Honda Civic, 11 generazioni e 50 anni di storia per l’iconica berlina

Honda Civic 2022

Quest’anno Honda Civic celebra i 50 anni. L’iconica berlina sviluppata come ‘auto per il mondo’, ha venduto più di 27,5 milioni di Civic in 170 Paesi fin dal suo primo lancio avvenuto nel 1972. Civic, entra nella propria sesta decade con l’undicesima generazione promettendo di continua a stabilire nuovi parametri di riferimento per la categoria.

Ogni generazione ha introdotto una progressiva evoluzione del design originale di Honda Civic, introducendo tecnologie avanzate e nuovi livelli di prestazioni, pur mantenendo invariato il concetto della prima generazione.

Gli arbori di Honda Civic negli anni ’70

Honda Civic 1972

Tra le prime Honda a essere vendute in Europa, la Civic conquistò subito grandi consensi per il suo design compatto. Dotata di un rivoluzionario motore CVCC (Compound Vortex Controlled Combustion), Civic diventò il primo veicolo a conformarsi alla più severa normativa al mondo sulle emissioni, il Clean Air Act del 1970, che ha definito lo standard per i futuri obiettivi di emissione nel settore mondiale dell’industria automobilistica. La prima generazione di Civic venne prodotta nell’impianto giapponese di Suzuka, con un volume di produzione complessivo che raggiunse il milione di unità nei primi quattro anni.

Arrivano gli anni ’80 e Civic si evolve

Nel 1979, sulla scia del successo della prima versione, arrivò la seconda generazione di Civic, con un motore migliorato CVCC-II da 1.3 litri che offriva un’erogazione di potenza più fluida ed efficiente. La gamma dei modelli venne ampliata con l’aggiunta di una berlina sedan da 1.5 L, di una hatchback e di una station-wagon.

Alla gamma si aggiunse anche una trasmissione manuale a cinque rapporti. La Civic II introdusse un nuovo e caratteristico design trapezoidale a due volumi con la griglia anteriore e i fari dall’aspetto più spigoloso. Con il crescere della popolarità di Honda Civic, questa versione venne presto sostituita da un nuovo modello, sviluppato per soddisfare la domanda di auto più spaziose.

La terza generazione, arrivata nel 1983, si presentò con un passo più lungo e un design più squadrato, segnando l’introduzione del principio Honda “Man Maximum-Machine Minimum“, un approccio al design sviluppato intorno alla persona, in cui tecnologia e design venivano messi al servizio di guidatore e passeggeri. Ancora oggi, questo principio contribuisce a definire tutti i modelli Honda, per offrire lo spazio e la praticità che gli automobilisti moderni si aspettano di ricevere.

Civic III fu disponibile in tre versioni: una tre porte per esaltare la guida sportiva, una più pratica quattro porte sedan e una cinque porte station-wagon Shuttle, che offriva una spaziosità e una praticità eccezionali. Venne anche introdotta la variante Civic Si più sportiva, dotata di un motore DOHC da 1.6 L con quattro cilindri in linea.

Quarta, quinta e sesta generazione: 1987-2000

Honda Civic quarta generazione 1987

Nel 1987, la quarta generazione di Civic introdusse una nuova gamma di motori con il sistema Honda VTEC (Variable Valve Timing and Lift Electronic Control). Il meccanismo di fasatura variabile rivoluzionò la tecnologia dei motori, offrendo maggiori prestazioni agli alti regimi e un migliore consumo di carburante ai bassi regimi, facendo vincere alla Civic numerosi premi.

La quinta generazione di Civic arrivò subito dopo, nel 1991, debuttando con una forma più elegante e aerodinamica, con un appeal più sportivo che manteneva al contempo la funzionalità quotidiana diventata ormai sinonimo di Civic nell’immaginario collettivo. La sesta generazione di Civic fu sviluppata per creare un valore superiore a quello della sua categoria.

Negli anni Novanta, i bassi consumi di carburante e le altre misure di tutela ambientale acquisirono un peso maggiore, e per tale motivo il modello fu dotato di un motore VTEC di nuova concezione. Inoltre, fu proposta in anteprima la “Hondamatic”, una trasmissione automatica a variazione continua (CVT) che offriva cambi di marcia fluidi e un consumo di carburante paragonabile a quello di un modello manuale.

