Maserati Grecale, equilibrio perfetto tra lusso e innovazione

Maserati Grecale Trofeo prestazioni

Maserati Grecale. Il nome di un vento nella tradizione del marchio del Tridente. Tutto ebbe inizio nel 1963 con il mitico Maestrale. Ghibli, Bora, Merak e Khamsin sarebbero seguiti a loro volta. E Nel 2016 il Levante, il primo SUV nella storia del brand modenese. Oggi il secondo Sport Utility di Maserati incarna l’audacia tutta italiana nel rendere il lusso e le prestazioni eccezionali parte della routine quotidiana.

Un’auto dalle grandi prestazioni, dalle linee e dal carattere eleganti, e dalla ricercata qualità negli interni, grazie all’utilizzo di materiali selezionati per le sue finiture. Del resto passione, innovazione, versatilità e stile sono gli ingredienti della Maserati Grecale, lanciata con un’ampia gamma di propulsori. Un motore a combustione interna convenzionale, due Mild Hybrid e, in futuro, un Full-Electric.

Tre le versioni previste al lancio

Maserati Grecale Modena

Le versioni previste al lancio sono tre: la GT, spinta da un 4 cilindri mild hybrid in grado di sviluppare 300 CV, la Modena con motore 4 cilindri mild hybrid da 330 CV e la potente Trofeo, equipaggiata con un performante propulsore a benzina V6, 3.0L, da 530 CV, derivato dal motore Nettuno che equipaggia MC20. Al lancio Grecale è disponibile anche nella Launch Edition PrimaSerie, edizione a tiratura limitata caratterizzata da contenuti esclusivi. Completerà la gamma Grecale Folgore, la versione con tecnologia 100% elettrica.

Le performance dichiarate dalla casa parlano di accelerazione 0-100 km/h in soli 3,8” – per la versione Trofeo, velocità di punta 285 km/h, sempre per la versione Trofeo.

Presente il VDCM (Vehicle Dynamic Control Module), che permette un controllo della vettura a 360°. Una possibilità di controllo completo si traduce in una netta distinzione tra i vari DRIVE MODE : COMFORT, GT, SPORT, CORSA (disponibile solo su Trofeo) e OFF-ROAD.

Un design senza tempo per Maserati Grecale

Maserati Grecale Trofeo dimensioni

Grecale è lungo 4.846 millimetri con un passo di 2.901, alto 1.670, largo 2.163 mm (specchietti inclusi) con una carreggiata posteriore di 1.948 (che aumenta nella versione Trofeo) ed è caratterizzato da elementi iconici con disegni a tutto volume, direttamente ispirati all’architettura e all’arte. 

Forme scultoree votate alla performance, con una costruzione unica e proporzioni esclusive che trascendono il tempo e la moda. Il frontale è caratterizzato da una calandra bassa e da una griglia imponente.

La parte posteriore con la fanaleria a boomerang è ispirata invece alla 3200 GT di Giugiaro e si integra con la linea trapezoidale, caratteristica resa ancora più evidente dall’effetto coupé della cabina che si chiude come una vettura sportiva.

Le versioni Modena e Trofeo accentuano ancora di più il loro carattere sportivo, con carreggiata posteriore maggiorata di 34 mm (o 1,34 pollici) rispetto al modello GT. 

Ciò conferisce alla Grecale un aspetto più dinamico, ulteriormente evidenziato da alcuni dettagli cromatici, le minigonne laterali e i paraurti appositamente studiati. Il design della calandra rimane lo stesso per tutte le versioni, con linee cromate nella GT e nere su Modena e Trofeo per esaltarne il carattere sportivo.

Interni in puro stile Maserati con un “touch” in più

Maserati Grecale Modena interni

Lo stile Maserati si arricchisce delle sue caratteristiche tecniche. Quando si sale nell’abitacolo Grecale si viene accolti da un orologio digitale, il primo nella storia del marchio Tridente, che diventa una vera e propria interfaccia pilota-auto. 

Non dice più solo l’ora. Può anche emettere un segnale di risposta ogni volta che riceve un comando vocale. Assume una forma classica, ma si presenta con una visione futuristica, quasi un tema dominante per la Grecale, che ci dice se il contatto con l’auto è attivo e se il contatto con l’auto è attivo e se l’auto è pronta per interagire con noi

Non solo uno schermo digitale per cambiare pelle e aspetto secondo i nostri gusti. Piuttosto, è qualcosa di più e può anche diventare una bussola o un misuratore di forza G, se necessario.

La filosofia adottata per la Grecale tende al minimalismo nei comandi. Quasi tutto ora è controllato dal tocco. Basta un semplice tocco del dito per accedere alle funzioni tecniche e alle scorciatoie, quindi ora non è più necessario prendersi del tempo per cercare i controlli desiderati. 

Sono inclusi due display, il touchscreen centrale da 12,3″ più grande e un altro touchscreen da 8,8″ per i controlli extra, entrambi posizionati ergonomicamente per il guidatore: facili da visualizzare, ma non invasivi. I passeggeri posteriori possono anche posizionare l’aria condizionata a tre zone opzionale a loro piacimento, tramite un touchscreen nei sedili posteriori.

Su Maserati Grecale c’è il sistema Multimediale MIA

L’esperienza a bordo è gestita dal sistema Multimediale MIA (Maserati Intelligent Assistant), dall’infotainment di ultima generazione e da Maserati Connect. Il suono in vettura è portato ai massimi livelli di piacevolezza grazie ad una all-round sound experience data dal tipico ruggito del motore Maserati e dall’immersivo 3D sound system di Sonus faber. Il sistema Sonus faber è disponibile di serie nel livello Premium con 14 speaker o, su richiesta, nel livello High Premium con 21 speaker.

L’esperienza a bordo è gestita dal sistema Multimediale MIA (Maserati Intelligent Assistant), dall’infotainment di ultima generazione e da Maserati Connect.
Il suono in vettura è portato ai massimi livelli di piacevolezza grazie ad una all-round sound experience data dal tipico ruggito del motore Maserati e dall’immersivo 3D sound system di Sonus faber. Il sistema Sonus faber è disponibile di serie nel livello Premium con 14 speaker o, su richiesta, nel livello High Premium con 21 speaker.

Post correlati

Maserati MC20 Fuoriserie Edition David Beckham

Maserati MC20: una Fuoriserie Edition targata David Beckham

Una lettera scritta a quattro mani per la “Magic City” di Miami. Nasce così la Maserati MC20 Fuoriserie Edition per David Beckham. L’ambassador del Brand modenese diventa designer insieme al Centro Stile Maserati.  Grazie a questo connubio la passione del campione britannico per la sua seconda casa si traduce in un linguaggio automobilistico e in una vettura personalizzata

Leggi tutto