come aumentare follower su instagram

Se siete tra gli oltre 700 milioni di utenti di Instagram (l’analisi) e iniziate ad essere veri addicted come noi, molto probabilmente vi sarete chiesti almeno una volta una cosa molto semplice: come aumentare follower su Instagram? Senza Instagress, ormai chiuso, cosa si può fare per automatizzare il profilo e crescere con una certa velocità?

Aumentare follower Instagram: ecco le 4 migliori in circolazione

Come aumentare le visualizzazioni su Instagram Stories: 6 consigli e 4 cose da fare

Perché ammettiamolo senza falsi pudori: semplici appassionati di fotografia o aspiranti qualunquecosa_blogger che siamo, chi di noi non vorrebbe essere seguito da migliaia di persone e avere decine di commenti e simil_complimenti sulle proprie foto?

Tutti vogliono sapere come aumentare follower su Instagram

Se poi parliamo dei profili Instagram dei brand il discorso si fa ancora più interessante, perché entrano in gioco ben altri numeri e dinamiche molto più complesse per questioni di immagine. D’altra parte la guerra tra competitor si può fare anche sui social a suon di follower e like, ormai non è un segreto.

Instagram Stories senza limiti di tempo: ecco l’app da usare

Come si usa Instagram Stories: ecco tutte le info utili

Tutti lo sanno: puoi comprare like e commenti

E non è un segreto neppure il fatto che follower, like e commenti si possano comprare: già, proprio come al supermercato, ma con la velocità di un click e l’anonimato di un nickname inventato per l’occasione sui siti del caso. L’unico rischio è che poi, trattandosi quasi sempre di account fake, gli altarini vengano in qualche modo svelati. L’Instagram Purge (articolo di theguardian.com) di qualche mese fa ne è stata la dimostrazione: smascherati gli “acquisti folli” di signor nessuno e nomi più o meno noti (e Vip), nemmeno supervip e grandi brand sono riusciti a sottrarsi alla gogna mediatica e hanno visto diminuire drasticamente il numero dei propri follower nel giro di poche ore.

Se la “purga” ha avuto però un effetto di breve durata e tutto sembra ormai tornato come prima, è vero anche che le pessime figure sono sempre dietro l’angolo, non risparmiano nessuno e danno fastidio a tutti: far fioccare centinaia di like su profili che fino al giorno prima ne raccoglievano una decina sul loro scatto migliore non è mai il massimo. Che voi siate famosi o meno, qualche occhio attento fra chi vi segue c’è sempre.

Come aumentare follower su Instagram?

Se di dare tempo al tempo o mettervi l’anima in pace non ne volete proprio sapere, una piccola ricerca sul web vi suggerisce ancora un’altra soluzione. Sicuramente più economica e onesta rispetto a follower, like e commenti a pagamento, ma non meno insidiosa.

Si tratta dei bot di Instagram. Ossia quei tool che consentono di commentare, mettere like e seguire persone in automatico senza farvi muovere un dito. L’obiettivo, naturalmente, è fare in modo che i following diventino anche follower, e che i like e i commenti sui profili degli altri utenti portino like e commenti sul vostro profilo. Insomma ci si affida un po’ alla logica del follow-back, per intenderci.

L’offerta dei tool a disposizione (Instagress chiuso, ecco perché) consente un’ampia scelta: potete optare per Stim SocialInstagress, Likestagram, Instapromo e Instamacro, solo per citare i primi nomi restituiti dalla serp di Google digitando “Instagram bot”. I prezzi variano a seconda del bot e della durata del servizio richiesto, e partono da un paio di dollari. Nella maggior parte dei casi viene offerta anche la possibilità di effettuare una prova gratuita.

E fin qui verrebbe da dire “proviamo, perché no?”. Ma ecco il primo ostacolo che fa storcere il naso e non poco. Tutti questi tool, come è facilmente intuibile, richiedono l’accesso al vostro profilo Instagram per poter automatizzare le azioni che compiranno a nome vostro; quindi, per usufruire anche solo della prova gratuita, dovrete fare un atto di fede e comunicare le vostre credenziali, password inclusa. Se l’idea di rivelare la vostra password non vi fa rabbrividire nemmeno un po’, un tentativo potete farlo.

Noi abbiamo evitato, ma data la curiosità ci è sembrato giusto raccogliere informazioni per capirci qualcosa in più. In fondo non si sa mai.

Come aumentare follower su Instagram: la prova

Come aumentare follower su Instagram. Da una panoramica delle varie features elencate, sembra che Instagress sia il bot che offre più scelta e al miglior prezzo: follower, like e commenti, tutto in automatico (anche la funzione di unfollow per la verità, ma quella è un’altra questione). Con vari pacchetti che oscillano da 1.99 $ per tre giorni a 79.99 $ per un anno, è possibile inserire specifici hashtag per targetizzare meglio le persone da seguire/commentare/likare. Ovviamente converrà scegliere un mix tra hashtag popolari – per allargare il più possibile il raggio d’azione – e hashtag che usi più frequentemente sulle tue immagini, in modo da favorire l’effetto “empatia” che dovrebbe portare all’interazione con il tuo profilo.

