OOO-OUT OF ORDER: la nuova collezione SCARABEO

Out of Order Scarabeo
OOO-OUT OF ORDER: l'innovativo brand, sceglie lo scenario di Baselworld 2017, per presentare un nuova collezione: SCARABEO.

Una grande novità firmata OOO-OUT OF ORDER. In occasione dell’anniversario dei 4 anni della sua nascita, l’innovativo brand, sceglie lo scenario di Baselworld 2017, per presentare un nuova collezione: SCARABEO.

Il riconosciuto ed esclusivo trattamento artigianale ha collocato tutti i modelli OOO-OUT OF ORDER in una fascia di mercato medio alta; dopo un anno di studi è stata creata Scarabeo , la nuova “entry level” del brand, proposta in 5 colorazioni diverse e rivolta ad un pubblico di fascia media, con una distribuzione in tutto il Mondo ad un prezzo inferiore ai 200 euro.

Cassa invecchiata attraverso il loro brevetto esclusivo, quadrante vintage con numeri stampati in rilievo in motivo ‘50s , vetro colorato e cinturino cucito a mano, sono i componenti di questo nuovo modello che andrà a far parte della ormai conosciuta famiglia OOO-OUT OF ORDER.

OOO-OUT OF ORDER – SCARABEO

Scarabeo non a caso, perché rifacendosi alle più antiche civiltà, come l’antico Egitto, lo scarabeo era un simbolo importante, considerato fonte di vita, creatività e virilità, portatore di sani valori e di rinnovamento, come la proposta di OOO-OUT OF ORDER di un nuovo modello più alla portata di tutti che non perde la qualità e i valori fondamentali del brand. E soprattutto, lo Scarabeo porta fortuna.

Lo possiamo definire controcorrente alle varie “limited edition”, infatti OOO-OUT OF ORDER ha deciso di marchiare ogni pezzo della collezione “Unlimited edition”, in quanto è inutile definire “limitato” un prodotto già esclusivamente unico di per sè.

[st-gallery id=”58ce4ebcd4302″]

OOO-OUT OF ORDER – CALABRONE

Merita menzione anche un altro nuovo modello: CALABRONE, il primo orologio da tasca del brand veneto di orologi, che rivisita un classico maschile in chiave assolutamente moderna.

Un modello dal sapore vintage, mood che caratterizza tutte le collezioni firmate OOO-OUT OF ORDER, famoso per il concetto del “Damaged in Italy” – cioè “Danneggiato in Italia” – per il quale ogni orologio nasce già con aspetto invecchiato, sia nella cassa che nel cinturino, realizzato grazie ad un brevetto certificato esclusivo dell’azienda, per il quale ogni articolo della stessa linea è diverso dall’altro. Tutto ciò conferisce al brand la nobile certificazione di prodotto Made in Italy.

In CALABRONE ogni singolo dettaglio è curato minuziosamente e la scelta dei materiali è sinonimo di alta qualità, valore fondamentale del marchio; cassa in acciaio inossidabile galvanizzato 47 mm, corona a pressione, vetro minerale tropicalizzato, fondello a vista con vetro minerale, movimento Seagull 6497-1 e, come ogni orologio “a cipolla” che si rispetti, catenella galvanizzata con la possibilità di sostituirla con fettuccina in pelle vintage fatta a mano con cuciture.

Anche il packaging non passa in secondo piano; box stile cuveè in legno con front in plexiglass e all’interno una custodia in pelle effetto used dove custodire il proprio orologio da tasca.

“Abbiamo voluto fortemente realizzare questo nuovo modello, ci sono voluti due anni di progettazione, notti in bianco, progetti iniziati e modificati in corso d’opera centinaia di volte – raccontano Riccardo Torrisi, Dario Celotto e Claudio Dalla Mora titolari del brand – una ricerca infinita del dettaglio e della perfezione estetica che siamo fieri di aver raggiunto assieme al nostro team”.

[st-gallery id=”58ce4fbd53ffe”]

Perché Calabrone? Il Calabrone è pesante, non molto adatto al volo, ma vola lo stesso ed è unico nel suo genere, come questo segnatempo, forse non facilmente indossabile come un orologio da polso, ma totalmente originale e funzionante.

CALABRONE riconferma la filosofia di OOO-OUT OF ORDER e cioè non seguire le mode del momento ma voler distinguersi con un gusto totalmente straordinario e personale che perduri nel tempo sposando così un vero e proprio stile di vita.

LEGGI ANCHE:
L’intervista di Stylology.it a Riccardo Torrisi di OOO-OUT OF ORDER.

Post correlati