Lotus Eletre: Hyper-SUV venuto dal futuro

Lotus Eletre profilo

L’Hyper-SUV completamente nuovo e completamente elettrico di Lotus è stato svelato e ha fatto il suo debutto mondiale nella sua città. Londra. Si chiama Lotus Eletre e vive tutta l’anima di Lotus con l’usabilità di un SUV. Inoltre, è il primo di tre nuovi veicoli elettrici Lotus lifestyle nei prossimi quattro anni, con un linguaggio di design ispirato alla prima hypercar britannica al mondo, la pluripremiata Lotus Evija.

Lotus Eletre è 4WD, ha una capacità della batteria che supera i 100kWh con potenza da 600 CV. Un caricabatterie da 350 kW può fornire un’autonomia di 400 km in soli 20 minuti. L’autonomia massima dell’auto è di circa 600 km. Sono, quindi, di serie due motori elettrici che garantiscono 3 secondi per passare da 0 a 100 km/h, 260 km/h di velocità massima.

Lotus Eletre non si può certo definire un SUV compatto. Peso e dimensioni sono importanti. Parliamo di 2 tonnellate e oltre 5 metri di lunghezza con un interasse di 3 metri e un altezza di 1.630 mm (molto bassa rispetto alla massa).

L’auto è dotata di quattro modalità di guida, che regolano lo sterzo, le impostazioni degli ammortizzatori, il gruppo propulsore e la risposta del pedale dell’acceleratore. Le modalità sono Range, Tour, Sport, Off-Road e Individual, e sono standard su tutte le versioni della vettura.

Lotus Eletre, aerodinamica derivata da Evija

L’aerodinamica stessa di Lotus Eletre beneficia degli spunti portati al debutto dall’hypercar Evija, qui adattati alle esigenze di un SUV. Il risultato, come viene definito in maniera particolare da Lotus stessa, è un alto grado di ”porosità”, con l’aria che viene convogliata attraverso l’auto, così come tutt’intorno, sopra e sotto di essa. 

Ne è estrema evidenza la parte anteriore  dove le ampie prese d’aria nel cofano funzionano in combinazione con la griglia attiva, davanti e dietro le ruote anteriori, sia nei tunnel che escono dal paraurti posteriore dietro le ruote. 

Prese d’aria compaiono anche nella parte superiore dei montanti D, che funzionano in tandem con le alette montate sul tetto e incanalano l’aria lungo il portellone verso lo spoiler posteriore attivo, appoggiato sopra un ”nastro” di luci a LED a tutta larghezza che può cambiare colore per indicare diversi messaggi o stati di utilizzo.

Interni di un nuovo livello premium

Lotus Eletre interni

Utilizzo di materiali di altissima qualità e tanta sostenibilità come obiettivo centrale del team di progettazione, ha portato ad interni di livello ultra premium. Spaziosi, luminosi e con materiali leggeri per i rivestimenti forniti da Kvadrat. L’abitacolo incentrato sul guidatore e la console centrale alta sono ispirati alla Lotus Emira ed Evija.

A livello di infotainment nella Lotus Eletre c’è tutto il concentrato di un digital SUV. Specchietti retrovisori esterni digitali sostituiscono gli specchi convenzionali, con schermi montati nell’incavo delle portiere. I due display sono poi uniti ad altri due schermi, che comprendono un sottilissimo quadro strumenti digitale (meno di 30 mm di altezza), un touchscreen centrale da 15,1 pollici che controlla le funzioni principali del veicolo, inoltre anche un head-up display a realtà aumentata, di serie. Funzionalità 5G integrata, aggiornamenti software via etere.

Tecnologia per un’esperienza digitale di prim’ordine su Lotus Eletre

Lotus Eletre vista alta

Tra le innovazioni promesse cʼè il sistema LIDAR (già visti sulle Volvo premium). Con sensori radar che assicurano la guida autonoma. Il sistema LIDAR significa che Eletre supporta la tecnologia di guida autonoma end-to-end ed è a prova di futuro per ulteriori sviluppi, realizzabili grazie all’hardware già integrato. Ulteriori funzionalità possono essere aggiunte tramite gli aggiornamenti del software OTA, come e quando consentito dalla regolamentazione del mercato locale.

L’Eletre è disponibile con Intelligent Adaptive Cruise Control (ACC); Fronte di supporto per la mitigazione delle collisioni (CMSF); Informazioni sui segnali stradali (STI); Avviso porta aperta (DOW); Avviso di traffico trasversale posteriore (RCTA); Front Cross Traffic Alert (FCTA); Assistente al cambio di corsia (LCA); Rilevamento della presenza di bambini (CPD); Assistenza al mantenimento della corsia con avviso/prevenzione di deviazione dalla corsia (LKA+); freno di stazionamento di emergenza (PEB); Supporto per la mitigazione delle collisioni posteriore (CMSR); e chiamata di soccorso di emergenza (E-Call). Sono presenti punti di ancoraggio per seggiolini per bambini i-Size sui sedili posteriori fuoribordo.

Prezzi non ancora definiti, ma si parla indicativamente di 120mila euro. La produzione scatterà invece entro fine 2022 nella nuova fabbrica cinese di proprietà del Gruppo madre Geely.

Post correlati