Driving Experience Peugeot: la comodità del Park Assist

Best Technology e Driving Experience di Peugeot non sono solo due espressioni inglesi alla moda; indicano una precisa filosofia aziendale, trasformata dal lavoro di eccellenti professionisti in strumenti concreti per facilitare e migliorare la vita a bordo delle persone che scelgono di acquistare una vettura con lo stemma del leone.

Peugeot I-Cockpit

Peugeot I-Cockpit

E’ sempre bello guidare un’ottima automobile, magari percorrendo un suggestivo tragitto verso un’interessante destinazione. Ma una volta arrivati, prima o poi si dovrà scendere; prima di scendere si deve parcheggiare. Purtroppo al giorno d’oggi lo spazio per effettuare questa manovra è sempre più ridotto, soprattutto nelle città. (Qui tutte le news dello Speciale Peugeot)

Parcheggiare con semplicità

Negli ultimi decenni abbiamo assistito ad un generale aumento nelle dimensioni delle automobili e a forme sempre più ingombranti, dovuto principalmente alle necessità di sicurezza e comfort; tuttavia il numero e la dimensione dei parcheggi sono minori, nonostante le automobili in circolazione siano aumentate.

Peugeot 3008: un gioiello hi-tech tra sicurezza e infotainment

La conseguenza logica è una persistente difficoltà nell’inserire auto sempre più grosse in spazi sempre più piccoli. Non è solo una questione di abilità nella guida e nel manovrare l’auto. Una volta si diceva “avere l’occhio della macchina”; ma quando hai montanti imponenti, poggiatesta dappertutto e code voluminose benché verticali, il tutto da muovere a pochi centimetri dagli ostacoli, non c’è occhio umano che tenga: non si vede niente.

Ecco che la tecnologia viene in nostro aiuto: oggi le automobili sono in grado letteralmente di vedere dove stanno andando, grazie all’evoluzione nel campo della miniaturizzazione di telecamere e apparecchiature radar, parallela alla potenza di calcolo dei computer. La ormai (quasi) universale telecamera posteriore, detta anche retrocamera, fornisce già un eccellente aiuto. Ma si può andare oltre. Peugeot ha sviluppato un sistema chiamato Park Assist, uscito nel 2012 e costantemente aggiornato. Oggi è disponibile in opzione su vari modelli; gli ultimi in ordine di tempo sono i SUV 2008, 3008 e 5008 di nuova serie.

Park Assist e Visiopark 360°

Park Assist lavora congiuntamente a Visiopark 360°, cioè l’insieme di due telecamere poste sul portellone del bagagliaio e nella calandra; esse permettono di visualizzare sul touchscreen del veicolo le zone immediatamente circostanti; inoltre i sensori di parcheggio anteriori e posteriori consentono al software di calcolare e visualizzare anche una ricostruzione dall’alto, aggiornata in tempo reale durante la manovra. E’ appunto ciò che si chiama visione a 360 gradi del veicolo.

Nuovo SUV Peugeot 3008: scopri tutte le info sul sito del Leone

Nemmeno il guidatore più abile ed esperto del mondo, non importa se dotato di una vista d’aquila, è in grado di vedere cosa accade ad un centimetro dal paraurti nella parte bassa del veicolo. Park Assist, disponendo in ogni senso di occhi dappertutto, invece sì.

peugeot_i-cockpit_0001

Cosa fa Park Assist

Semplice, parcheggia, negli spazi paralleli e in quelli a pettine. Non fa tutto da solo, si tratta di un sistema di assistenza alla manovra. Però si occupa della parte più difficile. Innanzitutto valuta se lo spazio disponibile è sufficiente: quante volte abbiamo sudato le classiche sette camicie cercando d’infilare la macchina in uno spazio matematicamente troppo piccolo, sprecando tempo sanguinoso per entrare e ulteriore tempo altrettanto sanguinoso per uscire? Invece con questo sistema è sufficiente passare accanto allo spazio disponibile, alla velocità massima di 20 Km/h, poi i sensori faranno il resto.

Il calcolo è immediato; se la manovra è possibile, viene visualizzato un avviso sul display. A questo punto non dovremo fare altro che fermarci e inserire la retromarcia; ora dovremo occuparci esclusivamente di manovrare i pedali, mentre il comando dello sterzo passa a Park Assist, che dirà quando fermarsi e cambiare direzione, sfruttando alla perfezione tutto lo spazio disponibile, senza rischiare “la toccatina” ad altri veicoli o marciapiedi, muri, panettoni, pali e tutti gli ostacoli di cui sono pieni i lati delle strade. Park Assist è ovviamente in grado anche di uscire dal parcheggio.

Sembra poco? Non lo è. Basta una sola riverniciatura del paraurti dal carrozziere e abbiamo già superato il costo del Park Assist. Il bello della tecnologia.

Peugeot Driving Experience: scopriamo l’Active Safety Brake.