Oscar 2016: DiCaprio vince e Twitter esplode

E’ finita da poco la notte più attesa dell’anno, quella degli Oscar 2016 (ecco perché la statuetta si chiama così). Ogni anno milioni di persone aspettano di sapere con quale outfit calpesteranno il red carpet le star di Hollywood e non solo. Altri si chiedono quale sarà la canzone o la sceneggiatura migliore. Quest’anno invece, l’unica domanda che tutto il mondo si è posto è: ce la farà Leonardo Di Caprio a vincere quella statuetta? L’ansia che ha accompagnato l’attesa è stata visibile su tutti i social con molta ironia.

Molti hanno provato ad immaginare la sua reazione nel caso avesse perso per l’ennesima volta il tanto ambito premio, ma anche la sua vittoria.

Ma andiamo con ordine, nel corso dello show condotto da Chris Rock ma che molti hanno confuso con Carlo Conti non sono mancati riferimenti all’assenza di attori ed attrici di colore tra i candidati, con filmati e raccolta di beneficenza tra le star in sala.

Veniamo invece alle premiazioni: si parte col botto nominando come miglior sceneggiatura originale : “Il caso Spotlight” che racconta la storia di giornalisti investigativi del Boston Globe che ha sconvolto la città con le sue rivelazioni sulla copertura da parte della Chiesa Cattolica degli abusi sessuali commessi su minori da oltre 70 sacerdoti locali, che vince anche il miglior film Academy Award 2016.

Oscar 2016: una notte da ricordare

L’Oscar 2016 come miglior sceneggiatura non originale va a: La grande scommessa, la storia di un piccolo gruppo di speculatori visionari che hanno intuito che cosa stava succedendo sul mercato prima dello scoppio della crisi mondiale nel 2008 e ne hanno approfittato, facendo a volte precipitare gli eventi e uscendone vincenti.
Ad “Inside out” va il titolo di miglior film d’animazione, un film che impersona le voci di dentro e che commuove grandi e piccini.

Alicia Vikander con “The Danish Girl” vince l’oscar come miglior attrice non protagonista mentre a sorpresa Mark Rylance del “Ponte delle spie” ruba a Silvester Stallone la statuetta come miglior attore non protagonista. Ci stiamo già tutti chiedendo Stallone è il nuovo Leonardo DiCaprio? La miglior colonna sonora è tutta italiana con il grande Ennio Morricone con “The Hateful Eight” che alla tenera età di 87 anni strega il mondo con la sua musica, meritando la standing ovation di tutto il teatro degli Academy Award. Sbanca “Mad max fury road” che vince ben sei statuette, tutte per categorie cosiddette “tecniche” ma se non bastassero? Gli utenti di twitter sono generosi.

Si aggiudica l’oscar 2016 per la miglior regia Alejandro Inarritu con “The Revenant” Ispirato a eventi realmente accaduti, Redivivo è una storia epica sul tema della sopravvivenza e della trasformazione, sullo sfondo della frontiera americana. Brie Larson per “Room” alla sua prima nomination, vince il suo primo Oscar come migliore attrice protagonista, ma quello che ormai tutti stavamo aspettando e per cui affronteremo un lunedi mattina andando a dormire alle 05:58 è aver visto quella statuetta nelle mani di Leonardo DiCaprio come miglior attore protagonista. E sui social è subito festa, qualcuno suggerisce di aggiornare i libri di storia o di prolungare la cerimonia solo per gli applausi. Senza dubbio molti sono stati i nomi, di attori, registi, truccatori, film, canzoni che hanno caratterizzato gli Academy Award, ma possiamo dire senz altro che Leonardo DiCaprio è il re degli Oscar 2016. Niente da fare per Sylvester Stallone. Questa volta Rocky va KO.

LO SCORSO ANNO: il commovente discorso di Patricia Arquette.