Starbucks Reserve Roastery Milano: ecco cosa devi sapere

Starbucks Reserve roastery
Ecco cosa devi sapere dello Starbucks Reserve Roastery Milano. Non è un seplice Starbucks, ma molto di più. Tutte le info da sapere.

Lo scorso 6 settembre la catena americana Starbucks ha finalmente debuttato anche in Italia e l’ha fatto scegliendo la città di Milano. Starbucks Reserve Roastery: il primo Starbucks d’Italia (sito ufficiale), che farà d’apripista ad altri punti vendita a Milano e probabilmente in altre città italiane, è stato atteso per lunghissimo tempo dai “cultori” del genere, che ne reclamavano l’assenza, soprattutto in una città di respiro internazionale come Milano.

Starbucks Reserve Roastery a Milano

E se debutto in gran stile doveva essere, debutto in grandissimo stile è stato. Perché la Starbucks Reserve Roastery in piazza Cordusio 3 non è solo un semplice Starbucks. È molto di più. Allontanando la presunzione di chi probabilmente poco conosce il brand e pensa che Starbucks sia solo una caffetteria che fa caffè, lo store di Milano possiede la particolarità di essere uno dei tre al mondo – ed unico in Europa – ad avere un sistema di torrefazione del caffè (da qui il nome Roastery).

Torrefazione

In sintesi, e in parole molto semplici, lo Starbucks di Milano produce caffè e poi lo smista in tutti gli altri punti vendita d’Europa. Il sistema di torrefazione è visibile al pubblico e questo lo rende sicuramente un luogo molto interessante da visitare.

24 ore su 24

La Roastery – o sistema di torrefazione – dello Starbucks milanese è in funzione 24 ore su 24 ed è in grado di produrre oltre 4mila chili di caffè verde al giorno. Di tutto questo caffè autoprodotto, una minima parte sarà utilizzata all’interno dello store stesso e servita ai clienti mentre tutto il resto sarà inviato negli altri Starbucks d’Europa.

Prima di offrire qualche altro numero dello Starbucks Reserve Roastery di Milano, ricordiamo anche che all’interno dello store è possibile fare l’aperitivo e degustare i prodotti preparati da Princi, storico marchio milanese della panetteria.

I numeri

Per quanto riguarda invece i numeri, lo Starbucks di Milano, aperto tutti i giorni dalle ore 7 alle 22, si estende su una superficie di circa 2400 metri quadri, offre una varietà di oltre 100 bevande da provare e attualmente può contare su 300 dipendenti che vi lavorano.

DA LEGGERE ASSOLUTAMENTE: Di Starbucks a Milano non avete capito niente.

E ANCORA: Starbucks a Milano 10 giorni dopo l’inaugurazione.

Post correlati

Piazzale Loreto Milano: ecco LOC, il progetto ecosostenibile

Il progetto Loc – Loreto Open Community– ambisce a trasformare Piazzale Loreto a Milano da grande snodo del traffico a spazio verde pubblico e collettivo, finalizzato a realizzare le necessità ma anche i desideri della “community”, progettando un ambiente da vivere e sfruttare pienamente. I lavori partiranno nel 2023 per terminare nel 2025, un anno

Leggi tutto
Gruppo Autogrill ospita Sal De Riso

Motta Milano 1928 al Mercato del Duomo accoglie Sal De Riso

Il bar all’italiana. Così è conosciuto lo storico marchio Motta Milano 1928 del Gruppo Autogrill. Quell’italianità che punta sull’eccellenza della tradizione gastronomica ammirata in tutto il mondo, rivisitata in chiave contemporanea. Di questo immaginario ora farà parte anche Salvatore De Riso, presente al Mercato del Duomo con la sua offerta di dolci rigorosamente made in Costiera Amalfitana. Gruppo Autogrill e prodotti premium Prosegue così il

Leggi tutto
tram passerella

Tram Passerella, l’anti Covid-19 futuristico di stile e design

Progettare un tram anti Covid-19 reinterpretando in chiave moderna lo storico convoglio milanese tram ATM Classe 1500 introdotto per la prima volta in città nel 1929. A pensarci l’architetto italiano Arturo Tedeschi. Dalla sua mano nasce Tram Passerella, l’erede del nuovo millennio, un concept tram che recupera e reinterpreta lo stile e le proporzioni del primo modello

Leggi tutto