Cerca
Close this search box.

Concorso Italiano 2023: il countdown parte da Milano

concorso italiano 2023

Concorso Italiano 2023 sarà la 38° edizione della festa dei motori rigorosamente Made in Italy. E come pilastro esclusivo dell’annuale Monterey Car Week, ha voluto omaggiare il Paese al quale deve il suo grande successo. Ecco perché il Presidente Tom McDowell ha deciso di tenere in Italia, e per la prima volta in assoluto, la conferenza stampa per la presentazione dell’evento in programma il prossimo 19 agosto sul green del Bayonet & Black Horse Golf Course di Seaside, in California. E non a caso è stata scelta – come prestigiosa location per illustrare novità e contenuti dell’appuntamento 2023 – la sede dell’Automobile Club Milano, la Casa degli automobilisti dove la passione per i motori e la storia dell’auto si respira in ogni angolo.

Con il Presidente Tom McDowell, sono intervenuti il Presidente di AC Milano, Geronimo la Russa, che ha aperto la conferenza stampa; Angelo Sticchi Damiani, Presidente Automobile Club d’Italia, Raffaello Porro, Event Ambassador di Concorso Italiano; Roberto Giolito, Fiat/Alfa Romeo/Lancia Abarth Heritage; Valentino Balboni, Test Driver di Lamborghini.

Concorso Italiano 2023 si svolgerà ad agosto a Seaside, in California. L’evento si articolerà in due giornate di appuntamenti: la prima, mercoledì 16 agosto alle 8, durante la quale si terrà Connect2Cars, presso la Clubhouse del Black Horse Golf Course. La tavola rotonda giunta al sesto anno ospiterà personalità di spicco ed esperti del settore, che parteciperanno a un incontro tematico sui motori, guidato da Wade Kawasaki, Chairman of the Board di SEMA, e Nicholas Bergeron, Host del podcast Rain City Supercars, esplorando vari argomenti di importanza strategica.

Come ogni anno, al termine, tutti i partecipanti si metteranno alla guida delle loro storiche vetture italiane e avranno l’occasione di fare un tour panoramico lungo le strade della contea di Monterey. Da sempre, Connect2Cars, sostiene Habitat for Humanity Monterey Bay (www.habitatmontereybay.com), l’organizzazione benefica prescelta da Concorso Italiano. La missione di Habitat for Humanity è di costruire abitazioni e fornire l’opportunità di avere una casa di proprietà a famiglie che vivono e lavorano nelle contee di Santa Cruz e Monterey.

Il clou dell’evento si terrà sabato 19 agosto, con la partecipazione di circa 1.000 auto e moto, espressione del saper fare italiano: grazie all’adesione di numerosi club e collezionisti, vedremo i modelli icona di prestigiosi brand, tra cui Ferrari, Maserati, Pagani, Lamborghini, Alfa Romeo: da quelli storici a quelli stradali, dalle sportive alle supercar e hypercar.

Quest’anno sono attesi 10.000 visitatori. Il pubblico avrà la possibilità di visitare gli stand di brand e club presenti all’interno dell’esclusiva atmosfera del Bayonet & Black Horse Golf Course e ammirare le auto e le moto che sfileranno anche per essere premiate da una selezionata giuria. Matt Stone, giornalista, conduttore televisivo ed ex redattore della rivista Motor Trend Classic, insieme a Steve Kittrell giornalista automotive freelance, esperto in valutazioni di vetture d’epoca e National Account Executive per il magazine Sports Cars Market, e Raffaello Porro, on stage per gli ospiti italiani, condurranno l’evento, mentre Gary Bobileff, fondatore della Bobileff Motorcar Company, e il suo team selezioneranno i dieci vincitori del Best of Marque.

Concorso Italiano 2023, tante date celebrative per i marchi del nostro paese

La giornata del 19 agosto, inoltre, si arricchirà di eventi e anniversari importanti: i 60 anni di Lamborghini, i 60 anni di Maserati Quattroporte, i 60 anni della divisione Autodelta, i 70 anni di Lancia Appia, i 100 anni dall’uscita della prima Alfa Romeo che recava l’iconico emblema del Quadrifoglio. Tra le auto esposte ci saranno anche la Fiat X1/9, la piccola ed eccentrica sportiva torinese dal tettuccio asportabile che nacque dalla matita di Marcello Gandini e che grazie al peso ridotto e al motore centrale offriva dinamiche di guida da vera supercar, e la Maserati Merak, la sportiva 2+2 del Tridente stilizzata da Giorgetto Giugiaro; come la sorella maggiore Bora, vantava soluzioni idrauliche di derivazione Citroën come servofreno e fari a scomparsa. Un’esposizione speciale sarà dedicata alla Citroën SM e alla sua particolare storia.

L’ammiraglia-coupé, disegnata da Robert Opron, era spinta da un generoso V6 Maserati che le consentiva di viaggiare a 200 km/h in tutta comodità anche per lunghe tratte. Presentata nel 1970 al Salone di Ginevra, nell’arco di cinque anni ne furono costruite quasi 13.000 e di queste, si superarono di poco le duemila unità vendute in Italia, mentre le altre furono acquistate in Europa, Asia, Medio Oriente e Africa; uscì di produzione nel 1975.

Post correlati

Iscriviti alla Newsletter