Instagress consente inoltre di preparare dei commenti “standard” che verranno messi in automatico sulle foto associate agli hashtag da te scelti. Per il resto, il vostro lavoro finisce qui.

E qui sorgono altri dubbi. Ma come si può pensare di preparare dei commenti che vadano bene per tutto, se non sappiamo minimamente su che tipo di foto finiranno? Insomma, il controllo a priori sull’attività del bot è praticamente nullo, quindi per quanto generici sarete (“nice!”), qualche inconveniente potrebbe capitare comunque. Per dirne una, anche un semplice “wow” sul selfie di una tredicenne qualche imbarazzo potrebbe procurarvelo. O no?

Il più delle volte poi i commenti “preconfezionati”, proprio perché devono essere adatti a tutto e a tutti, sono facilmente individuabili e rischiano di farvi ottenere un effetto contrario a quello sperato. “Great!”, “Love it!” “Amazing!” e via discorrendo sono sempre un po’ sospetti e potrebbero generare in chi li riceve più antipatia che desiderio di interazione. Se l’engagement è quello che cercate, questo di sicuro non è il modo migliore.

Scorrendo sempre le faq o i termini di servizio dei bot un’altra cosa è chiara: il numero di follow, like e commenti che verranno pubblicati in automatico è definibile, ma non lo è quello di follow, like e commenti che otterrete in cambio. Di conseguenza, rischiate di seguire centinaia di account e regalare cuoricini a destra e a manca senza conoscerne con esattezza il vantaggio effettivo. E non bisogna dimenticare che il limite complessivo di persone che potete seguire su Instagram è limitato a 7500. Oltre una certa soglia non è possibile andare, quindi pensateci due volte prima di riempire il vostro feed di immagini che non vi interessano: poi diventerà sempre più difficile visualizzare quelle dei profili che realmente vuoi seguire, o che finora avevano generato una reale interazione.

In definitiva, ci siamo fatti un’idea generale e molto personale su vantaggi e svantaggi dei bot di Instagram.

Instagram bot: vantaggi

* Con i bot ottenete follower reali, non account fake, e di conseguenza like e commenti appartengono a persone reali (diversamente da quanto avviene di solito quando li comprate).

* Lieve risparmio economico rispetto all’acquisto di follower, like o commenti.

* Enorme risparmio di tempo: a parte le impostazioni iniziali, non dovete fare praticamente nulla. Seguire nuovi follower, commentare e mettere like “a mano” con regolarità richiede decisamente tempo.

* Nella maggior parte dei casi non dovete necessariamente essere online, anzi potete addirittura fare log-out e il bot continuerà a fare il suo lavoro.

Instagram bot: svantaggi

* Dovete inserire le credenziali di accesso al tuo profilo Instagram, password inclusa.

* Durante la durata del servizio è sconsigliato utilizzare il vostro account e svolgere una normale attività di following, like o commenti, per non entrare in conflitto con il tool e creare eventuali rallentamenti.

* Ricordatevi che Instagram impone un limite ai following (7500) e dei limiti giornalieri sul numero di persone che potete seguire, sui like e sui commenti (anche se ci sono pareri discordanti e dati poco certi in merito): se avete bisogno di un miracolo immediato dovrete trovare un’altra soluzione.

* Seguire e mettere like o commenti in automatico può creare qualche situazione imbarazzante o addirittura problematica, soprattutto in caso di foto con contenuti inadeguati o che ritraggono minori.

* I commenti standard, oltre a poter creare qualche equivoco, sono anche facilmente individuabili e di conseguenza poco apprezzati da chi li riceve: quindi invece di ottenere engagement rischiate l’effetto contrario.

* Il risultato non è prevedibile né quantificabile numericamente: dovete solo sperare che l’account che avete “favorito” ricambi il favore.

* Rischiate di seguire centinaia di persone e di ottenere in cambio un numero esiguo di follow (stesso discorso vale per like e commenti).

* Attenzione al feed: potreste riempirlo di contenuti che non vi interessano minimamente, e perdere invece gli aggiornamenti sui profili che realmente vi interessa seguire.

Per finire una riflessione su come aumentare follower su Instagram: Instagram (qui un post interessante di domenicopuzone.com) è un posto nato per esaltare le foto, utile a tutte le persone che amano la fotografia. I numeri non dovrebbero contare. Ora tocca a voi. Fate la vostra scelta.

[Photo by Stylology.it]

LEGGI ANCHE:

Come si usa il Marketplace di Facebook: ecco la guida definitiva.