Mercato Auto 2015

Analizziamo il Mercato Auto dell’anno passato. Il 2015 si è concluso da qualche giorno ormai e in molti settori è tempo di tirare le somme. E’ il caso, ad esempio, di quello automobilistico, che in Italia ha fatto registrare ottimi dati nel 2015. Secondo le stime effettuate dal centro studio Fleet&Mobility, nel nostro Paese la vendita di automobili nel corso dell’anno appena concluso ha fatto segnare un incremento complessivo di almeno quattro miliardi di euro in più rispetto al 2014. Gli italiani avrebbero speso infatti quasi trenta miliardi di euro per l’acquisto di automobili, permettendo così a tutto il settore di raggiungere risultati a dir poco soddisfacenti.

Nel 2015 la maggior parte degli acquisti è stata fatta da privati (si parla del 62 per cento, per una cifra complessiva di 18,2 miliardi di euro ed un incremento di 2,9 miliardi di euro). Oltre agli acquisti dei privati, sono aumentati anche i noleggi (del 18 per cento) e gli acquisti da parte delle società (con un aumento di 200 milioni di euro).

Mercato Auto 2015: anno favorevole

Che il 2015 sia stato un anno più che favorevole al settore automobilistico lo si evince anche dal numero dei veicoli immatricolati: 214.294 mila vetture in più rispetto all’anno procedente, con una crescita dunque del 15,75 per cento. Un aumento davvero eccezionale se si pensa che nel 2014 le immatricolazioni in più rispetto all’anno precedente erano state soltanto 55mila. In totale, nel corso dei dodici mesi appena terminati, sono state immatricolate complessivamente oltre un milione e mezzo di automobili. (ne parla anche repubblica.it)

Sbirciando fra i dati che riguardano invece le tipologie di autovetture più vendute, si apprende che la domanda di motori a benzina è quella che ha fatto registrare l’aumento più rilevante: il 24,8 per cento. La domanda di motori diesel si è invece assestata intorno al +16,6 per cento anche se occorre sottolineare che quest’ultimo tipo di motori resta comunque quello più venduto (il 55,6 per cento delle vetture acquistate/vendute è diesel).
Le automobili più vendute sono state le utilitarie (42 per cento), che hanno distanziato di molto le vetture di fascia media (che si sono fermate al 26 per cento). Ottime invece le vendite delle Crossover, che nel 2015 hanno fatto registrare numeri da capogiro, con un aumento del 40,7 per cento. Le vere vincitrici del 2015 sembrano essere proprio loro, le Crossover. (qui l’articolo de ilfattoquotidiano.it)

Mercato Auto 2015: i numeri dei brand

E i singoli brand, che dati hanno fatto registrare nel 2015? Fiat/FCA un +18,3 per cento; Volkswagen (nonostante lo scandalo che avrebbe costretto l’azienda a richiamare migliaia di vetture) ha chiuso il 2015 con un +9,7 per cento; Kia e Ford hanno invece entrambe chiuso l’annata con un +19,2 per cento; Opel e Nissan hanno invece incrementato di circa il 17 per cento. E ancora, la Smart ha fatto segnare un aumento del 52 per cento mentre la Mazda un’impennata dal +36 per cento.

[Photo free by Pixabay]