Monopattino elettrico: ecco come si noleggia a Milano

Monopattino elettrico Milano: ecco come si noleggia il monopattino elettrico a Milano. Quale app scaricare, quanto costa e tutte le info utili.

Monopattino elettrico Milano: qui vi spieghiamo in modo semplice come noleggiarlo. Il servizio di sharing di monopattini si è (nuovamente) aggiunto alla schiera di quelli già messi a disposizione dei cittadini di Milano.

Monopattino elettrico Milano: ecco come noleggiarlo

Si tratta di HelbizGO, un servizio di noleggio di monopattini elettrici che consente di muoversi in modo rapido ed ecologico all’interno della città.

Monopattino elettrico Milano: come noleggiarlo

  • HelbizGO è offerto da Helbiz, una società con quartier generale a New York, che attualmente può contare su altre tre sedi in Serbia, Londra e Milano e che ha in programma di espandersi, entro il 2019, in Europa, America e Asia.

Come noleggiare il monopattino elettrico di HelbizGO

Il noleggio di un monopattino elettrico HelbizGO è molto semplice.

Come si paga il noleggio del monopattino

  • Il noleggio dei monopattini elettrici Helbiz può essere pagato con carta di credito o debito oppure acquistando HBZ Coin. Quest’ultimo metodo di pagamento dà diritto al 50% di sconto sulle singole corse.

Come impostare il metodo di pagamento e quanto costa

  • Il metodo di pagamento può essere impostato cliccando sull’icona del menù in alto a sinistra del display e quindi sulla voce Pagamento.
  • Il servizio di noleggio è disponibile dalle ore 7 alle ore 22 e costa 0,15€ al minuto, a cui si aggiunge il costo di sblocco iniziale di 1€.

Come cercare il monopattino più vicino

  • Per cercare il monopattino elettrico più vicino basta servirsi della mappa che appare quando si avvia l’applicazione Helbiz.

Come sbloccare il monopattino

  • Per sbloccare il monopattino è invece sufficiente premere il lucchetto nella parte inferiore dello schermo.
  • Scansiona il codice QR, servendoti della fotocamera dello smartphone, o inserisci manualmente il codice veicolo a 4 cifre situato sotto il codice QR stesso.
  • Ora il monopattino elettrico è pronto per essere utilizzato. Per avviarne il motore elettrico è sufficiente dare una spinta con il piede e contemporaneamente premere il pulsante di accelerazione situato sul manubrio.

Cosa fare quando si termina l’utilizzo del monopattino elettrico?

  • Il monopattino va prima di tutto posteggiato in luogo sicuro e appropriato (non è necessario riportarlo in una postazione specifica), in modo tale che non sia di intralcio alla circolazione e che non si trovi in zone pedonali o proprietà private.
  • Terminata la corsa, si accede nuovamente all’app Helbiz, si clicca sul pulsante Termina corsa e si scatta una foto del monopattino. L’app darà infine un resoconto della corsa effettuata.

Helbiz torna a Milano: ecco cosa è successo.

Bike Sharing a Milano

Post correlati

Piazzale Loreto Milano: ecco LOC, il progetto ecosostenibile

Il progetto Loc – Loreto Open Community– ambisce a trasformare Piazzale Loreto a Milano da grande snodo del traffico a spazio verde pubblico e collettivo, finalizzato a realizzare le necessità ma anche i desideri della “community”, progettando un ambiente da vivere e sfruttare pienamente. I lavori partiranno nel 2023 per terminare nel 2025, un anno

Leggi tutto
Gruppo Autogrill ospita Sal De Riso

Motta Milano 1928 al Mercato del Duomo accoglie Sal De Riso

Il bar all’italiana. Così è conosciuto lo storico marchio Motta Milano 1928 del Gruppo Autogrill. Quell’italianità che punta sull’eccellenza della tradizione gastronomica ammirata in tutto il mondo, rivisitata in chiave contemporanea. Di questo immaginario ora farà parte anche Salvatore De Riso, presente al Mercato del Duomo con la sua offerta di dolci rigorosamente made in Costiera Amalfitana. Gruppo Autogrill e prodotti premium Prosegue così il

Leggi tutto
tram passerella

Tram Passerella, l’anti Covid-19 futuristico di stile e design

Progettare un tram anti Covid-19 reinterpretando in chiave moderna lo storico convoglio milanese tram ATM Classe 1500 introdotto per la prima volta in città nel 1929. A pensarci l’architetto italiano Arturo Tedeschi. Dalla sua mano nasce Tram Passerella, l’erede del nuovo millennio, un concept tram che recupera e reinterpreta lo stile e le proporzioni del primo modello

Leggi tutto