John Malkovich Pink PopArt

John Gavin Malkovich, che tutti conosciamo come John Malkovich, nasce il 9 dicembre del 1953 a Christopher, In Illinois.

Figlio dell’editore statunitense di origine croata Daniel Leon Malkovich e della giornalista statunitense Joe Anne Choisser, cresce e frequenta il liceo prima di approdare al corso di scienze ambientali della Eastern Illinois University e appassionarsi alla recitazione, decidendo di coltivarla presso l’Illinois State University e fondando successivamente a Chicago la “Steppenwolf Theater Company” insieme a Gary Sinise, Joan Allen e Glenne Headly.

La via teatrale ed il successo hollywoodiano

John Malkovich debutta all’opera teatrale di New York (con “True West”, nel 1983) e Broadway (l’anno seguente, in “Morte di un commesso viaggiatore) a fianco di Dustin Hoffman: egli conquista anche un Emmy Award grazie ad un film televisivo realizzato proprio su adattamento di quest’ultima opera.

Dopo varie recite televisive, John Malkovich debutta anche sul grande schermo con “Le stagioni del cuore” (1984), che gli vale una nomination all’Oscar come miglior attore non protagonista. Nel 1988 è interprete principale, accanto a Glenn Close e Michele Pfeiffer, de “Le relazioni pericolose”.

Essere John Malkovich

Sei anni dopo è nuovamente candidato agli Oscar per la sua interpretazione nel film “Nel centro del mirino” (1993) e il suo nome è sulla bocca di tutti per una pellicola incentrata sul suo personaggio fuori e dentro il palcoscenico: si tratta di “Essere John Malkovich”.

Diretto da Spike Jonze e basato sulla sceneggiatura di Charlie Kaufman, che lo vede protagonista a partire (ovviamente) dal titolo e interprete di una lieve “variante” di sé stesso, controllata dal burattinaio Craig Schwartz (John Cusack) grazie ad un passaggio segreto (situato dietro un mobile) che gli consente di ritrovarsi all’interno della testa del famoso attore e trarre fonte economica permettendo a chiunque sborsi 200 dollari di essere Malkovich per circa 15 minuti.

Dal 2002 in poi, l’attore statunitense è anche regista di due pellicole (Hideous Man e Danza di sangue), prete (in Changeling, diretto da Eastwood nel 2008) e volto della campagna pubblicitaria di Nespresso (insieme a George Clooney). Le sue più recenti apparizioni cinematografiche sono riconducibili ai due capitoli di “Red” (2010 e 2013). (la scheda su MyMovies.it)

Relazioni sentimentali

Dal 1982 al 1988, John Malkovich è sposato con l’attrice Glenne Headly: decide di divorziare da essa in seguito ad una relazione (non duratura) con Michelle Pfeiffer. Conosce la sua attuale partner Nicoletta Peyran sul set de “Il tè nel deserto”, e dà alla luce insieme ad essa Amandine e Loewy Malkovich.

LEGGI ANCHE: Leonardo DiCaprio, una maledizione chiamata Oscar.

[Photo PopArt by Stylology.it]