Facebook: come è quando è nato il gioiello di Zuckerberg

Facebook Art
Come è nato Facebook? L'idea fu davvero di Mark Zuckerberg o la rubò a qualcuno? Ecco cosa dovete sapere del social network più usato del mondo.

Conosciuto come il social network più famoso e utilizzato al mondo: si chiama Facebook. Inventato dall’americano Mark Zuckerberg , è in grado di connettere fra loro milioni di persone ogni giorno: tramite pc, tablet e cellulari è infatti possibile interagire con gli altri attraverso chat, commenti e post vari; il tutto senza alcun limite orario e in maniera totalmente gratuita.

Come si usa il Marketplace di Facebook: ecco la guida definitiva.

La nascita di Facebook

Facebook nacque negli Stati Uniti, in una delle più famose università del mondo. Era il 2003, l’allora studente di informatica ad Harvard, Mark Zuckerberg, lancia Facemash: una sorta di predecessore, ridotto però alla sola area universitaria e chiuso nel giro di pochi giorni per via di violazioni di copyright, sicurezza e privacy.

Zuckerberg ha rubato l’idea di Facebook?

Successivamente, nel gennaio del 2004, diede vita al sito che oggi noi tutti conosciamo; Eduardo Saverin e Andrew McCollum contribuirono fondamentalmente alla realizzazione, ma per Mark e compagni non fu sempre tutto rosa e fiori: infatti i fratelli Wynklevoss e Divya Narendra accusarono sei giorni dopo Zuckerberg di aver loro rubato l’idea e nel 2008, a seguito di una causa nei suoi confronti ottennero come risarcimento 65 milioni di dollari (su richiesta di circa 600 milioni).

Nonostante tutto nel marzo del 2004 l’americano riuscì comunque a portare avanti il sito, che si diffuse nelle varie università statunitensi (Stanford, Columbia, Yale, Boston etcc..) e in alcune canadesi.

Nel giugno del 2004 Zuckerberg e McCollum terminati gli studi, si trasferirono nella storica sede di Palo Alto (California) e durante l’anno successivo registrarono ufficialmente il dominio facebook.com.

Il successo di Facebook

La svolta definitiva avvenne nel 2006, anno in cui Zuckerberg e soci ampliarono il raggio del sito permettendo la creazione di account a tutti coloro che avessero già compiuto i 13 anni di età; passando dalla sessantaseiesima alla settima posizione fra i siti più visitati al mondo secondo Alexa.

Inizialmente rivolti ad un pubblico giovanile, i social network più famosi in Italia tra il 2004 e il 2010 furono il belga Netlog (utilizzato particolarmente da ragazzi e ragazze durante il periodo della moda dei Truzzi e degli Emo); l’americano MySpace e il client di messaggistica istantanea della Microsoft denominato Windows Live Messenger. Con l’avvento di Facebook tutto cambiò. Il resto è storia.

[Photo free copyright by Pixabay]

Post correlati

Meta Quest Pro

Meta Quest Pro, l’era del metaverso sta per iniziare

Nel corso dell’evento Connect, Mark Zuckerberg ha presentato al mondo il dispositivo Meta Quest Pro, un visore con sensori ad alta risoluzione che consentiranno di poter vivere il metaverso come se fosse una realtà non virtuale. O almeno con l’illusione che non lo sia. Il visore arriverà anche in Italia, dove si potrà acquistare a

Leggi tutto

NFT su Facebook e Instagram: inizia una nuova era

Lunedì 29 Agosto è arrivato l’ annuncio ufficiale di Meta: gli utenti di Instagram e Facebook le piattaforme potranno pubblicare sui propri account gli NFT. Una funzionalitá questa già introdotta a Maggio, ma che ora allarga la sua fruizione. Con i non-fungible tokens si acquistano certificati di autenticità di asset od opere per lo più

Leggi tutto

NFT su Facebook: ecco cosa ha svelato Meta

Gli NFT a breve approderanno su Facebook: Meta lo ha svelato a TechCrunch. La funzione è al momento disponibile unicamente per il mercato USA e solamente per alcuni creator selezionati che potranno condividere collezioni digitali sui loro profili. Meta ha dichiarato che sarà un “lento rollout”, per cui non sappiamo ancora se e quando questa

Leggi tutto