Peugeot Instinct Concept: 7 cose da sapere sull’auto dei nostri sogni

Peugeot Instinct Concept
Peugeot Instinct Concept è progettato con una parola d’ordine: libertà. Libertà di scegliere il proprio modo di guidare. Ecco 7 cose da sapere.

Alzi la mano chi non ha mai sognato un’automobile che offra una totale serenità e riesca a controllare il suo ambiente. Ora esiste: è la Peugeot Instinct Concept. Un’automobile che può capirti. Un’automobile che saprà assecondare i nostri desideri. Noi l’abbiamo ammirata al Salone di Ginevra 2017.

Peugeot Instinct Concept è progettato con una parola d’ordine: libertà. Libertà di scegliere il proprio modo di guidare, libertà di movimento, libertà grazie all’interconnessione. Questa concept car soddisfa i desideri e le esigenze del suo utilizzatore.

Peugeot Instinct Concept in 7 punti

  1. Concretizza il legame incondizionato che unisce il Marchio alla nozione di piacere attraverso l’esperienza del veicolo a guida autonoma secondo PEUGEOT. La guida autonoma è la prossima rivoluzione nel mondo dell’automobile. Tutti i costruttori saranno in grado di adottare questa tecnologia. Il modo di “metterla in musica” farà la differenza.
  2. La piattaforma I.o.T1, proposta in anteprima mondiale a bordo di un’automobile, è funzionale. Si tratta della piattaforma Samsung Artik Cloud che integra l’automobile al cloud del suo utilizzatore.
  3. Peugeot Instinct Concept si sviluppa in simbiosi con tutti gli oggetti connessi per un nuovo modo di vivere la mobilità. L’automobile integra i dati che il suo utilizzatore desidera condividere con lei, dati presi dallo smartphone, dallo smartwatch e dalla domotica.
  4. Le attività quotidiane si svolgono adesso senza soluzione di continuità. Dalla casa al lavoro,
    passando per il tempo libero, Peugeot Instinct Concept presenta una nuova gamma di utilizzi,
    in modo del tutto fluido.
  5. Peugeot Instinct Concept propone quattro modalità di viaggio, due con guida attiva (Drive Boost o Drive Relax) e due con guida autonoma (Autonomous Sharp o Autonomous Soft).
  6. Il PEUGEOT Responsive i-Cockpit ridefinisce l’abitacolo per corrispondere agli utilizzi generati dalla guida autonoma. Le interfacce si configurano – prima, durante e dopo l’uso – in funzione della modalità di viaggio selezionata e del profilo dell’utilizzatore. Il conducente mantiene in tutte le circostanze il controllo del Peugeot Instinct Concept. Nella modalità Autonomous, può eseguire un comando, una manovra tramite l’i-Device ubicato sulla consolle centrale.
  7. Peugeot Instinct Concept adotta una carrozzeria shooting brake che si caratterizza per uno stile senza tempo. Alcuni elementi aerodinamici attivi conferiscono grande purezza a questa silhouette.

[Photo by Stylology]

LEGGI ANCHE:
Mercedes-Maybach G 650 Landaulet: la limousine dei fuoristrada.

Ferrari 812 Superfast: fascino intrigante dal sapore vintage.

Porsche Panamera Sport Turismo: perfetto mix tra shooting brake e wagon.

Nissan Qashqai: il restyling del Re dei Crossover.

Post correlati

Peugeot 408 ibrida plug-in o a benzina

Peugeot 408: il SUV Coupé nato per rompere gli schemi

Con l’arrivo di nuova Peugeot 408 la Casa del Leone compie un passo altamente strategico nel mercato delle cosiddette vetture compatte del segmento C. E dove Peugeot ha già un offerta ben completa , grazie al successo dei SUV 3008 e 5008 e delle tre generazioni di 308 e 308 SW, l’ultima delle quali è

Leggi tutto
Peugeot-9X8-hypercar-vista-alta

Peugeot 9×8, design dirompente con una morfologia unica

Nell’estate del 2021 Peugeot ha svelato la sua hypercar Peugeot 9×8. Mossa da powertrain ibrido e dotata di trazione integrale questa originale auto da corsa prenderà parte alle gare nel Campionato del Mondo FIA Endurance (WEC) nel 2022. Succede in questa disciplina alle Peugeot 905 e Peugeot 908, vincitrici della 24 Ore di Le Mans

Leggi tutto