Il Bataclan riapre: Sting riporta la musica nel luogo simbolo di Je Suis Paris

Bataclan
A un anno esatto dagli attacchi terroristici che sconvolsero Parigi, il 12 novembre riapre il Bataclan. Ci sarà un concerto di Sting.

A quasi un anno esatto dagli attacchi terroristici che sconvolsero Parigi, il 12 novembre riapre il Bataclan, il locale in Boulevard Voltaire 50 che fu teatro di una vera e propria strage messa a segno dai militanti jihadisti dell’Isis.

La sera del 13 novembre 2015, mentre nel Bataclan si stavano esibendo dal vivo gli Eagles of Death Metal, i terroristi del Nuovo Stato Islamico uccisero 93 persone all’interno della sala in cui si stava tenendo il concerto mentre altre quaranta persero la vita rimaste falciate nei dehors di caffé e brasserie.

Il Bataclan riapre dopo i tremendi fatti del 13 novembre 2015

Da allora, pur non essendo stato l’unico luogo in cui la sera del 13 novembre si verificarono attacchi terroristici a Parigi, il Bataclan è diventato un simbolo di quel tragico giorno, meta di pellegrinaggio per molti che giungono nella capitale francese e vogliono vedere con i propri occhi il locale in cui tanti innocenti hanno perso la vita a causa della follia umana. Una sorta di “santuario” insomma.

E oggi, quello stesso posto, è pronto a riaprire i battenti. Dopo alcuni mesi di lavori di ristrutturazione, che hanno permesso di far tornare il Bataclan esattamente a com’era prima dell’attacco terroristico, il 12 novembre il locale tornerà a nuova vita e lo farà con un concerto di Sting.

Un annuncio a sorpresa, che ha meravigliato tutti, anche perché la riapertura del Bataclan era stata inizialmente prevista per il giorno 16, con un concerto di Pete Doherty, che comunque si terrà come previsto. Il 25 dello stesso mese sarà poi la volta di Marianne Faithfull e molto atteso è anche il concerto del cantante senegalese Youssou’n Dour.

Il concerto di Sting

Per quanto riguarda nello specifico il concerto inaugurale di Sting, il cantante ha già fatto sapere che non percepirà alcun compenso per la serata e che l’intero incasso dell’evento sarà devoluto in favore di due associazioni che sono state create dai sopravvissuti alla strage, Life for Paris e 13 novembre: fraternité et vérité.

Un evento che si preannuncia molto emozionante, anche perché la riapertura del Bataclan porterà con sé due messaggi molto importanti: commemorare e onorare tutte le vittime che hanno perso la vita in quel tragico 13 novembre e celebrare la musica e la vita in un luogo in cui, prima della strage, ciò avveniva tutti i giorni sin dal 1865, anno in cui è stato costruito dall’architetto Charles Duvall. Nel 1991 l’edificio che ospita il Bataclan è stato invece dichiarato monumento storico.

[Photo by sito ufficiale]

LEGGI ANCHE: Il Moulin Rouge e la sua incredibile storia.

Post correlati