Instagram Guides, un nuovo modo di comunicare per gli influencer

Un formato comunicativo nuovo per Instagram. Ma non nuovo per il web. Con Instagram Guides, il social network basato su foto e immagini espande le proprie frontiere e fa spazio, con un formato completamente dedicato, ai consigli degli influencer. Dopo aver lanciato i Reels questa estate per provare a contrastare l’avanzata di TikTok, il team di Menlo Park dedicato a Instagram ha reso noto il prossimo roll-out in alcuni paesi della nuova modalità di ricerca, ora possibile per parole chiave, e il già avviato rilascio delle guide, per tutti, anche su argomenti come i luoghi o i prodotti.

La prima novità ufficializzata dal team del CEO Adam Mosseri mette in primo piano Instagram Guides con il roll-out planetario in corso e pronto ultimarsi nelle prossime settimane. La nuova feature avrà d’ora in poi un posto di maggior rilievo all’interno dell’applicazione. Non saranno più destinate esclusivamente a un ristretto gruppo di creatori, come accaduto in principio, ma ognuno potrà realizzare la propria guida ricca di consigli e indicazioni in formati più corposi rispetto ai canoni di Instagram.

Instagram Guides, come funzionano

Esempio di Guida su Instagram, foto credit blog Instagram

Le Guide su Instagram sono posizionate nei profili abilitati in una tab esclusiva separata da tutto il resto dove si trovano solo post o contenuti che riportano suggerimenticonsigli e commenti su un determinato argomento. Le foto, le gallerie e i video collegati nelle Guide possono provenire dal profilo dell’utente o dai profili di altri creatori su Instagram: toccando una foto o un video in una Guida si accede al post originale.

In sostanza Instagram consentirà ai creatori di curare contenuti di una certa categoria in un’unica posizione. Le prime categorie sono relative a contenuti sul benessere, in risposta alla diffusione pandemica di COVID-19. Diversi i canali offrono già delle guide, fra cui la American Foundation for Suicide Prevention (@afspnational) con il post “Mental Health and COVID-19”, e altri.

Al momento le guide sembrano essere limitate solo ai creatori e alle aziende focalizzate sul benessere che Instagram ha selezionato per lanciare la funzione, ma è probabile che lo strumento verrà esteso prima o poi a tutti gli utenti, espandendo anche la tipologia di argomenti che potrà essere trattata sulla nuova sezione dei profili.

C’è anche un nuovo Instagram Search

Esempio di Instagram Search, foto credit blog Instagram

La seconda feature, data come in rilascio inizialmente in sei mercati, tutti di lingua inglese (Canada, USA, UK, Irlanda, Australia, e Nuova Zelanda), afferisce invece alla ricerca, che riceve un deciso upgrade rispetto a quanto precedentemente possibile, quando all’utente era data la sola facoltà di fare ricerche solamente per hashtag, o account. Ora invece sarà possibile eseguire ricerche anche tramite parole chiave, portando ad emergere, nel Feed, anche quei post che non siano etichettati dall’hashtag più idoneo. Per riuscire nell’impresa Instagram terrà conto di alcuni parametri, tra cui sono stati citati la didascalia, i sottotitoli, i tipi di contenuto, la data di pubblicazione.

LEGGI ANCHE: Swipe Up, ecco come usarlo per le nostre campagne social.