esport

Alla Milano Games Week abbiamo avuto il piacere di incontrare Martino Mombrini, Direttore Marketing divisione IT di Samsung italia. Data la location, impossibile non parlare di games. Di come giocare nel modo migliore, scegliendo la giusta televisione e il monitor perfetto. E soprattutto, di come trasformare il gioco in un vero e proprio lavoro.

Parliamo dei games. Come fa un ragazzo a dire ai genitori “gioco perché mi alleno e poi guadagno”?

“In Italia, purtroppo come per tante altre cose, siamo un po’ indietro. Prendiamo ad esempio il panorama coreano, da cui noi proveniamo come azienda – spiega Mombrino a Stylology.it – Lì sono molto più avanti rispetto a noi. In Corea è lo stesso governo che anni fa ha investito quando c’è stata la ridigitalizzazione del Paese e lo ha fatto puntando sia sulle linee internet sia sul mondo dell’eSport, affinché quest’ultimo potesse diventare una disciplina sportiva a tutti gli effetti”.

“Da noi questa cosa è ancora un po’ indietro ma Samsung sta investendo molto sotto questo punto di vista. Vogliamo fare capire anche alle famiglie che se dei grandi brand stanno supportando la passione dei loro figli è qualcosa che vale, che può essere importante anche per loro”.

Come reagiscono i genitori dei gamers?

“Ti racconto un’esperienza. Quando abbiamo fatto il Fight For Glory, per selezionare il nostro team di sport, abbiamo incontrato i genitori dei ragazzi che si presentavano con la mamma e il papà e si capiva che alcuni di loro erano seccati, perché non erano troppo convinti di quello che stavano facendo. Poi hanno visto la passione che ci mettevano i loro figli, quanto ci tenevano, quanto seguivano questa cosa… e molti si sono ricreduti, anche i genitori dei ragazzi che poi sono stati selezionati”.

“E in tutto questo ha contato anche quello che noi ci stavamo mettendo dietro, in termini di impegno e di supporto ma anche di aiuto che davamo ai ragazzi, sia dal punto di vista dell’hardware sia dal punto di vista dell’organizzazione delle loro trasferte, del training, di coaching o di supporto psicologico. Diciamo che in questo modo i genitori hanno riconosciuto anche un valore formativo in quello che noi stiamo facendo”.

QUI LA SECONDA PARTE DELL’INTERVISTA: Monitor e Gamers: ne parliamo con Martino Mombrini di Samsung.

LEGGI ANCHE:
Samsung alla Milan Games Week con i suoi monitor da gaming.

The Frame: la nuova televisione Samsung più bella di un quadro.

Oltre 50 videogiochi italiani in mostra alla Milan Games Week.

Edizione record per il Milan Games Week: 148.000 presenze.