Aero 3, la creazione della Touring Superleggera con cuore Ferrari

Touring Superleggera Aero 3

Carrozzeria interamente in fibra di carbonio con motore Ferrari. Aero 3 è l’ultima creazione della storica carrozzeria milanese Touring Superleggera oggi specializzata nella produzione di vetture in serie ultra-limitata, con carrozzeria ad hoc e basate su vetture in commercio. E nel concepire l’Aero 3  la Touring si è ispirata ad alcune celebri vetture da corsa del passato, a partire dalle Alfa Romeo 8C 2900 Le Mans e BMW 328 MM. Ma la base meccanica e il telaio sono quelle della Ferrari F12 berlinetta. Il motore è infatti un V12 6.3 da 740 CV e 690 Nm di coppia, il medesimo della Rossa, mentre la trasmissione è sequenziale con 7 marce. 

Com’è fatta l’Aero 3

A parte le forme da supercar, la cosa che davvero balza all’occhio è la grande pinna posteriore, una specie di alettone montato longitudinalmente. Questa particolarità riporta alla cosiddetta ‘profilatura al vento’. ”La pinna nasce come prolungamento naturale ed estremizzante della forma a goccia dell’abitacolo – spiega Louis de Fabribeckers, capo dello stile della Touring – ed è evocativa dei primi studi compiuti da Touring, pur non avendo una funzione aerodinamica in sé”.

Inoltre oltre alla carrozzeria affusolata con forme sinuose e superfici levigate, si apprezza il lungo e muscoloso cofano anteriore, la rientranza nella fiancata e la cabina di guida arretrata. Posteriormente risaltano i sottili fanali orizzontali ed i grandi scarichi, di forma rettangolare e montati in verticale. La Aero 3 è lunga 480 cm e larga 198 cm, mentre l’altezza si attesta a 127 cm. 

Prestazioni da supercar per soli 15 esemplari

La Touring Superleggera Aero 3 non è solo un apprezzabile esempio di stile, ma si rivela anche velocissima. La carrozzeria milanese dichiara un tempo di 3,1 secondi per lo 0-100 e 340 km/h di velocità massima. La vettura era destinata alla passerella del Salone di Ginevra, che causa Covid è stato annullato, e solo ora è stata completata e venduta al primo cliente che ha espressamente chiesto di personalizzarla con il numero 19, come l’auto che gareggiò a Le Mans nel 1938 pilotata da Raymond Sommer e Clemente Biondetti. Il debutto ufficiale del primo esemplare avverrà il 26 Settembre durante il Salon Prive di Blenheim Castle, Regno Unito. 

Prevista quindi una produzione in serie limitata ad altri 14 esemplari con tempi di consegna di 6 mesi dal momento in cui il cliente fornisce la ‘donor car’ alla Touring. In sostanza la Touring Superleggera si occupa di realizzare la carrozzeria e personalizzare l’interno, ma è il cliente a dover fornire l’auto di base. Ciascuna Aero 3 richiede 5.000 ore di lavoro e viene consegnata nell’arco di sei mesi. Roba per pochi!

Post correlati

Hyperion XP-1

Hyperion XP-1: supercar a idrogeno da sogno

La compagnia americana Hyperion Motors ha presentato una supercar a idrogeno, la Hyperion XP-1, che è stata sviluppata negli ultimi 10 anni da oltre 200 ingegneri e scienziati. L’auto è realizzata con un design futuristico con porte a soffietto e l’uso della tecnologia spaziale NASA. La monoscocca è realizzata in un composito metallico, che include

Leggi tutto
Pagani Utopia (2)

Pagani Utopia, l’hypercar italiana con stile vintage da 864 CV

Un progetto che ha richiesto sei anni di lavoro. Una creatura firmata Horacio Pagani che infonde un’idea di semplicità con linee così tipiche di Pagani, ma allo stesso tempo così diverse da tutto ciò che hanno realizzato sino ad ora. E’ l’hypercar Pagani Utopia, nota precedentemente come C10 ed erede della Pagani Huayra, che trova ispirazione

Leggi tutto