Renault Austral, un SUV oltre i limiti che sfida i marchi premium

Renault-Austral-2022-profilo-posteriore

In questo SUV Renault ci ha proprio messo tutta l’energia per puntare in alto. Un modello ambizioso. Come dichiarato dalla Casa francese. Renault Austral vuole essere una delle colonne portanti della riconquista del segmento C, il , cuore del mercato automobilistico mondiale. E per farlo vuole diventare un punto di riferimento a livello di tecnologia, energia e servizi.

In questo spirito, Nuovo Austral vanta un design esterno atletico, sensuale e tecnologico, che riprende tutti i codici caratteristici dei SUV. Alto 1,62 metri, largo 1,83 metri e lungo 4,51 metri, con un passo di 2,67 metri, vanta le proporzioni ideali per trasmettere una sensazione di abitabilità, robustezza e sportività unica.  

Renault-Austral-profilo

Gli interni high-tech e raffinati di Nuovo Austral offrono un comfort degno dei rinomati modelli che hanno fatto la storia di Renault. Fiore all’occhiello del suo abitacolo generoso e accogliente, il display OpenR mostra i dati di bordo, oltre a quelli di navigazione e multimedialità, integrando i migliori servizi e applicazioni di Google. I due grandi display da 12’’, ai quali si aggiunge un head-up display da 9,3’’, offrono una superficie totale di circa 1.000 cm2 per un’esperienza di guida intuitiva, immersiva e connessa.  

All’avanguardia per la sua modernità, Nuovo Austral può contare su 32 dispositivi di assistenza alla guida (ADAS), modalità MULTI-SENSE e il 4CONTROL Advanced, l’ultimo sistema a quattro ruote sterzanti sviluppato da Renault. Tutte tecnologie utili, proattive e smart al servizio del comfort, del piacere e della sicurezza degli occupanti.

Prima vettura Renault progettata sulla piattaforma CMF-CD di terza generazione, sviluppata congiuntamente nell’ambito dell’Alleanza, Nuovo Austral propone un’inedita versione del sistema E-TECH “Full Hybrid”, potente e più efficiente, e due motorizzazioni benzina “Mild Hybrid” da 48V e 12V. Diverse tecnologie di elettrificazione per una gamma che soddisfa tutte le esigenze di utilizzo dei clienti privati e delle flotte.

Renault Austral sotto il cofano nel dettaglio

Renault-Austral-2022-motori-ibridi-benzina

Con Nuovo Austral si inaugura una nuova motorizzazione E-TECH Full Hybrid autoricaricabile perfezionata con il fine di alimentare vetture anche di segmento superiore e offrire più prestazioni e piacere di guida, riducendo al tempo stesso i consumi e le emissioni di CO2. Una motorizzazione che vanta una potenza combinata fino a 146 kW, ossia 200 cv.  

La tecnologia E-Tech Hybrid, sviluppata e brevettata dall’ingegneria Renault, mantiene il suo ingegnoso sistema. Associa infatti un motore termico, due motori elettrici – ossia un motore di trazione e-motor e un generatore ad alta tensione di tipo HSG (High-Voltage Starter Generator) che garantisce l’avviamento del motore termico, le cambiate e la ricarica della batteria – una batteria centrale e una trasmissione automatica smart multi-mode con innesto a denti.

La motorizzazione E-TECH Hybrid di Nuovo Austral è alimentata da un nuovo motore turbo benzina 3 cilindri 1,2 litri da 96 kW, con 205 Nm di coppia. Questo è associato ad un motore elettrico più potente, dotato di maggior coppia (50 kW e 205 Nm), a una batteria agli ioni di litio di maggiore capacità (1,7 kWh / 400 V) e ad una trasmissione che passa da 6 a 7 rapporti. (2 per la modalità elettrica e 5 per la modalità ibrida). Quest’ultima è ottimizzata in termini di capacità di coppia (da 350 Nm a 410 Nm), potenza, resa e piacere di guida.

Proposta con due livelli di potenza, 160 cv e 200 cv, la motorizzazione E-Tech Hybrid di Nuovo Austral offre massima efficienza di utilizzo con una reattività da leader di mercato, permettendo di passare da 80 a 120km/h in soli 5,9 secondi (6,8 secondi per la versione a 160 cv).

La frenata rigenerativa, che si attiva automaticamente in fase di decelerazione o frenata, associata alla forte capacità di autoricarica delle batterie agli ioni di litio e alla resa del sistema E-Tech, ottimizza i consumi. Diventa così possibile circolare in città in modalità 100% elettrica fino all’80% del tempo, con una riduzione dei consumi che può arrivare fino al 40% rispetto ai motori termici in ciclo urbano, senza cambiare le proprie abitudini.  

