anziani e tecnologia

La tecnologia ha avuto un impatto enorme sulle nostre vite. Oggi è possibile videochiamare istantaneamente amici e parenti In tutto il mondo, spendere I nostri soldi semplicemente con il tocco di una carta e addirittura tracciare la nostra forma fisica tramite un dispositivo indossabile. Ma come può la tecnologia giovare alla popolazione anziana? E quali prototipi sono in fase di sviluppo?

Assistenza con mobilità

È stato stimato che l’inattività fisica costa al Sistema Sanitario Nazionale inglese 10 miliardi di sterline all’anno, di cui 2.5 miliardi vengono spesi per l’assistenza, a causa di alloggi inadeguati. Infatti, anche se molte persone anziane volessero, ad esempio, trasferirsi a un piano terra, semplicemente, non ci sono le strutture. Si dice che nel Regno Unito si stia verificando una carenza di case- il che evidenzia il bisogno di aiuto in casa per coloro che hanno limitazioni delle capacità motorie.

La percentuale delle persone che hanno difficoltà con almeno una delle attività della vita quotidiana aumenta dal 16% all’età di 65 anni fino ad arrivare al 50% ad 85 anni. Tuttavia, l’assistenza domestica ed eventuali trasformazioni possono far aumentare del 49% la capacità delle persone di svolgere le attività di tutti i giorni, e far ridurre i sintomi di depressione del 53%.

Il Dott. Helen Meese, membro dell’Istituzione degli Ingegneri Meccanici, ha affermato: “Circa sette milioni di case inglesi sono gestite da qualcuno con più di 65 anni, il quale avrà, senza dubbio, bisogno di una qualche forma di tecnologie d’assistenza, entro il prossimo decennio”.

“Case costruite considerando la presenza di persone anziane, così come un ammodernamento delle tecnologie per il nostro, già esistente, patrimonio immobiliare, potrebbe non solo permettere alle persone di vivere nelle loro case per più tempo, ma anche ridurre enormemente i costi per il Servizio Sanitario Nazionale e per il sistema assistenziale”.

Nonostante non ci sia stato un recente miglioramento tecnologico, il montascale è spesso un dispositivo salvavita per molti. Più del 50% dei clienti ha acquistato un montascale da ‘Acorn Stairlift’ in modo da alleviare il dolore che provano a causa dell’artrite. Questa innovazione permette alle persone anziane di restare nelle proprie case per più tempo e godersi la loro indipendenza finché possono.

Esistono molti dispositivi per la casa che aiutano le persone con limitazioni delle attività motorie. I consumatori possono controllare delle variabili molto importanti in casa, come il riscaldamento e l’illuminazione, senza il bisogno di muoversi. Ci sono molte varianti di questi dispositivi, alcuni dei quali possono essere controllati tramite la voce e altri che possono essere controllati con un telecomando progettato appositamente o grazie a un’applicazione sul cellulare. Sono anche disponibili aspirapolveri robot in grado di guidare se stessi all’interno della casa e di catturare qualsiasi sporcizia- un lavoro che le persone più fragili potrebbero trovare difficile.

Ci sono anche alcune idee negli stadi più avanzati di questa evoluzione. Una di queste è una tecnologia che guida le persone fino al bagno quando è previsto che ne abbiano bisogno. Questa può prevenire degli incidenti non voluti e l’imbarazzo che potrebbe provare un individuo, facendolo sentire meno dipendente da badanti e membri della famiglia.

Allo stesso modo, alcuni sviluppatori in Giappone si sono concentrati sullo sviluppo di dispositivi che possono aiutare i cittadini più anziani ad alzarsi dal letto, a posizionarsi sulla sedia a rotelle, o ad andare in bagno. Ancora una volta, sono stati fatti questi prototipi per alleviare la fatica degli assistenti più limitati e della popolazione anziana.
Un altro possibile futuro dispositivo è una sedia a rotelle smart, che è in grado di leggere le onde cerebrali. Questo può, per esempio, guidare i sui utenti dove vogliono ed è in grado di fermarsi e deviare automaticamente, se necessario.

Monitoraggio della solitudine

Isolamento sociale e solitudine sono due problematiche in aumento nel Regno Unito. Incredibilmente, uno studio ha scoperto che circa 200.000 persone anziane in Gran Bretagna non hanno avuto una conversazione con un amico o un familiare nell’ultimo mese. Coloro che si sentono socialmente isolati e soli sono anche più propensi ad usare i servizi pubblici, a causa della mancanza di reti di supporto e di un aumento della probabilità di sviluppo di determinate condizioni sanitarie, quali depressione, demenza e problemi di cuore.

Fortunatamente, ci sono degli innovatori che stanno cercando di risolvere il problema attraverso la ricerca e lo sviluppo di alcune tecnologie. Attualmente, è stato dimostrato che operazioni come videochiamate, utilizzo del computer e accesso a Internet hanno un impatto positivo sull’isolamento sociale- ma cos’altro è disponibile?

