Bugatti Mistral: l’ultimo baluardo delle hypercar

Bugatti Mistral addio W16

Bugatti, ovvero il marchio forse più sfrontato di tutti nel coniugare lusso e performance. Ma la transizione verso un nuovo mondo automotive che volge all’elettrico non può far deviare anche un brand molto legato all’endotermico in un futuro a zero emissioni. Bugatti Mistral svelata al prestigioso Concorso d’Eleganza californiano di Pebble Beach diventa quindi l’ultimo baluardo delle hypercar con propulsore a pura benzina per il brand francese.

Solo 99 esemplari per Bugatti Mistral

Bugatti W16 Mistral ultimo modello endotermico

Questo modello evocativo sarà prodotto in soli 99 esemplari e il suo nome si lega al maestrale, un vento potente che soffia dalla valle del fiume Rodano, attraverso le città chic della Costa Azzurra nel sud della Francia e nel Mediterraneo. E con il motore così centrale nel carattere di questa roadster, ecco che si trova fianco a fianco questo potente vento. E’ il W16 Mistral.

Sarà quindi l’ultimo tributo di Bugatti all’era del motore W16. L’esclusiva roadster sarà l’ultima hypercar a utilizzare il maestoso 8 litri quadriturbo che ha definito gli ultimi 20 anni della Casa di Molsheim. Gli esemplari sono già stati tutti venduti a facoltosi che possono permettersi di staccare un assegno da 5 milioni di euro.

Ci sono ben 1.600 CV sotto il cofano

Bugatti W16 Mistral motore

Costruita attorno all’incarnazione definitiva da 1.600 CV del motore W16, utilizzato per la prima volta nella Chiron Super Sport 300+2, la W16 Mistral offre prestazioni diverse da qualsiasi altra vettura open-top del marchio. Parliamo quindi dell’unità quadri-turbo da 8.000 cc e 1.578 Cv apparso inizialmente sulla Chiron Super Sport 300+ e capace di fiondare quel modello sulla soglia dei 490 km/h di velocità massima.

Inevitabilmente l’assenza del tetto ha imposto la modifica della monoscocca in fibra di carbonio, ma ha anche permesso di separare le prese d’aria del motore, piazzate sopra le teste degli occupanti, da quelle per il radiatore dell’olio, rimaste invece ai lati, snellendo così la silhouette dell’auto e ottimizzando al tempo stesso i flussi. 

Si cercano numeri da record

Bugatti W16 Mistral bolide da 1600 CV

Come dichiarato dalla stessa Bugatti in fase di presentazione, la Mistral “ha solo un obiettivo in mente: diventare la roadster più veloce al mondo, ancora una volta”. Il riferimento è al precedente record stabilito dalla Veyron 16.4 Grand Sport Vitesse nel 2013 con una velocità massima di 408,84 km/h.

Post correlati

Bugatti Chiron Super Sport

Bugatti Chiron Super Sport, hypercar dalle prestazioni estreme con 1600 CV

Lʼultima sorpresa della gamma Bugatti si chiama Chiron Super Sport. Un hypercar in grado di sprigionare fino a 1.600 CV e raggiungere una velocità massima di 440 km orari. Importanti le novità sul fronte dell’aerodinamica con prestazioni ulteriormente migliorate. La base dalla quale i progettisti Bugatti sono partiti, sono quelle della Chiron, attorno alla quale la

Leggi tutto
Bugatti computer scuola online

Scuola online, Bugatti regala computer a sostegno dell’istruzione

La scuola online è diventata un’imposizione dettata dalle ferree normative di contenimento legate alla pandemia di coronavirus. Tempi duri per i migliaia di ragazzi costretti nelle proprie case a ricevere istruzione a distanza. E l’unico mezzo per poter ottemperare a questa esigenza formativa è il computer. A sostegno dei tanti studenti sforniti di un pc

Leggi tutto
Bugatti Chiron Edition Noire Sportive cover

Bugatti Chiron: ecco la speciale Edition Noire Sportive

Presentata al Salone di Ginevra del 2016 la Bugatti Chiron aveva il compito di sostituire un’auto iconica come la Veyron. E a distanza di 4 anni la sua attuale storia racconta di un successo indiscutibile rispetto alla più anziana cugina. Tanto che la casa di Molsheim ha deciso di dedicare al 250° esemplare prodotto una versione

Leggi tutto