La nuova Peugeot 5008 è la sorella maggiore di un trio d’attacco che punta a penetrare in profondità nel mercato dei SUV. Al pari delle più piccole 2008 e 3008, attraverso la generazione presentata nel 2016 questa vettura punta molto su design, efficienza, innovazione e attenzione alla qualità della vita a bordo.

Le persone più qualificate ad illustrare le doti di questo modello sono coloro che ne hanno seguito dal di dentro la creazione. Come Marion David, capo dello sviluppo prodotto di 5008 e 3008.

Madame David è una vera esperta quando si tratta di dare vita a nuovi modelli. Entrata nel gruppo PSA nel 1996, si è occupata inizialmente del settore ricerche di mercato, sempre fondamentale. In breve tempo è passata alla pianificazione strategica di prodotto per il brand Peugeot. E’ successivamente entrata nel management dello sviluppo di 208 e 2008. Poi è approdata a dirigere lo sviluppo dei due nuovi SUV 3008 e 5008. Scorriamo dunque le caratteristiche generali della nuova 5008 attraverso le sue parole.

“La Peugeot 5008 sta creando un nuovo segmento, quello dei SUV C a sette posti, del quale un solo modello concorrente fa attualmente parte, il Nissan X-Trail. La 5008 è molto più lunga della 3008, che si pone invece al centro del segmento C, in una fascia molto consolidata e affollata di concorrenti. Condivide con essa l’i-Cockpit, poiché è la migliore postazione di guida che abbiamo mai realizzato” spiega Marion David.

“La nuova 5008 è un vero SUV, laddove la vecchia generazione era invece un MPV, una multispazio. Abbiamo deciso questa trasformazione perché il SUV è un tipo di carrozzeria molto più internazionale. Poiché noi abbiamo un’ambizione internazionale con questi modelli, tale scelta era la più logica. Comunque manteniamo lo stesso spazio dell’MPV, anzi è anche migliorato. Dietro troviamo tre sedili individuali che possono scorrere in avanti e anche essere reclinati e abbattuti completamente. Nel bagagliaio abbiamo altri due sedili, quindi questo modello ha sette veri posti”.

Marion David, Capo Progetto Peugeot 3008 e 5008

Marion David, Capo Progetto Peugeot 3008 e 5008

Uno dei principali punti di forza delle vetture Peugeot dal 2012 in poi è l’i-Cockpit, l’originale postazione di guida caratterizzata dal volante di piccole dimensioni e dal quadro strumenti in posizione rialzata. Nel 2016 le nuove 2008, 3008 e 5008 hanno mostrato l’evoluzione di questo ambiente.

Marion David lo descrive così: “Nel nostro nuovo i-Cockpit si possono visualizzare le informazioni direttamente di fronte a sé, senza dover mai abbassare lo sguardo. Rispetto alla generazione precedente, il volante è più piccolo e il touch screen capacitivo è più grande, ha 8 pollici, oltre ad essere molto più reattivo e veloce. Il quadro strumenti ora è digitale, molto grande ed è ampiamente personalizzabile. Il volante conserva la stessa larghezza ma ha un’altezza inferiore. Una funzione importante è la navigazione connessa, che ci permette di avere informazioni sul traffico e le eventuali code”.

Il capo prodotto 5008 prosegue mettendo in evidenza i motivi alla base di questa evoluzione: “In generale i miglioramenti apportati all’i-Cockpit rispondono soprattutto ad esigenze di ergonomia oltre a ragioni tecnologiche. Abbiamo dato molta importanza alle sensazioni: si è seduti in posizione elevata e molto comoda, le braccia non devono stare troppo sollevate, mentre gli occhi posano lo sguardo esattamente sulla strada. Inoltre l’accesso allo schermo è stato reso più agevole”.

“E’ poi importante mettere in evidenza quella che chiamiamo “i-Cockpit Amplifier”: questa funzione permette letteralmente di cambiare l’umore, il “mood”, della macchina alla sola pressione di un tasto. Ad esempio abbiamo cinque diverse modalità di massaggio. Abbiamo poi tre diverse fragranze di profumo. Ad esempio se scegliamo Aerodrive, otteniamo un aroma più deciso e cambia anche l’illuminazione interna, più improntata sul colore rosso”.

SPECIALE PEUGEOT 5008:
Peugeot 5008: il design innovativo del nuovo SUV del Leone.

Peugeot 5008 interni: ergonomia e grande comodità.