Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInPin on Pinterest

La nuova Ford Fiesta Vignale condivide con le sorelle di gamma una corposa componente tecnologica. Oggi quando si parla di tecnologia in un’automobile si tende a considerare soprattutto la capacità d’interfacciarsi con gli smartphone; questo sarà anche fondamentale e preponderante per i clienti più giovani (e non solo), tuttavia è riduttivo.

Ford Fiesta Vignale con Silvio De Rossi

Ford Fiesta Vignale: la tecnologia

Dobbiamo quindi intenderci sul significato. Perché tecnologia è qualsiasi cosa: provate a fabbricare un’aletta parasole e poi ne riparliamo. Allora soffermiamoci in questa sede sui sistemi elettronici di sicurezza e sugli apparati per comunicazioni e intrattenimento, definiti ormai tramite quell’orrenda parola inglese che si chiama infotainment.

Quanto tempo ci vuole ad assemblare una Fiesta?

Nella fabbrica di Colonia impiegano 68 secondi. Strabiliante, considerando che le varie combinazioni di meccanica, carrozzeria, interni ed equipaggiamento superano le 20.000 varianti; sì, ventimila. Altro che la Ford T solo nera di un secolo fa (la quale peraltro fece esordire a sua volta la tecnologia più rivoluzionaria della storia umana dopo la macchina a vapore: la catena di montaggio).

Ma progettare la nuova Fiesta non è stato un gioco da ragazzi. Anche per tutta l’elettronica che ci hanno infilato dentro; non dimentichiamo che stiamo parlando di una vettura piccola, di segmento B, non un’ammiraglia dal prezzo pesante. Basta pensare che la rete di sensori permette alla macchina di “vedere” la strada fino a 130 metri di distanza; vengono usati 3 radar, 12 ultrasuoni e 2 telecamere.

La sicurezza

Cominciamo quindi dalla tecnologia per la sicurezza, compresa l’assistenza alla guida. Il sistema di riconoscimento pedoni, abbinato alla frenata automatica d’emergenza, ora è in grado di evitare collisioni anche di notte. Passiamo al parcheggio semiautomatico, per le manovre in parallelo o in perpendicolare. Di per sè non è una novità; l’affinamento riguarda ora la capacità di frenare automaticamente per evitare piccoli urti durante la manovra.

Scopri lo Speciale Ford Vignale su Stylology.it

Questo perché alcuni guidatori, alle prese per la prima volta con questo meccanismo che fino ad ora controllava da solo lo sterzo ma non i pedali, erano talmente sorpresi da distrarsi e dimenticarsi di frenare in manovra, provocando la classica “toccatina”.

Riconoscimento dei segnali stradali

Passiamo agli altri sistemi, molti di serie, alcuni optional: il riconoscimento dei segnali stradali, ora in grado di riconoscere anche i limiti di velocità delle singole corsie autostradali; gli abbaglianti automatici; il controllo adattivo della velocità di crociera; il monitoraggio dell’angolo cieco; il limitatore di velocità regolabile; il monitoraggio dell’attenzione del guidatore; l’avviso di superamento e il mantenimento della corsia di marcia; l’avviso di emergenza pre-collisione.

Sync 3 con touchscreen da 8 pollici

Arriviamo ora alla tecnologia per comunicazioni. Tutto ruota intorno al Sync 3 e al suo touchscreen da 8 pollici, diventato più reattivo e dotato di funzione “pinch & swipe” (il movimento convergente o divergente di pollice e indice per comandare un ingrandimento o una riduzione); sono migliorate anche le funzioni di comando vocale, in grado di riconoscere forme più naturali del linguaggio.

Ford Fiesta Vignale con Francesca Venturini

Apple CarPlay e Android Auto

Gli smartphone sono ben assecondati, sia attraverso il controllo vocale delle app del catalogo Applink che grazie alla compatibilità con gli onnipresenti Apple CarPlay e Android Auto. Gli utenti Apple potranno usare i comandi vocali con Siri Eyes Free, quelli Android per le ricerche, Google Maps e lo store Google Play. Inoltre il Sync 3 ora ha aumentato il numero di paesi (con relative lingue) in cui funziona il servizio di chiamata automatica d’emergenza al 112 in caso d’incidente, appoggiandosi al telefono del guidatore collegato via bluetooth. Il sistema comunica agli operatori del 112 la posizione del veicolo e li mette in collegamento con le persone a bordo tramite il vivavoce dell’auto. (Tutte le info sul sito ufficiale Ford)

Intrattenimento

Chiudiamo con la tecnologia per l’intrattenimento. Oltre alle solite USB, sarà disponibile la radio digitale DAB. Chi ama l’alta qualità sonora a bordo può scegliere il sistema audio premium B&O Play System, del rinomato costruttore danese Bang&Olufsen: 10 diffusori, tra cui un subwoofer nel bagagliaio e uno per medie frequenze sul pannello strumenti, amplificato a ben 675 watt. Per testare la bontà del sistema, gli ingegneri hanno trascorso più di un anno ascoltando oltre cinquemila brani di ogni genere, dagli artisti che vanno per la maggiore tra i giovani alla musica classica, ad ogni volume, viaggiando in città, autostrada e anche nelle strade di campagna. Si potrebbe dire che hanno fatto… Fiesta.

in collaborazione con Ford Motor Company

[Photo by BakerStreetStudio]

LEGGI ANCHE: Ford Fiesta Vignale: l’importanza dell’aspetto sensoriale.