FORUMAutoMotive: un confronto costruttivo tra Design e Ambiente

Due giornate dedicate all’automotive, tra politica, designer e filiera. È stato tutto questo è molto di più il ForumAutoMotive che si è tenuto a Milano il 26 e 27 marzo e che si è aperto con un dibattito sul futuro della mobilità (tema quanto mai attuale).

E d’altra parte l’evento ha come scopo principale proprio quello di cercare di anticipare i tempi, di accelerarli, di comprendere che la rivoluzione deve essere rapida e che tempo non se ne può perdere. La mobilità sta cambiando e bisogna agire il più presto possibile: questo è il succo di tutto i dibattiti che si sono tenuti.

FORUMAutoMotive: Design e Ambiente

Altro scopo del ForumAutoMotive, sempre legato al discorso della mobilità, è stato quello di arrivare a produrre un documento ufficiale da presentare al governo, documento in cui sarà tracciato un piano organico che possa gettare le basi per uno sviluppo della mobilità, che sia ben strutturato e per questo ancor più efficace ed efficiente.

Insomma, se è bene parlare di mobilità del futuro, ancor meglio è tracciare un piano che possa contribuire a realizzarla in concreto. Il documento avrà inoltre il vantaggio di coinvolgere tutti i Ministri del governo italiano che a vario titolo sono coinvolti nei molti aspetti che ruotano attorno alla mobilità. Si tratta, nello specifico di: Graziano Delrio (Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti), GianLuca Galletti (Ministro dell’Ambiente), Carlo Calenda (Ministro dello Sviluppo Economico) e di Beatrice Lorenzin (Ministra della Salute).

Uno dei pregi del ForumAutoMotive è stato senz’altro quello di riuscire a riunire attorno allo stesso tavolo, per la prima volta, una serie di figure assai eterogenee ma tutte interessate al settore della mobilità. Un settore, ricordiamolo, che in Italia include 1,2 milioni di addetti ai lavori per un indotto che è pari al 2 per cento di Prodotto interno lordo nazionale. Grazie alla presenza di professionisti affermati, è stato dunque interessante analizzare il settore e tutte le sue criticità da diversi punti di vista.

Lavorare insieme per il futuro dell’Automotive

Nel corso della prima giornata, ad esempio, politici e rappresentati della filiera hanno discusso propriamente di automotive, ossia del settore dell’automobile ma anche di altri settori legati alla mobilità, come quelli che producono due ruote oppure veicoli industriali. Tema della giornata è stato “Lavorare insieme per il futuro dell’Automotive in Italia: si può e si deve”.

Professione designer. La più bella del mondo?

Nel corso della seconda giornata, invece, spazio soprattutto ai macro temi del design e dell’ecosostenibilità, affrontati durante gli incontri “Professione designer. La più bella del mondo?” e “Mercato e ambiente”. Il primo incontro è stato occasione di confronto fra grandi designer e futuri professionisti del settore (i giovani studenti dell’Istituto europeo di design).

Sono intervenuti Roberto Giolito (head of Heritage FCA), il giornalista Pierluigi Bonora promotore di FORUMAutoMotive, Fabio Filippini di Pininfarina, Marco Lambri (designer director di Piaggio), Walter De Silva (ex capo dello stile del Gruppo VW), Riccardo Balbo (direttore accademico IED Italia), Horacio Pagani (chief designer Pagani) e il moderatore Roberto Rasia dal Polo.

Automotive e Ambiente

Il secondo incontro ha invece permesso di analizzare possibili soluzioni per poter arrivare ad un futuro in cui non vi siano più emissioni inquinanti nell’ambiente. Sono intervenuti, fra gli altri, Giacomo Mori (managing director di AlixPartners), Francesco Battaglia (docente di chimica-fisica al dipartimento di ingegneria all’Università di Modena) e Vittorio Chiesa (direttore dell’Energy & Strategy Group del Politecnico di Milano).

Su Twitter trovare tutto il racconto live con l’hashtag #FORUMAutoMotive.