opel gt x experimental

Guardare sempre avanti ed essere pronti per il futuro, sono questi i pilastri delle strategie Opel incarnati nel concept Opel GT X Experimental che la casa automobilistica ha da poco presentato. Si tratta di un grintoso SUV compatto elettrico, 5 porte, lungo 4,06 metri, con il fascino di una coupé e pieno zeppo di idee innovative. Vettura in cui non mancano, però, i valori di Opel: tedesca, accessibile, entusiasmante.

Durante la fase di ideazione, Opel ha avviato un ampio e intenso processo di analisi di se stessa e dei propri valori. In tutti i suoi 120 anni di ingegneria automobilistica, questo specifico “stile Opel” può̀ essere riassunto con tre valori: tedesco, accessibile ed entusiasmante. In futuro il marchio intende restare legato all’espressione più̀ moderna e positiva delle proprie radici tedesche: la “Nuova germanicità” di Opel prende il meglio dei tradizionali valori tedeschi e li integra con calore e apertura mentale. Ispirata dallo spirito innovativo di Opel, la nuova GT X Experimental coglie l’essenza della ricca tradizione della Casa e promette un futuro entusiasmante. Unisce infatti caratteristiche tipiche tedesche come ingegneria, precisione e qualità̀ con innovazioni visionarie, anticipando così quale sarà̀ l’aspetto delle vetture Opel a metà dei prossimi anni Venti.

Opel ha deciso di rappresentare simbolicamente la propria vision delle automobili future con un SUV compatto lungo solo 4.063 millimetri (passo: 2.625 mm; carreggiata: 1.830 mm; altezza con l’antenna: 1.528 mm). La Opel GT X Experimental è costruita su un’architettura leggera, ha un’impronta ridotta e monta cerchi da 17 pollici che sembrano molto più̀ grandi, per aumentare al massimo il comfort su strada ma anche per avere un aspetto entusiasmante. La GT X Experimental non pretende di offrire una guida completamente autonoma ma ha funzioni di guida autonoma di Livello 3: questo significa che è in grado di gestire tutti gli aspetti della guida ma il guidatore deve essere in grado di reagire a una richiesta di intervento.

Dando uno sguardo alla carrozzeria della Opel GT X Experimental, si notano le proporzioni grintose abbinate a superfici splendidamente strutturate, pure e fluide. La sua silhouette è netta, accentuata dalla separazione grafica tra le zone superiori e quelle inferiori. La sezione inferiore è dipinta in un luminoso grigio chiaro mentre tutta la parte superiore compreso cofano, finestrini e tetto sono color blu notte, quasi nero. Tra queste due zone si trova un grintoso elemento giallo tipico di Opel che scorre lungo l’intero perimetro della vettura conferendole struttura e dinamicità. Questo schema cromatico reinterpreta i tradizionali colori Opel (grigio/nero/giallo) rinnovandoli per creare una sensazione di freschezza e modernità.

A bilanciare questo detox visivo, sporadici elementi grafici rendono l’aspetto della GT X Experimental ancora più deciso. Triangoli scontornati sono incisi lungo la soglia sotto la portiera posteriore lato guidatore: uno contiene un piccolo schermo esagonale con LED che mostra il livello di carica della batteria. I cerchi da 17 pollici sembrano molto più grandi grazie ai robusti rivestimenti di gomma che coprono il cerchione per allargare visivamente le dimensioni degli pneumatici color blu scuro. Linee grafiche gialle sul cerchione richiamano l’elemento giallo della carrozzeria e circondano il logo elettronico del Blitz che resta fermo anche quando le ruote girano. E per sottolineare il carattere da SUV della vettura, tutta la parte inferiore della carrozzeria è coperta da rivestimenti protettivi che rendono la GT X Experimental particolarmente solida e robusta.

La Opel GT X Experimental rivela per la prima volta anche un nuovo tema che sarà presente sull’anteriore e sul posteriore dei futuri modelli Opel. La “Bussola Opel” organizza gli elementi stilistici lungo due assi che si incrociano sul Blitz. Il leggendario logo del marchio è ora il punto centrale, più̀ che in passato. Ancora più̀ netta e pura, la piega centrale sul cofano rappresenta l’asse verticale, che prosegue sotto il Blitz. L’asse orizzontale è simboleggiato dalle tipiche luci Opel per la marcia diurna a forma di ala, che continueranno a essere presenti su tutte le Opel del futuro. Il posteriore richiama la calandra anteriore e mostra la Bussola Opel in tutta la sua purezza, con il logo che unisce la linea orizzontale delle luci posteriori ad ala e la linea verticale che procede dall’antenna a pinna sul tetto all’evidente piega del paraurti.

Lo spazioso abitacolo della Opel GT X Experimental adotta un approccio di disintossicazione visiva e digitale. Circondato dal parabrezza/tetto panoramico e dai finestrini laterali continui, l’abitacolo di forma slanciata è fortemente innovativo. La caratteristica principale è il cruscotto racchiuso in un modulo che ricorda il Vizor Opel, ossia il “Pure Panel” Opel. Un unico schermo particolarmente largo accoglie il guidatore e mostra che la moltitudine di schermi, pulsanti e comandi che spesso si vedono negli attuali veicoli di produzione potrebbe diventare un ricordo del passato.

Questo approccio pulito e hi-tech caratterizza l’intero abitacolo. I quattro sedili sembrano sospesi e i diffusori amovibili annidati sotto i poggiatesta permettono di godere dell’esperienza sonora come se non si fosse su un’automobile. Alcuni elementi grafici evidenziano la purezza del design dell’abitacolo: il tema del triangolo scontornato si ripete sugli schienali dei sedili e sui pedali di acceleratore e freno. (sito ufficiale)