Volvo XC60 T8 è un Suv premium di medie dimensioni, alimentato da un sistema ibrido plug-in. Questa versione abbina dunque le ridotte emissioni alle doti di sicurezza e lusso proprie del modello generale, mantenendo un’abbondante dose di potenza per gli impieghi più impegnativi. Senza dimenticare l’apparato tecnologico di alto livello. Il tutto impreziosito da un design molto elegante e moderno.

Volvo XC60 T8 con Silvio De Rossi

La motorizzazione ibrida plug-in

Stylology.it ha avuto il piacere di provare questo gioiello: da Milano siamo arrivati a Lubiana in Slovenia, passando per Kranjska Gora e dal lago di Bled.

Partiamo subito dal motore, anzi dai motori, sono due (da qui la definizione “Twin Engine” che accompagna il nome del modello). Rinfreschiamoci prima la memoria sulla tecnologia generale. Per alimentazione ibrida plug-in s’intende l’abbinamento di un tradizionale propulsore a combustione ad un motore elettrico. Quest’ultimo è alimentato da una batteria di ampia capacità che permette al veicolo di percorrere diverse decine di chilometri in modalità solo elettrica, quindi senza emissioni allo scarico. L’ideale per attraversare i centri cittadini, caratterizzati da elevata congestione del traffico e conseguente alto inquinamento atmosferico. Potendo viaggiare per diversi chilometri mantenendo spento il motore termico, le auto ibride plug-in non sono sottoposte ai divieti di circolazione e blocchi vari. A differenza delle ibride autoricaricabili (chiamate “full hybrid”), gli accumulatori di una plug-in si ricaricano anche esternamente, tramite collegamento di un cavo a prese domestiche, wallbox o stazioni di ricarica pubbliche, esattamente come le auto elettriche pure. Naturalmente le batterie si ricaricano anche durante la marcia, recuperando l’energia cinetica generata da decelerazioni e frenate.

Volvo XC60 T8, i dati tecnici

Torniamo allora al Suv Volvo XC60 T8. Il motore termico è un quattro cilindri a benzina 2.0 turbo ad iniezione diretta, montato e collegato all’asse anteriore. Eroga una potenza massima di 303 cavalli, insieme ad una coppia massima di 400 Newton metri. Sull’asse posteriore si trova un motore elettrico da 87 cavalli e 240 Nm. I due motori trasmettono il moto indipendentemente al solo asse su cui poggiano; la trazione integrale è quindi ottenuta tramite gestione elettronica, facendo a meno sia di un ingombrante albero di trasmissione che attraversa tutto il veicolo che di un differenziale centrale. Così il tunnel centrale resta libero, ed è qui che è stata installata la batteria, risparmiando spazio e migliorando stabilità e bilanciamento. La trasmissione è abbinata ad un cambio automatico ad otto rapporti. La potenza massima di sistema è di 390 cavalli, la coppia massima combinata arriva a 640 Nm.

La batteria ha una capacità di 11,6 kWh, il che consente di viaggiare in modalità solo elettrica da 44 a 54 Km. Particolarmente interessanti quindi i dati su consumi ed emissioni. I test di omologazione nello standard WLTP indicano da 53 a 69 g/Km di CO2 e da 2,3 a 3 l/100 Km nei consumi sul ciclo combinato. Ai fini dell’ecobonus previsto dalla legge di bilancio 2019 viene preso in considerazione il dato NEDC sulle emissioni di CO2: la T8 va da 42 a 52 g/Km, quindi rientra nella seconda fascia di bonus. Le prestazioni: accelerazione 0-100 in 5,5 secondi, velocità massima 230 Km/h. Chiudiamo la scheda tecnica con le dimensioni del veicolo: lunghezza 4.688 mm, larghezza 1.999 mm (2.117 a specchietti aperti), altezza 1.658 mm, passo 2.865 mm, altezza da terra 216 mm. Il peso in ordine di marcia è di 2.161 Kg. Il volume del bagagliaio va da 505 a 1.746 litri.

Design e interni del SUV Volvo XC60

La seconda generazione del Suv Volvo XC60 è tra noi da quasi due anni e ha già ampiamente conquistato il favore del pubblico; il design gioca certamente un ruolo importante. Questo modello esprime tutti i tratti stilistici delle Volvo attuali, a partire dalla firma luminosa dei LED frontali ispirata al “Martello di Thor” (l’originale figura della mitologia nordica, alla quale poi si è ispirato il personaggio dei fumetti Marvel creato da Stan Lee). Il resto del frontale denota imponenza, a partire dalla nuova griglia con stemma in acciaio.

Il look deciso si ritrova sulla fiancata, in parte è merito del cofano piuttosto lungo e della linea di cintura molto alta; però l’aspetto è mitigato da tocchi eleganti come le cromature intorno ai vetri e sul fondo della carrozzeria, oltre che dal disegno dei cerchi. Ma passando alla coda ritroviamo l’energia iniziale, accentuata dai doppi terminali di scarico e dai fanali che si dispiegano verticalmente. Trattandosi di Volvo, gli interni offrono tutto il lusso possibile, mutuando lo stile introdotto dalla serie 90. Il modello 2020 inoltre è permanentemente connesso ad internet, tramite il sistema Sensus. Il centro di comando è il display verticale touch.

Sicurezza, la tecnologia della Volvo XC60 T8

Chiudiamo con alcuni dei più avanzati sistemi di sicurezza e assistenza alla guida di cui la Volvo XC60 T8 2020 è dotata. Come City Safety, la combinazione di frenata automatica d’emergenza e dispositivi per evitare la collisione. Oltre a pedoni e ciclisti, questo sistema è l’unico sul mercato in grado di rilevare anche animali di grandi dimensioni come alci e cervi.

Il dispositivo Pilot Assist inoltre mantiene il veicolo in carreggiata e conserva automaticamente una distanza di sicurezza preimpostata; è attivo fino a 130 Km/h su strade dotate di corsie ben contrassegnate. I prezzi di listino chiavi in mano della Volvo XC60 T8 nei quattro allestimetni Momentum, Business Plus, Inscription e R-Design vanno da 69.500 a 75.200 euro. C’è poi la versione speciale Polestar Engineered, con potenza del motore a benzina maggiorata a 318 cavalli, ad 85.300 euro.

Visita il sito ufficiale per saperne di più.

In collaborazione con Volvo Cars Italia