Vacanze Romane

Un grande classico del cinema, Vacanze romane, esce nelle sale per la prima volta il 27 agosto del 1953. Diventa un successo strepitoso. In regia c’è il quattro volte Oscar William Wyler. Sul grande schermo debutta Audrey Hepburn, da protagonista, al fianco di un grande attore già affermato come Gregory Peck.

Vacanze Romane: film indimenticabile

Sullo sfondo della città eterna, si dipanano le vicende di un giornalista, Joe Bradley, che deve conquistare il cuore della principessa Anna, in visita ufficiale a Roma. Quest’ultima, per sfuggire ai rigidi protocolli di corte, gira per la città in incognita. Accompagnata dal reporter che le regala attimi di piacevole normalità, sconosciuti fino a quel momento.

Il pubblico apprezza la trama, certo, una sorta di Cenerentola al contrario, ma anche i luoghi di Roma che vengono ripresi in tutta la loro bellezza. Da piazza di Spagna al Lungotevere, dal Colosseo alla Fontana di Trevi. La gente del posto interagisce con gli attori e con il regista, in un connubio che una volta era possibile, oggi no. Vacanze romane fa diventare famosa la Vespa della Piaggio, che vedrà salire moltissimo i suoi ordini in tutto il mondo proprio dopo essere approdata nei cinema.

Vince tre Oscar

Se il botteghino ne decreta il successo, i tre Oscar rimangono a imperitura memoria: la Hepburn migliore attrice protagonista, soggetto e costumi. Nasce lo stile Audrey, nella moda e nei cinema: uno stile che viene poi ulteriormente consacrato da successi come Sabrina e Colazione da Tiffany.

E pensare che, come spesso accade, è una casualità a portare Audrey Hepburn a diventare famosa. Inizialmente, infatti, la produzione aveva scelto Cary Grant ed Elizabeth Taylor per il ruolo di protagonisti della pellicola. Il primo si era rifiutato, ritenendosi troppo vecchio. Liz aveva pure detto di no, spianando la strada alla nuova stella.

LEGGI ANCHE: 5 curiosità sul film, che magari non sai.