceleratore per ottenere il miglior equilibrio fra energia spesa e recuperata.

Look inconfondibile ed equipaggiamenti dedicati

Kia Niro Plug-in Hybrid presenta dettagli della carrozzeria e dell’abitacolo che la distinguono dalla attuale Niro Hybrid. All’esterno si nota la cornice satinata della griglia, assieme ai profili blu-metallizzati che impreziosiscono gli scudi anteriore e posteriore. I cerchi in lega da 16 pollici sono strutturati in modo da ridurre la resistenza aerodinamica, i fari sono del tipo full-LED e l’identificazione del modello riporta il badge “Eco Plug-in”.

All’interno i rivestimenti sono in pelle nera, oppure nera e grigio chiaro con cuciture a vista azzurre, come azzurre sono le cornici delle bocchette d ventilazione. Il cruscotto digitale è costituito da un singolo schermo TFT da 7 pollici sul quale vengono raffigurate tutte le informazioni che riguardano il sistema di propulsione, lo stato delle batterie e le indicazioni per una guida più efficiente.

Al centro della plancia il touchscreen da 8 pollici riunisce le funzioni di infotainment e di navigazione mentre la speciale configurazione è dedicata all’indicazione dell’autonomia elettrica e della presenza di stazioni di ricarica raggiungibili. Nella console centrale trova spazio il piano per la ricarica wireless di telefoni e tablet ed è disponibile il potente impianto hi-fi JBL Premium Sound con tecnologia Clari-Fi.

La dotazione di sistemi di assistenza alla guida di Kia Niro Plug-in Hybrid è ai massimi livelli per la prevenzione degli incidenti e la limitazione dell’eventuale danno. Di serie è disponibile il VSM (Vehicle Stability Management) che controlla la stabilità in curva e nelle frenate di emergenza utilizzando l’impianto dell’ESC (Electronic Stability Control) e il collegamento con il servosterzo elettrico. Sono inoltre disponibili la frenata automatica di emergenza, il controllo della marcia in corsia e l’indicatore di stanchezza. A richiesta il cruise control attivo e i sensori per la copertura degli angoli ciechi e il controllo del traffico in uscita dal parcheggio in retromarcia.

Sospensioni votate alla stabilità e al piacere di guida

Le sospensioni anteriori seguono lo schema McPherson con una geometria che assicura uno sterzo sensibile, pronto e perfettamente autoallineante alle alte velocità. Anche al retrotreno lo schema è a ruote indipendenti con doppi bracci inferiori (Multi-link). I vantaggi sono il miglior comfort in tutte le condizioni di marcia e di carico e una grande agilità unita alla stabilità, a un livello superiore rispetto allo schema ad assale torcente molto diffuso nelle vetture paragonabili di questa categoria.

La funzione di frenata elettrica rigenerativa è perfettamente accordata con quella del normale sistema meccanico e questo rende la decelerazione più progressiva e omogenea, con una risposta del pedale più “lineare” rispetto ad altri modelli a propulsione ibrida. I tradizionali sistemi Kia, come il VSC (Vehicle Stability Management) e ESC (Electronic Stability Control), migliorano la stabilità, la trazione e la sicurezza di marcia in tutte le condizioni.

Il cavo di ricarica è ospitato in uno spazio dedicato nel fondo del bagagliaio mentre il serbatoio, da 43 litri, è alloggiato accanto alla batteria sotto i sedili posteriori. Su Niro Plug-in Hybrid è di serie il Towing Pack che permette di trainare carrelli fino a 1300 kg, caratteristica molto rara in questo genere di veicoli.

Kia Connected Services, Android Auto e Apple CarPlay

L’equipaggiamento di Kia Niro Plug-In Hybrid include tutte le più recenti evoluzioni dell’infotainment di bordo. Al centro della plancia si trova uno schermo touchscreen da 7” con Bluetooth e riconoscimento vocale, radio DAB e Kia Connected Services che rende disponibili una serie di importanti informazioni fornite attraverso il circuito TomTom, compresi i dati aggiornati sul traffico, le previsioni meteo e l’indicazione della presenza di controlli di velocità.

Un’altra esclusiva di Kia Niro è la presenza del software Android Auto, creato per interfacciarsi con gli smartphone Android 5.0 (Lollipop) e successivi. Android Auto integra il cellulare e dà accesso a tutte le applicazioni presenti, comprese le attivazioni vocali che rendono possibili i comandi senza distogliere l’attenzione dalla strada.

Il sistema Apple CarPlay, di interfaccia con iPhone5 e successivi, rende disponibile il controllo vocale Siri per tutte le funzioni, incluse Apple Maps e la dettatura messaggi, più la fruizione dei contenuti del proprio iPhone. In risposta alla diffusione degli smartphone e degli altri apparecchi mobili, Niro ha previsto la presenza di un apposito vano al centro della console che permette la ricarica wireless di dispositivi portatili, tablet e smartphone.

Ogni device viene automaticamente identificato e alimentato con un sistema a 5 W, segnalando lo stato di carica e incorpora un sistema di protezione da eventuali surriscaldamenti. In opzione si potrà scegliere il Kia Navigation System da 8” (Premium Pack).

Scocca ad alta resistenza e sicurezza a tutta prova

Nella tradizione Kia, Niro è stata progettata con i più alti standard di sicurezza per quel che riguarda la protezione in caso d’urto e la protezione dei pedoni. L’obiettivo di rispondere ai più rigorosi test di sicurezza di tutto il mondo è stato raggiunto attraverso l’adozione di soluzioni avanzate per la sicurezza attiva e passiva, dalla scocca particolarmente robusta all’equipaggiamento dei più sofisticati sistemi di prevenzione degli incidenti.

La struttura è composta di elementi realizzati in gran parte con acciai ad alta ed altissima resistenza AHSS (Advanced High Strength Steel), materiale che consentirà a Kia di raggiungere l’obiettivo di ridurre il peso medio delle vetture del 5% nel 2020 in rapporto ai valori del 2014 con un ulteriore miglioramento della sicurezza. Il 53% della scocca è realizzata in AHSS mentre l’alluminio è utilizzato per il cofano, elementi strutturali posteriori, traversa dello scudo anteriore, componenti delle sospensioni e pinze freni. Anche il pedale del freno di stazionamento, in materiale composito, contribuisce all’alleggerimento complessivo e, di conseguenza, al miglioramento delle emissioni e dei consumi. Pannelli stampati a caldo sono utilizzati per rinforzare l’abitacolo nei montanti, nella struttura del tetto e dei passaruota; in questo modo si ottiene sia una rigidità superiore sia una maggiore capacità di assorbimento degli urti.

Niro è equipaggiata di serie con sette airbag (anteriori, per le ginocchia del guidatore, laterali e a tendina); il sistema di ancoraggio ISOFIX per i seggiolini è presente nei sedili posteriori assieme all’aggancio per la cintura supplementare. Il VSM (Vehicle Stability Management) è di serie e garantisce la stabilità in frenata e in curva intervenendo sia sull’ESC (Electronic Stability Control) sia sul servosterzo elettrico in caso di perdita di aderenza per mantenere il perfetto controllo della vettura anche nelle situazioni critiche. I più raffinati sistemi di assistenza alla guida fanno parte del pacchetto ADAS (Advanced Driver Assistance Systems) e rientrano nel progetto DRIVE WISE che Kia sta sviluppando in prospettiva della guida autonoma e che già ora assicurano una ulteriore garanzia di sicurezza in marcia. (per saperne di più visitate il sito ufficiale)