Rolls Royce Dawn: il piacere del viaggio

Gli inglesi attribuiscono molta importanza alle tradizioni, al punto da trasformarle spesso in veri e propri simboli nazionali. Pensiamo ad esempio al torneo di Wimbledon di tennis, al British Open di golf e alla Rolls-Royce. Questa marca di automobili, nonostante appartenga dal 1998 al gruppo tedesco BMW, conserva ancora oggi tutti i caratteri migliori della tradizione britannica: qualità superlativa, maniacale attenzione al dettaglio, eleganza sopraffina, nessuna concessione alle mode e, soprattutto, niente compromessi. La nuovissima Rolls Royce Dawn presentata in anteprima al Salone di Francoforte 2015 può rientrare nel settore delle supercar, sebbene non sia certamente una vettura fatta per correre. In una Rolls Royce non si deve avere fretta di arrivare: il piacere è tutto nel restarci dentro il più a lungo possibile, viziati da ogni lusso. Un’auto che porta sul cofano la statuetta dello “Spirit of Ecstasy” non corre mai: come una vera signora avanza con grazia, altera e maestosa verso la sua meta, dove verrà accolta come si conviene alle regine. Non si deve dimenticare mai che le Rolls-Royce sono automobili di gran classe. Non sono certo quelle limousine pacchiane e sgraziate, buone solo per arricchiti privi di stile.

Rolls Royce Dawn

La Rolls Royce Dawn è una vettura cabriolet. Deriva dalla Wraith, tuttavia non si tratta semplicemente di un adattamento della carrozzeria. E’ proprio un’altra cosa. Nelle supercar d’impostazione sportiva, cioè le coupé, quando si vogliono ricavare quattro posti significa sempre 2+2; tradotto, vuol dire che le due persone davanti stanno (relativamente) comode; dietro invece solo due bambini potrebbero viaggiare senza essere sacrificati.
In casa Rolls le cose funzionano diversamente. Quando dicono quattro posti, significa quattro superlativi saloni delle feste. Per quanto riguarda il tetto, solo il tessuto poteva trovare cittadinanza in una vettura che non deve mai dimenticare la classicità che ne forma l’eleganza. Non significa che la tecnologia sia stata trascurata, tutt’altro. Grazie a tecniche sofisticate, la superficie del tetto è talmente liscia da non produrre alcun rumore derivato dal flusso dell’aria. Quando la Dawn viaggia coperta, il silenzio è totale. Ed è silenziosa anche la fase di copertura. Ad una velocità massima di 50 Km/h, la chiusura avviene in 22 secondi, elegante e discreta. Quando poi il tetto è abbassato, la Dawn non vi lascia smarriti. Il suono dell’impianto Hi-Fi Bespoke è stato appositamente calibrato per mantenere la sua eccellente qualità anche durante la marcia all’aria aperta.

Rolls Royce Danw al IAA 2015

Rolls Royce Danw al IAA 2015

Vibrazioni ridotte al minimo

La Rolls Royce Dawn non è una carrozza ottocentesca. Gli ingegneri hanno lavorato a fondo per aumentare la rigidità torsionale del telaio, in modo da ridurre al minimo le vibrazioni sullo sconnesso tipiche delle auto convertibili. Sono state anche completamente ridisegnate le sospensioni, sempre all’insegna del massimo comfort. E nonostante la massa elevata, tipica delle Rolls, le sospensioni pneumatiche, il baricentro ribassato ed un’aerodinamica più efficiente offrono alla Dawn una guidabilità che nessun altro veicolo di quel peso (2.560 Kg) potrebbe mai ottenere. Non dimentichiamo la meccanica. E’ vero che questa vettura s’ispira alla rarissima Silver Dawn degli anni ’50; ma quello che c’è sotto la stupenda carrozzeria è quanto di più avanzato si possa trovare oggi.

SCOPRI ANCHE la Lamborghini Huracàn

Il motore V12 biturbo da 6.6 litri eroga ben 570 cavalli (chi ricorda l’epoca in cui i dati sulla potenza di una Rolls erano riservati quanto un segreto di Stato?) ed è capace di spingere con una mostruosa coppia massima di 780 Newton metri, disponibile fin da 1.500 giri. Abbastanza per muovere in piena scioltezza, senza mai avere la minima incertezza, quella massa così elevata. Immaginate di recarvi ad un esclusivo chalet di montagna e dover affrontare una pendenza molto elevata: tutta quella coppia motrice vi permetterà di salire agevolmente usando solo un filo di gas, senza scossoni, senza rumori, senza patemi per il motore. Se proprio si vuole, la Rolls Royce Dawn sa anche andare forte: è in grado di accelerare da 0 a 100 Km/h in soli 4 secondi e 9 decimi. Ma perché correre e rovinarsi tutto il piacere?