Basandosi sulle eccezionali capacità dinamiche della Civic standard, nel 1997 Honda fece debuttare la variante Type R. Con l’obiettivo di offrire le prestazioni più estreme mai raggiunte dalla Civic, questa vettura è diventata il simbolo di 25 anni di successi per Honda nel competitivo settore delle hot hatch.

La Honda Civic del nuovo millennio

Honda Civic Typer R profilo anteriore

La settima generazione approdò nel 2000 e nel 2001 fu lanciata la prima Civic dotata di tecnologia ibrida. Questa Civic ha stabilito il primato di veicolo di serie a 5 posti a benzina più efficiente al mondo in termini di consumi, con valori straordinari che si attestavano sui 29,5 km/L.

Nel 2005, l’ottava generazione arrivò nei mercati europei con uno stile futuristico, contraddistinto da una griglia Perspex e dettagli triangolari che includevano il doppio scarico, che hanno reso la Civic uno dei veicoli più caratteristici in circolazione. Fu anche la prima generazione di Civic a essere dotata dei Sedili Magici Honda, che consentivano di sollevare le sedute dei sedili posteriori per creare un’area di carico verticale. Gli ingegneri raggiunsero questo risultato spostando il serbatoio sotto i sedili anteriori, una soluzione sfruttata ancora oggi in vari modelli Honda e che permise di aumentare sensibilmente la spaziosità e la praticità degli interni.

La nona generazione di Civic introdusse ulteriori aggiornamenti per offrire ai suoi clienti un pacchetto completo, dai livelli di efficienza ai vertici della categoria. Dotata di un rinnovato motore DTEC da 1.6L, l’auto ottenne il titolo di Guinness World Record per il “più basso consumo di carburante in tutti i 24 Paesi UE confinanti “, registrando una media di 2,82L per 100 km (100,31 mpg) su un percorso di 13.498 km (8.387 miglia) in un viaggio di 25 giorni attraverso tutti i 24 Paesi contigui dell’UE.

La decima generazione, completamente rinnovata, arrivò nel 2015 con la scelta di due motori TURBO VTEC, incorporando, per la prima volta, il sistema di funzioni avanzate per la sicurezza e la guida assistita Honda SENSING. Progettata con un telaio più rigido e maggiori prestazioni dinamiche, si dimostrò la piattaforma perfetta per la Honda Civic Type R del 2017, che ha stabilito nuovi limiti di prestazioni delle hatchback a trazione anteriore.

L’auto è stata universalmente elogiata per la sua maneggevolezza e reattività, per la risposta istantanea all’acceleratore, l’elevata velocità massima, la stabilità e l’eccezionale forza frenante. Tutti elementi che hanno contribuito a spingere la Type R ad ottenere un nuovo record sul giro per le auto a trazione anteriore al Nürburgring Nordschleife, in Germania nell’aprile 2017.

Dal 2022 una nuova era per Honda Civic

Honda Civic celebra 50 anni

Con 50 anni di tradizione alle spalle, la Civic di undicesima generazione unisce prestazioni ed efficienza a livelli migliorati di comfort degli interni, estetica e praticità complessiva. La nuova versione segna un importante traguardo per Honda in Europa, rappresentando l’ultimo modello della gamma a essere elettrificato, per completare l’impegno di Honda Motor Europe di elettrificare tutti i modelli entro il 2022.

Post correlati

Honda SENSING Elite_traffic jam pilot

Honda SENSING Elite, la prima funzione di guida autonoma di livello 3

Honda è da sempre all’avanguardia nella ricerca e nello sviluppo di tecnologie di sicurezza che permettano di avere una “sicurezza globale per tutti” e favoriscano una società a zero collisioni. E in questo contesto la Casa di Tokyo ha annunciato le vendite in leasing della Honda Legend EX equipaggiata con il nuovissimo pacchetto di funzioni di sicurezza Honda SENSING Elite

Leggi tutto