Come nel motore E-Tech Hybrid della precedente generazione, l’avviamento è sempre al 100% elettrico, con una coppia immediatamente disponibile, per offrire il piacere di guida tipico dei veicoli elettrificati, abbinando silenziosità e reattività.

Renault-Austral-2022-vista-posteriore

Grazie alla gestione intelligente della trasmissione, i motori elettrici e termico vengono sollecitati automaticamente per fornire la miglior reattività per una guida dinamica, ottimizzando i consumi.  

Dotato della nuova motorizzazione E-Tech Hybrid, Nuovo Austral vanta consumi ed emissioni di CO2 ottimali (a partire da 4,6 l/100 km e 105 g/km di CO2)[1]per il miglior TCO di tutti i SUV ibridi del mercato.

Per rivendicare il fatto di essere un veicolo elettrificato con un minimo impatto ambientale, Nuovo Austral ha apposto sul portellone posteriore di questa versione il badge E-Tech Hybrid, mentre al nome il nome della vettura si affianca una “E” dorata, lettera che viene declinata in blu nell’allestimento esprit Alpine.

C’è poi la motorizzazione Mild Hybrid Advanced, proposta per la prima volta nella gamma Renault con Nuovo Austral, costituisce un’ottima alternativa al diesel. Il nuovo motore turbo benzina 3 cilindri da 1,2 litri è associato ad una batteria agli ioni di litio da 48V e ad un alternatore starter. Quest’ultimo assiste il motore termico nelle fasi che assorbono più energia, all’avviamento e in accelerazione, per erogare più potenza nelle riprese, mantenendo comunque i consumi contenuti.

Con questa motorizzazione da 130 cv dotata di trasmissione manuale, Nuovo Austral offre un sicuro piacere di guida, con una coppia disponibile fin dai bassi regimi grazie all’ibridazione, ma anche in tutto il range di funzionamento, grazie al turbocompressore a geometria variabile. Il tutto è completato da prestazioni sonore simili a quelle dei motori 4 cilindri, grazie alla presenza dell’albero di equilibratura.  

Infine la motorizzazione Mild Hybrid Advanced consente a Nuovo Austral anche di ottenere consumi ed emissioni di CO2 ai migliori livelli della categoria (a partire da 5,3 l/100 km e123 g/km) grazie a quattro principali dispositivi. Innanzitutto, il lavoro effettuato sulla cilindrata unitaria e sul rapporto alesaggio/corsa.

La motorizzazione Mild Hybrid, primo livello di ibridazione proposto con Nuovo Austral, comprende un motore turbo benzina 4 cilindri da 1,3 litri a iniezione diretta già disponibile in parte della gamma Renault. Sviluppato in collaborazione con Daimler, questo motore è assistito da un alternatore starter e una batteria agli ioni di litio da 12V.

È disponibile con una trasmissione automatica X-TRONIC con due livelli di potenza, 140 cv e 160 cv, e con una trasmissione manuale a 6 rapporti nella versione a 140 cv.

La tecnologia ad ibridazione leggera Mild Hybrid 12V, adottata da Nuovo Austral, migliora la funzione Stop & Start e permette l’attivazione della funzione Sailing Stop (funzione veleggio) nelle versioni X-TRONIC. Consente, in particolare, di garantire la rigenerazione energetica in frenata e di spegnere il motore termico in decelerazione, nelle versioni con trasmissione automatica. Tutti elementi che permettono di ridurre i consumi e le emissioni, garantendo una maggiore fluidità di riavvio e più confort di guida negli spostamenti quotidiani.  

Tecnologie di sicurezza all’avanguardia

Renault-Austral-display-open-r

Per quanto riguarda la sicurezza attiva, Nuovo Austral è dotato di tre dispositivi di assistenza alla guida già noti per ridurre i rischi di urto.

Il Lane Departure Warning (allerta superamento della linea di carreggiata – LDW), il Blind Spot Warning (sensore di angolo cieco – BSW) e il Lane Keep Assist (assistenza al mantenimento nella corsia – LKA).

Altri tre nuovi dispositivi di assistenza alla guida sono invece destinati alla protezione degli altri utenti della strada, in particolare pedoni e ciclisti. Il sistema Rear Automatic Emergency Braking (frenata automatica di emergenza in retromarcia – Rear AEB) è, come dice il nome stesso, la controparte della frenata automatica di emergenza (AEBS), quando il conducente effettua la retromarcia.



 

Post correlati

metaverso industriale

Renault sbarca nel Metaverso industriale

Il Gruppo Renault accelera il processo di digitalizzazione con il primo Metaverso industriale. Oggi, il 100% delle linee di produzione è connesso (8.500 impianti), il 90% dei flussi di approvvigionamento è costantemente monitorato e il 100% dei dati della Supply Chain è ospitato nel Metaverso del Gruppo Renault, vera e propria replica del mondo fisico

Leggi tutto