Opel Crossland X

Oggi vi parliamo della nuova Opel Crossland X. Ma andiamo per gradi. In un’epoca in cui il progresso corre verso mete inimmaginabili, occorre sviluppare una capacità immaginativa che, guardando al futuro, sappia sfruttare le carenze del presente per trovare idee che siano capaci di battere nuove strade nel mercato e trasformarsi in realtà indispensabili a distanza di anni. Un’attitudine che purtroppo, o fortunatamente, non tutti dimostrano di avere.

Innovazione e tecnologia

La società cambia, i gusti e le esigenze dei consumatori si trasformano ed è requisito del grande imprenditore captare questa evoluzione e innovare. Innovare senza necessariamente avere una conoscenza profonda di tecnologie avanzate né proponendo cambiamenti rivoluzionari, ma semplicemente cogliendo le opportunità in relazione a piccole variazioni nella scala dei bisogno dei consumatori.

E se non fosse stato per la capacità di vedere oltre dei figli di Adam Opel, probabilmente oggi l’azienda che porta il suo nome sarebbe fallita producendo solo macchine da cucire. Era il 1886, Adam stava per avviare la produzione di biciclette mentre iniziavano a fare capolino nei laboratori privati di Benz e Daimler le prime vetture con motore a scoppio. Il fondatore non mostrò tanto entusiasmo e bocciò la proposta dei figli di adottare questo nuovo sistema con una frase lapidaria rimasta nella storia: “Questi aggeggi saranno solo dei giocattoli per milionari che non sanno come buttar via i loro soldi”.

E a distanza di più di un secolo non solo “quegli aggeggi” sono un mezzo di trasporto fondamentale, collocandosi nel mercato come un bene di prima necessità, ma si è sviluppato un vero e proprio business per cui chi “vuole buttare via i propri soldi” può farlo seguendo le ultime tendenze legate alla tecnologia e al design. Ed è proprio il design la benzina che alimenta il fuoco del settore automobilistico oggi e a dettare le regole è il pubblico sempre più attento all’aspetto estetico, prima che alle caratteristiche tecniche.

Opel Crossland X

E Opel, grazie a quella capacità immaginativa che ha assecondato il cambiamento nel corso degli anni, centra in pieno l’obiettivo affidandosi al coreano Kyung Min Lee per il disegno della nuova Opel Crossland X.

Spaziosità, compattezza e flessibilità senza rinunciare a un design contemporaneo. Sono queste le caratteristiche del nuovo crossover targato Opel. Perché se il mercato registra una crescita del 30% nel settore dei SUV, la chiave del successo sta nell’ adattarsi alle nuove tendenze innovando o modificando il prodotto offerto per rispondere alle esigenze del consumatore.

Kyung Min Lee

“Il punto di partenza è stato Mokka X, abbiamo cercato di rispondere ai bisogni di quei nuovi clienti che amano uno stile di vita moderno, attenti al lifestyle, che vogliono esplorare conservando il confort e la facilità di utilizzo della vettura” dichiara Kyung Ming. E lo stile moderno è dettato dai gruppi ottici anteriori a led, l’essenza della vettura perché determinano il design funzionale ed esclusivo.

E se Mokka è il SUV per eccellenza di casa Opel per le sue dimensioni, per il design deciso e per le sue capacità da perfetto fuoristrada, Opel Crossland X si pone sul mercato per soddisfare chi ama l’aspetto del SUV, ma preferisce un utilizzo adatto alla vita urbana. Il crossover conserva, infatti, la genetica di una monovolume, ma assume le sembianze di un grande SUV.

L’importanza dei dettagli

Dietro un grande disegno c’è sempre una piccola idea, a volte banale, che può trasformarsi nel dettaglio che determina la differenza. “Quando lo abbiamo progettato mi sono messo a pensare agli elicotteri da guerra, un’idea piuttosto infantile, ma utile perché sono dei veicoli versatili. Ho pensato fosse perfettamente in linea con il carattere della vettura : stile di vita all’aperto, urbano e l’elicottero era l’idea perfetta. Ho disegnato un piccolo elicottero e l’ho inserito sul design della plancia” spiega Kyung Ming.

Una sagoma che ricorda perfettamente il profilo dei missili da guerra del velocipede; un abitacolo davvero spazioso e confortevole, nonostante i 7 centimetri in meno rispetto a Mokka X. Un bagagliaio più capiente (410litri estendibili fino a 1255litri) e la possibilità di spostare la seduta posteriore di 15 centimetri rendono la vettura versatile e adatta a soddisfare ogni esigenza.

Primo frutto dell’accordo sancito nel 2012 tra Opel e Osa, l’elicottero di superficie è stato presentato al Salone di Ginevra e decollerà sui mercato nazionale a partire da fine maggio con un prezzo di partenza di €16.900.

Clicca qui per leggere tutte le news dal Salone di Ginevra.