Una delle invenzioni Giapponesi è Paro, il cucciolo di foca robotico. Questo dispositivo viene utilizzato nelle case di riposo dal 2003 e incoraggia i residenti a interagire e parlare con il robot. Si è rivelato essere molto terapeutico e può essere usato come catalizzatore per coloro che soffrono di depressione- incoraggiando un ritorno a uno stato più sano.

Il prototipo ‘The Family in touch (FIT)’ è stato sviluppato da un dottorando che ha scoperto che le persone anziane toccano le foto dei loro cari per rivivere i ricordi e per connettersi con le persone in foto. Questa scoperta ha portato alla creazione di una cornice per foto che è ricoperta da luci LED. Nel momento in cui l’utente tocca la cornice, i membri della famiglia vengono informati e possono, quindi, inviargli un video messaggio. Le persone più anziane hanno riportato di aver apprezzato l’invenzione e hanno sottolineato quanto sia stato semplice usarla, ma hanno dichiarato di voler rispondere con un messaggio o un video, se possibile.

InTouch Living, una soluzione creata in Australia, è un’innovazione che permette agli assistenti di fornire assistenza in remoto tramite tecnologie digitali. Alla persona anziana viene fornito un tablet dal quale potrà mettersi in contatto con gli altri. Gli assistenti possono organizzare degli incontri virtuali per parlare del senso di isolamento e del benessere generale e possono anche organizzare chiamate di gruppo con altri anziani con interessi comuni. Se l’utente riesce a diventare sicuro nell’utilizzo di questo dispositivo, allora anch’egli sarà in grado di far partire una chiamata. Uno studio ha scoperto che InTouch Living permette di fornire assistenza al 60% del costo dei servizi di supporto faccia a faccia.

Miglioramento della salute e del benessere

Come sappiamo, quando le persone invecchiano, tendono a soffrire di problemi di salute e di perdita della memoria. Esistono, però, alcuni dispositivi che aiutano a gestire questo problema.

Ci sono alcuni promemoria per le medicine e contenitori per le pillole interattivi che ricordano alle persone di prendere le medicine all’ora giusta. Uno di questi è MedMinder, una collezione di dispenser automatici di medicine.

Prima di tutto, il dispenser interessato inizia a lampeggiare per ricordare alle persone di prendere le loro pillole. Se il medicinale non viene preso, il dispenser emette un suono e, dopo questo, effettua una chiamata al proprio utente. Se la pillola ancora non è stata presa, allora, il dispositivo avverte, intelligentemente, un badante o un membro della famiglia.

Le persone anziane tendono a cadere e a perdere l’equilibro facilmente a causa di problemi di mobilità. Una chiamata, dunque, può davvero influenzare la vita di una persona anziana, offrendole la possibilità di essere condotta alle cure ospedaliere. Ora esistono anche dei sensori di caduta all’interno delle case di cura e ci sono delle case appositamente modificate che sono in grado di avvisare i guardiani quando qualcuno si alza dal letto ed è esposto ad alto rischio di caduta e possono informarli se qualcuno cade.

Per le persone anziane che, invece, vivono ancora nelle proprie abitazioni, girovagare per casa può costituire una grande preoccupazione per i membri della famiglia. Anche se una passeggiata può essere benefica per una persona anziana o per una persona affetta da demenza, queste sono esposte al rischio di potersi confondere o perdere. L’invenzione di un localizzatore GPS permette ai membri della famiglia di monitorare i movimenti dei loro parenti più anziani, tramite un’applicazione installata sul loro cellulare.

Questo da più sicurezza sia ai membri della famiglia, sia alla persona anziana quando fa una passeggiata fuori casa. Allo stesso modo, possono essere impostati degli avvisi così che un badante o un parente, viene informato quando l’interessato esce di casa- questo può anche essere adattato a determinati orari, in modo da evitare passeggiate notturne.

Come possiamo vedere, è attualmente in circolazione una gamma di tecnologie che punta ad aiutare la nostra generazione anziana. E, con molte innovazioni rivoluzionarie ancora in fase di sviluppo, chissà cosa ci riserva il futuro per quanto riguarda l’assistenza degli anziani.

Fonti:

Social Isolation and Loneliness Landscape.

Trasforming elderly care.

Smarter Homes elderly save NHS and social care systems billions.

A Sociable Robot to Encourage Social Interacion among the Elderly.

Japan lays groundwork for boom in robot carers.

The latest Robot tecchnology on show.

How older people are beating the bungalow shortage.

Make ‘small changes’ to elderly people’s homes to prevent them from needing care, councils told.

Using technology to help older adults keep their independence.

Acorn Stairlifts.

Acorn Montascale.